Art. 6.
(Modifiche alla legge 21 marzo 2001, n. 74, concernente l'attività del Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico del Club alpino italiano).

      1. Alla legge 21 marzo 2001, n. 74, sono apportate le seguenti modificazioni:

          a) all'articolo 1, dopo il comma 4 è aggiunto il seguente:

              «4-bis. Il Soccorso alpino valdostano/Secours alpin valdôtain (SAV) e il Bergrettungsdienst dell'Alpenvereins (BRD) sono equivalenti, nel rispettivo territorio di competenza, al CNSAS, ai fini della presente legge e del rispetto degli statuti d'autonomia e delle relative norme di attuazione»;

          b) l'articolo 3 è sostituito dal seguente:

              «Art. 3. – (Attività del CNSAS). – 1. Il CNSAS opera prevalentemente avvalendosi dell'attività prestata in forma volontaria, libera e gratuita dai propri associati per il perseguimento dei fini istituzionali»;

          c) all'articolo 5, comma 1, dopo la lettera h) è aggiunta la seguente:

              «h-bis) scuola nazionale tecnici di soccorso speleo subacqueo»;

          d) all'articolo 6, comma 1, dopo la lettera i), sono aggiunte le seguenti:

              «i-bis) tecnico di soccorso speleo subacqueo;

              i-ter) tecnico di disostruzione;

              i-quater) tecnico di centrale operativa».

      2. Il Club alpino italiano, nell'ambito della propria attività istituzionale, può prevedere progetti per la tutela e la valorizzazione della rete sentieristica e dei rifugi presenti sul territorio nazionale, da

 

Pag. 29

realizzare anche avvalendosi di finanziamenti assegnati a valere sulle risorse di cui all'articolo 3.