Camera dei deputati

Vai al contenuto

Sezione di navigazione

Menu di ausilio alla navigazione

MENU DI NAVIGAZIONE PRINCIPALE

Vai al contenuto

Le notizie in Prima Pagina

13/06/2017
La legislatura dell' apertura ai cittadini

In quattro video, la legislatura dell' apertura ai cittadini

La XVII passerà alle cronache come la legislatura nella quale, in aggiunta alla istituzionale attività legislativa, è stato compiuto il maggior sforzo di apertura della Camera dei deputati ai problemi nuovi ed emergenti della società contemporanea, alle istanze dei cittadini e ai cittadini medesimi, in carne e ossa: oltre un milione di loro sono entrati nelle sale di Montecitorio per visitare quella che è in definitiva casa loro.

In questi cinque video proponiamo, in sintesi, i momenti e le attività più significative di questi anni di apertura: gli eventi che hanno visto la partecipazione attiva dei cittadini protagonisti; l'istituzione su iniziativa della Presidente Laura Boldrini di commissioni di lavoro sui temi cruciali e irrisolti legati all'esplosione delle nuove tecnologie e delle nuove forme di socialità; l'impegno legislativo e politico per imporre parità di diritti e di opportunità per le donne; le scelte importanti per garantire piena trasparenza su quanto avviene alla Camera e sul suo funzionamento.

I cittadini entrano alla Camera

Una carrellata su alcuni dei molti eventi che in questi anni hanno visto i cittadini fare irruzione alla Camera non solo per visitarne le sale, i corridoi e le opere d'arte, ma per prendere parte attiva a iniziative di grande valore sociale, culturale e politico.

Le commissioni "diritti in Internet" e "Jo Cox"

Due commissioni speciali sono state dedicate a temi inediti per il Parlamento: quella sui "Diritti e doveri relativi a Internet" e quella "sull'intolleranza, la xenofobia, il razzismo e i fenomeni di odio" intitolata a Jo Cox, la deputata britannica assassinata.

La commissione su Internet - composta, fatto inedito, da deputati ed esperti - ha aperto un dibattito e una riflessione che hanno prodotto la Carta di diritti e doveri della rete. La Carta è stata votata all'unanimità, nella forma di ordine del giorno, dall'aula di Montecitorio, ed è stata poi portata nelle scuole dalla Presidente Boldrini e dai componenti della commissione per essere discussa con studenti e insegnanti.

La stagione della trasparenza

Nel corso della legislatura sono state desecretati migliaia di documenti: sulla Terra dei fuochi, sulle navi dei veleni, sull'uccisione di Ilaria Alpi e Milan Hrovatin, fino all'apertura degli "armadi della vergogna" contenenti i documenti sulle stragi nazifascite. Tutti i dati sono ora pienamente accessibili dal sito della Camera.

Sempre sulla strada della piena trasparenza, è stato formulato un codice etico dei deputati, che fissa le regole su eventuali conflitti di interessi e sul limite del valore dei doni che si possono accettare. Analogamente, è stato istituito il registro delle lobby, che regola l'attività dei portatori di interessi all'interno della Camera.

La Camera dalla parte delle donne

Dalla legge sul femminicidio, sospinta anche da testimonianze forti come quella di Lucia Annibali, fino all'apertura della Sala delle Donne: in questa legislatura si sono moltiplicate le iniziative su genere e pari opportunità, rafforzate anche dall'istituzione dell'intergruppo per le donne, i diritti e le pari opportunità.

La stagione della sobrietà

In questo video, tre minuti, poche infografiche e le parole dei vertici politici di Montecitorio, tutti i dati sui risparmi conseguiti in questa legislatura dalla Camera a favore del bilancio dello Stato.

Cerca notizie di prima pagina
VEDI ANCHE
CONOSCERE LA CAMERA
COMUNICAZIONE
LINK ESTERNI