Camera dei deputati

Vai al contenuto

Sezione di navigazione

Menu di ausilio alla navigazione

MENU DI NAVIGAZIONE PRINCIPALE

Vai al contenuto

INIZIO CONTENUTO

MENU DI NAVIGAZIONE DELLA SEZIONE

Salta il menu

Speciale Provvedimenti

Istituzioni e diritti fondamentali
Regioni, autonomie e servizi pubblici locali
Distacco del comune di Sappada dalla regione Veneto e aggregazione alla regione Friuli-Venezia Giulia
informazioni aggiornate a lunedì, 18 dicembre 2017

La legge 5 dicembre 2017, n. 182 dispone il distacco del comune di Sappada dalla regione Veneto alla regione Friuli-Venezia Giulia, sulla base della procedura prevista dall'articolo 132, secondo comma, della Costituzione.

La legge 5 dicembre 2017, n. 182

La legge 182/2017 dispone il distacco del comune di Sappada dalla regione Veneto e la sua aggregazione alla regione Friuli-Venezia Giulia.

Sappada (Plodn nel dialetto tedesco locale) è un comune della provincia di Belluno di 1.306 abitanti (censimento 2011). Isola linguistica tedesca, appartiene alla provincia di Belluno dal 1852 ma la comunità fa parte dell'Arcidiocesi di Udine (http://www.plodn.info).

Il provvedimento si inserisce nella procedura prevista dall'articolo 132, secondo comma, della Costituzione, che consente, con legge della Repubblica, sentiti i consigli regionali e previa approvazione con referendum della maggioranza delle popolazioni interessate, il distacco dei comuni che ne facciano richiesta da una regione e la loro aggregazione ad un'altra. Tale procedura è integrata dagli articoli 41-46 della legge sul referendum (L. 352/1970) che prevede, tra l'altro, che, in caso di esito positivo, entro 60 giorni dal referendum il Ministro dell'interno presenta al Parlamento il relativo disegno di legge (art. 45, 4° comma).

La legge dispone (al comma 1) il distacco del comune di Sappada dalla regione Veneto e l'aggregazione alla regione Friuli-Venezia Giulia nell'ambito della provincia di Udine.

Conseguentemente, dall'entrata in vigore della legge, ogni riferimento alla regione e alla provincia di appartenenza del comune di Sappada, presente in disposizioni legislative riguarderà, rispettivamente, il Friuli-Venezia Giulia e Udine, e non più il Veneto e Belluno (comma 2).
 

L'attuazione della legge è demandata ad un regolamento governativo, ai sensi dell'art. 17, comma 1, della legge 400/1988, da adottarsi entro 180 giorni dalla data di entrata in vigore della legge (comma 3).

Gli oneri del provvedimento sono quantificati in 705.000 euro a decorrere dal 2017 e sono posti a carico del fondo speciale di parte corrente iscritto, ai fini del bilancio triennale 2017-2019, nell'ambito del programma «Fondi di riserva e speciali» della missione «Fondi da ripartire» dello stato di previsione del Ministero dell'economia e delle finanze per l'anno 2017, allo scopo parzialmente utilizzando l'accantonamento relativo al medesimo Ministero (comma 4).

Si prevede infine che la legge entri in vigore il giorno successivo a quello di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale (comma 5).

Dossier
Atti di interesse