Camera dei deputati

Vai al contenuto

Sezione di navigazione

Menu di ausilio alla navigazione

MENU DI NAVIGAZIONE PRINCIPALE

Vai al contenuto

INIZIO CONTENUTO

MENU DI NAVIGAZIONE DELLA SEZIONE

Salta il menu

Progetto e Concorso Lezioni di Costituzione - A. S.2014-2015

Manifestazione conclusiva del progetto.

"Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione". Ecco i vincitori!

Sette gli istituti scolastici che sono stati premiati oggi nell'Aula del Senato dal presidente Pietro Grasso e dal vice-presidente della Camera Simone Baldelli, alla presenza del sottosegretario del Ministero dell'Istruzione sen. Angela D'Onghia. Altre quattro scuole hanno ricevuto la menzione speciale.

Per la prima categoria prevista dal bando di concorso, "Conoscenza e valorizzazione della Costituzione", hanno ricevuto il premio ex-aequo il Liceo Classico Stelluti di Fabriano (AN) e l' ITE Paolo Savi di Viterbo.

Per la seconda categoria, "Ricerca e rielaborazione culturale", è stato premiato l'IIS Scientifico e Tecnico di Orvieto (TR) , mentre ha ricevuto la menzione speciale l'ISITP Brambilla di Verrès (AO).

Per la terza categoria, "Originalità ideativa e progettuale", ha vinto l'ISIS Sacile e Brugnera di Sacile (PN) . La menzione speciale è stata assegnata all'ITC Calvi di Padova (PD).

La quarta categoria, "Efficacia didattica e comunicativa", ha visto premiato il Liceo Scientifico Pimentel Fonseca di Napoli. Per la stessa categoria l'ITC Belotti di Bergamo ha ricevuto la menzione speciale.

Per la quinta categoria, "Coinvolgimento e ricaduta nel territorio", ha ricevuto il premio il Liceo Scientifico Statale Da Vinci di Treviso. La menzione speciale è stata assegnata all'IPSSS Galvani-Iodi di Reggio Emilia.

Il "Premio speciale Genoviè de Vita" per l'uso delle nuove tecnologie è stato conferito all'IISS De Nittis-Pascali di Bari.

Progetto e Concorso

"Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione"

1. Oggetto e finalità

Nato dalla collaborazione fra Senato della Repubblica, Camera dei deputati e Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, il Progetto e Concorso in titolo si propone di fornire agli studenti, agli insegnanti e ai consigli di classe suggerimenti progettuali, possibilità di confronto e strumenti di ricerca con cui attivare la discussione sulle numerose tematiche che il testo costituzionale continua ad offrire. Ciò nella convinzione che, anche per tale via, si favorisca la crescita civile dei giovani, si sviluppi il senso della legalità e si rafforzi l'impegno per la democrazia e la partecipazione. Come confermano le precedenti edizioni del Progetto "Lezioni di Costituzione", esperienze didattiche di questo tipo producono inoltre ulteriori ricadute positive sulla formazione degli studenti perché accrescono in loro le capacità di svolgere indagini documentate, comunicare efficacemente, lavorare in gruppo, confrontarsi con diversi ambiti culturali, assumere comportamenti propositivi e misurarsi con una valutazione esterna. In questo senso il Progetto appartiene oltre che all'area di "Cittadinanza e Costituzione" anche a quella della "didattica orientativa".

Le scuole sono chiamate a presentare un'ipotesi di progetto per la realizzazione di un elaborato in formato digitale volto ad approfondire e illustrare il significato e il valore nel loro territorio di uno dei principi della Costituzione.

2. Tempi e modalità di partecipazione

Tutti gli istituti di istruzione secondaria di secondo grado si possono candidare inviando entro venerdì 24 ottobre 2014, unicamente agli Uffici Scolastici Regionali di rispettiva competenza, la loro ipotesi di progetto redatta secondo lo schema allegato (All. 1A). Potranno partecipare all'edizione del progetto per questo anno scolastico anche le scuole già selezionate nelle passate edizioni.
I Dirigenti scolastici degli istituti che presenteranno la domanda di partecipazione avranno cura di individuare insegnanti che si rendano disponibili a realizzare le diverse fasi del progetto, a coinvolgere possibilmente i consigli di classe e a curarne poi la ricaduta e diffusione sul territorio.

Ciascun Ufficio Scolastico Regionale provvederà alla selezione dei progetti pervenuti e ne individuerà un numero pari al doppio di quello indicato nella tabella allegata (All. 1B), secondo i seguenti criteri: pertinenza rispetto alle finalità del Concorso, originalità del progetto, coinvolgimento di più discipline, collaborazione con soggetti esterni (Istituzioni, Università, Associazioni culturali, forze sociali ecc.). Ai fini della selezione delle ipotesi di progetto costituiscono ulteriori elementi di preferenza: l'inserimento nelle attività didattiche curricolari per l'insegnamento di "Cittadinanza e Costituzione" e nell'offerta formativa della scuola (POF), la ricerca svolta in gruppo, l'esplicitazione delle azioni previste per una sua diffusione e utilizzazione sul territorio, anche al fine di individuare nelle Regioni di appartenenza delle scuole partecipanti possibili iniziative di formazione, da attuare in collaborazione con la Conferenza dei Presidenti delle Assemblee legislative delle Regioni e delle Province autonome.

Entro venerdì 7 novembre 2014 ogni Ufficio Scolastico Regionale trasmetterà, preferibilmente in formato digitale, al Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca - Direzione generale per gli ordinamenti e la valutazione del sistema nazionale di istruzione -Progetto e Concorso "Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione",all'attenzione del prof. Giuseppe Caratozzolo, Viale Trastevere 76/A - 00153 Roma, l'elenco delle scuole selezionate con le relative ipotesi di progetto, oltre all'elenco di tutti gli istituti che hanno presentato la domanda di partecipazione (compresi quindi quelli non selezionati) e ai riferimenti del
referente dell'U.S.R. che seguirà il progetto stesso.

Il Gruppo di coordinamento del Progetto, composto da funzionari dei due rami del Parlamento e del Ministero, provvederà a individuare, nell'ambito delle scuole selezionate dagli Uffici Scolastici Regionali ed assicurando un'equa distribuzione sul territorio, gli istituti scolastici in numero massimo di sessanta che proseguiranno il percorso e che verranno avvisati dell'avvenuta selezione.

Un docente per ciascuno degli istituti selezionati verrà successivamente invitato presso le sedi parlamentari ad un seminario di due giornate, durante le quali, nel corso di incontri con senatori, deputati, esperti e rappresentanti del MIUR, si affronteranno in prospettiva didattica questioni e tematiche inerenti lo sviluppo dei progetti presentati. Tali docenti saranno i referenti dell'iniziativa per ciascuna scuola e dovranno coordinare, anche con la collaborazione dei colleghi,
l'attività dei propri studenti, fino alla realizzazione del prodotto finale.

Alle sessanta scuole è richiesta la presentazione di un elaborato in formato esclusivamente digitale (per esempio: video - di durata non superiore a 5 minuti -, presentazioni multimediali - per un massimo di 30 slide, e-book, siti Internet, blog, app, etc.).

Tali elaborati devono essere accompagnati a pena di esclusione dai seguenti allegati:

  • una relazione illustrativa che ne sintetizzi il contenuto (lunghezza massima 2.000 caratteri spazi compresi);
  • un breve diario dei lavori che documenti il percorso di ricerca condotto dalla scuola;
  • una foto della classe in alta risoluzione (formato file);
  • due immagini (formato file) che simboleggino graficamente il progetto realizzato, da utilizzare per allestire la mostra dei lavori pervenuti;
  • l'attestazione circa l'acquisizione della liberatoria all'uso delle immagini e dei dati personali ai sensi della normativa sulla privacy.

L'elaborato e i relativi allegati richiesti dovranno essere registrati su un supporto di memorizzazione digitale - CD-ROM o DVD in duplice copia - oppure su chiavetta memoria USB e inviati entro venerdì 27 marzo 2015 a: Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca - Direzione generale per gli ordinamenti e la valutazione del sistema nazionale di istruzione - Progetto e Concorso "Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione",
all'attenzione del prof. Giuseppe Caratozzolo, Viale Trastevere 76/A - 00153 Roma.

L'attività didattica sarà sostenuta, durante l'intero anno scolastico, mediante la predisposizione di un apposito forum telematico (vedi www.progettocostituzione.net) al fine di stimolare lo scambio di esperienze tra i docenti referenti dei progetti, favorire la collaborazione tra le scuole coinvolte, nonché facilitare l'interazione con gli organizzatori. I docenti e gli studenti potranno inoltre avvalersi dell'ampio materiale documentario messo a disposizione dai due rami del Parlamento sulla Piattaforma didattica della Costituzione italiana, a cui si accede dai seguenti siti: www.senato.it, www.camera.it e www.progettocostituzione.net. Su quest'ultimo sito saranno,
inoltre, consultabili una selezione di prodotti presentati nelle passate edizioni.

Un Comitato di valutazione composto da parlamentari e rappresentanti del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, procederà all'esame dei lavori.
Lo stesso Comitato individuerà gli elaborati vincitori in base ai seguenti criteri di giudizio:

1. conoscenza e valorizzazione della Costituzione;
2. ricerca e rielaborazione culturale;
3. originalità ideativa e progettuale;
4. efficacia didattica e comunicativa;
5. coinvolgimento e ricaduta nel territorio.

I lavori selezionati dal Comitato di valutazione verranno premiati durante la Cerimonia conclusiva dell'iniziativa che, per l'anno scolastico 2014-2015, si terrà presso il Senato della Repubblica. Uno specifico riconoscimento sarà previsto per l'utilizzo delle più avanzate tecnologie informatiche, a fini dell'innovazione e dello sviluppo delle metodologie didattiche, con il conferimento del premio speciale "Marta Genoviè de Vita".

Alle giornate conclusive saranno presenti tutte le scuole selezionate con una delegazione composta dal Dirigente scolastico, dal Docente referente del progetto e da due studenti in rappresentanza della classe o delle classi che hanno realizzato i lavori. Per l'organizzazione degli incontri e delle attività previste dal Progetto, la Direzione
generale per gli ordinamenti e la valutazione del sistema nazionale di istruzione del MIUR, la Camera dei Deputati e il Senato della Repubblica si avvarranno della collaborazione dell'Istituto statale di Istruzione Superiore "Federico Caffè" di Roma. Tutto il materiale inviato per la partecipazione al Progetto e Concorso potrà essere utilizzato liberamente dai soggetti promotori nell'ambito delle proprie attività istituzionali.

Progetto Lezioni di Costituzione