Camera dei deputati

Vai al contenuto

Sezione di navigazione

Menu di ausilio alla navigazione

MENU DI NAVIGAZIONE PRINCIPALE

Vai al contenuto

INIZIO CONTENUTO

MENU DI NAVIGAZIONE DELLA SEZIONE

Salta il menu

La Camera e i giovani contro i fenomeni d’odio - A.S. 2017-2018

CONCORSO NAZIONALE

"La Camera e i giovani contro i fenomeni d'odio"

REGOLAMENTO

Premessa

Il 10 maggio 2016 è stata istituita, presso la Camera dei Deputati, la Commissione sull'intolleranza, la xenofobia, il razzismo e i fenomeni di odio, con il compito di condurre attività di studio e ricerca su tali tematiche, anche attraverso lo svolgimento di audizioni.

Nella seduta del 4 luglio 2016, la Commissione ha deciso di inserire nella propria denominazione il riferimento a "Jo Cox", deputata presso la Camera dei Comuni del Regno Unito, uccisa il 16 giugno 2016 mentre si apprestava a partecipare ad un incontro con gli elettori.

La Commissione è presieduta dalla Presidente della Camera e, sul modello già sperimentato per la Commissione sui diritti e i doveri dei cittadini in Internet, include un deputato per ogni gruppo politico, rappresentanti di organizzazioni sopranazionali, di istituti di ricerca e di associazioni nonché esperti.

L'iniziativa, in linea con l'azione svolta dal Consiglio d'Europa, la cui Assemblea parlamentare ha sollecitato un ruolo attivo in materia da parte dei Parlamenti nazionali ed ha attribuito alla deputata Milena Santerini il mandato di "relatore generale" sul razzismo e l'intolleranza, con il compito di coordinare il lavoro del network di parlamentari "Alleanza contro l'odio".

Art. 1 - Finalità

L'obiettivo principale del concorso è far dialogare i giovani e le Istituzioni nell'ambito di una, quanto mai attuale, campagna di sensibilizzazione nei riguardi dei discorsi di odio o incitamento all'odio. L'intento è coinvolgere le studentesse e gli studenti , rendendoli consapevoli del modo in cui la violenza e gli insulti possono essere diffusi sul web, aiutandoli a combattere questi fenomeni, favorendo un dibattito che nasca all'interno della scuola attraverso la realizzazione di progetti ad hoc, che sottolineino l'esigenza di trovare un equilibrio tra tutela della libertà d'espressione e salvaguardia dei diritti umani, anche sulla rete Internet (uno dei maggiori luoghi di istigazione all'odio).

Art. 2 - Destinatari

Il concorso è rivolto alle studentesse e agli studenti e delle istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado. La partecipazione può essere in forma singola, in gruppo o come intera classe.

Art. 3 - Tipologia degli elaborati

Al fine di garantire ai partecipanti la massima libertà espressiva, sarà possibile partecipare al concorso producendo un elaborato a scelta tra una delle seguenti categorie.

- Categoria testi: articoli per la stampa o per il web per un massimo di 2.500 battute;

- Categoria grafica: disegni, dipinti, opere di grafica digitale, fotografie (B/N o colore) corredate da una didascalia descrittiva dell'elaborato. I dipinti o i disegni potranno essere fotografati e inviati all'indirizzo mail dgsip.ufficio2@istruzione.it Nel caso l'elaborato risultasse vincitore, si richiederà successivamente l'invio della copia originale;

- Categoria prodotti multimediali: servizi radiofonici o televisivi o di web giornalismo, ovvero video o elaborati audiovisivi multimediali della durata massima di 3 minuti.

Art. 4 - Iscrizione e termine di presentazione degli elaborati

Per partecipare al concorso, gli insegnanti referenti del progetto dovranno compilare la scheda tecnica in allegato (All. A), con la descrizione del lavoro svolto (max. 600 caratteri), i dati del docente referente, degli autori o della classe e della scuola di appartenenza.

Gli elaborati corredati della scheda allegata, firmata dal legale rappresentante dell'istituto scolastico, dovranno essere inviati al seguente indirizzo mail dgsip.ufficio2@istruzione.it, entro il 20 febbraio 2018 indicando nell'oggetto la dicitura: "La Camera e i giovani contro i fenomeni d'odio".

Art.5 Privacy e liberatoria

Le opere inviate non saranno restituite e resteranno a disposizione del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca e della Camera dei Deputati che si riservano la possibilità di produrre materiale didattico/divulgativo con i contributi inviati. Gli elaborati potranno essere pubblicati sul sito della Camera dei Deputati e del MIUR, nonché utilizzate per la realizzazione di mostre ed iniziative.

L'invio dell'opera per la partecipazione al concorso implica il possesso di tutti i diritti dell'opera stessa e solleva il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca e la Camera dei Deputati da tutte le responsabilità, costi e oneri di qualsiasi natura, che dovessero essere sostenuti a causa del contenuto dell'opera.

Gli elaborati prodotti dovranno pervenire corredati dal consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del D. Lgs. 30 giugno 2003, n. 196

Art. 6 - Valutazione elaborati

I lavori saranno valutati da un Comitato di valutazione paritetico, composto da rappresentanti della Camera dei deputati e del Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca, che individuerà il lavoro vincitore e le eventuali menzioni. Il giudizio e l'operato della Commissione sono insindacabili.

Nella valutazione degli elaborati, la Commissione terrà conto dei seguenti criteri:

a. Coerenza dell'elaborato con il tema proposto;

b. Capacità di veicolare il messaggio in maniera efficace e innovativa;

c. Grado di creatività nella forma e nel contenuto proposto.

Art. 7 Premiazione

Il vincitore sarà premiato con una targa di riconoscimento del risultato conseguito, durante la cerimonia che si svolgerà presso la Camera dei deputati. Alla classe vincitrice, sarà, inoltre, consegnata una selezione di pubblicazioni della Camera dei deputati.

Art. 8 - Accettazione del regolamento

La partecipazione al concorso è considerata quale accettazione integrale del presente Regolamento.

(scarica il pdf del regolamento)

Fenomeni d'odio