Camera dei deputati

Vai al contenuto

Sezione di navigazione

Menu di ausilio alla navigazione

MENU DI NAVIGAZIONE PRINCIPALE

Vai al contenuto

INIZIO CONTENUTO

MENU DI NAVIGAZIONE DELLA SEZIONE

Salta il menu

Speciale Provvedimenti

Diritto e giustizia
Commissione: II Giustizia
Diritto e giustizia
Disposizioni per la protezione dei testimoni di giustizia
informazioni aggiornate a martedì, 2 gennaio 2018

Il 21 dicembre 2017 il Senato ha approvato definitivamente una proposta di legge di riforma della disciplina sui testimoni di giustizia (A.S. 2740). Il provvedimento era già stato approvato dalla Camera nel mese di marzo 2017 (A.C. 3500).

Il contenuto della riforma

Allo scopo di sottolineare le differenze con la disciplina sui collaboratori di giustizia  il provvedimento approvato  introduce nell'ordinamento una normativa speciale integralmente dedicata ai testimoni di giustizia.

A tale opzione non ha, tuttavia, corrisposto l'integrale abrogazione delle disposizioni sui testimoni contenute nella normativa quadro in materia - il D.L. n. 8/1991 (conv. dalla L. n. 82/1991) - cui, invece, viene fatto rinvio per quanto non disciplinato dal provvedimento.

La proposta di legge (28 articoli suddivisi in quattro Capi) fa proprie gran parte delle proposte che la Commissione parlamentare antimafia, all'esito delle criticità rilevate nel corso delle audizioni svolte, ha esplicitato nella Relazione sul sistema di protezione dei testimoni di giustizia (DOC XXIII, n. 4) approvata dalla stessa Commissione nella seduta del 21 ottobre 2014.

Tra le principali novità previste si segnalano, in particolare:
• la definizione del testimone di giustizia, ancorata a parametri più stringenti;
• la personalizzazione e gradualità delle misure; in tale ambito è data preferenza nell'adozione di misure di tutela nella località di origine rispetto al trasferimento in località protetta, adottato col programma di protezione;
• la possibilità per il testimone di godere di misure di sostegno economico anche nel luogo di residenza, in presenza di riduzione della capacità di reddito (attualmente garantite dal solo programma di protezione);
• l'introduzione di misure a salvaguardia dell'impresa del testimone;
• l'istituzione di una figura, il referente del testimone di giustizia, che garantisca a questi un riferimento certo nei rapporti con le istituzioni, assicurando una piena assistenza al testimone per tutte le sue necessità;
• l'introduzione di un termine di durata massima delle misure.

Dossier
Documenti e risorse WEB