Camera dei deputati

Vai al contenuto

Sezione di navigazione

Menu di ausilio alla navigazione

MENU DI NAVIGAZIONE PRINCIPALE

Vai al contenuto

INIZIO CONTENUTO

MENU DI NAVIGAZIONE DELLA SEZIONE

Salta il menu

Speciale Provvedimenti

Istituzioni e diritti fondamentali
Diritti e libertà fondamentali
Registro pubblico delle moschee e albo nazionale degli imam
informazioni aggiornate a venerdì, 23 febbraio 2018

Presso la Camera dei deputati, nel corso della XVII legislatura, è stato oggetto di ampia istruttoria l'iter di alcune proposte di legge volte a regolamentare la costituzione di moschee e l'attività degli imam, prevedendo in particolare l'istituzione di un albo nazionale: l'esame in Commissione si è poi concluso con il mandato al relatore a riferire in senso contrario e l'Assemblea ha approvato una questione pregiudiziale di costituzionalità.

Il contenuto della proposta di legge sulle Moschee edil registro degli imam

La proposta di legge A.C. 2976-A   è stata esaminata dall'Assemblea della Camera il 27 e 28 novembre 2017 per la quota riservata all'opposizione. 

La I Commissione Affari costituzionali della Camera nella seduta del 21 novembre 2017  aveva approvato due identici emendamenti interamente soppressivi dell'articolato della proposta di legge, conferendo pertanto al relatore il mandato a riferire in Assemblea in senso contrario sul provvedimento.  

La proposta di legge, composta di 11 articoli, aveva l'obiettivo di regolamentare la costituzione di moschee e l'attività degli imam.

A tal fine, la proposta di legge prevedeva:

  • l'istituzione di un registro pubblico delle moschee in Italia, alla cui iscrizione provvede il Ministro dell'interno, previa verifica degli elementi e della documentazione da parte delle prefetture;
  • il controllo da parte del prefetto sulle moschee registrate, anche con riguardo alle attività compiute all'interno delle moschee;
  • l'istituzione dell'albo nazionale degli imam, la cui iscrizione è disposta dal Ministero dell'interno a seguito dell'accertamento dei requisiti necessari;
  • l'istituzione di una Commissione per l'albo degli imam che, tra i vari compiti, rilascia l'attestato di idoneità necessario per presentare l'istanza di iscrizione all'albo;
  • disposizioni per la formazione di coloro che già esercitano la funzione di imam e per coloro che intendono svolgerla.

L'iter parlamentare si è concluso quando l'Assemblea della Camera, nella seduta del 28 novembre, ha accolto una questione di pregiudizialità costituzionale presentata sulla proposta di legge.