Camera dei deputati

Vai al contenuto

Sezione di navigazione

Menu di ausilio alla navigazione

MENU DI NAVIGAZIONE PRINCIPALE

Vai al contenuto

INIZIO CONTENUTO

MENU DI NAVIGAZIONE DELLA SEZIONE

Salta il menu

Commissioni bicamerali

Sono Commissioni parlamentari previste dalla legge e composte da Senatori e da Deputati, nel rispetto del principio di proporzionalità; se previsto dalla legge, vi deve essere assicurata anche la rappresentanza di tutti i gruppi.
Si possono distinguere in:

  • Commissioni direttamente previste dalla Costituzione o da leggi costituzionali. La Commissione parlamentare per le questioni regionali, di cui all’art. 126 della Costituzione, è sentita in relazione al decreto motivato del Presidente della Repubblica che dispone lo scioglimento di un Consiglio regionale o la rimozione di un Presidente di Giunta regionale. La legge e i regolamenti parlamentari ne prevedono ulteriori competenze: ad esempio, la Commissione esprime pareri sui progetti di legge e su schemi di atti normativi del Governo all’esame delle commissioni permanenti. Il Comitato parlamentare per i procedimenti d’accusa, di cui alle Leggi costituzionali 11 marzo 1953, n. 1 (art. 12) e 16 gennaio 1989, n. 1 (art. 3), ha il compito di istruire il procedimento di posizione in stato di accusa per alto tradimento o attentato alla Costituzione nei confronti del Presidente della Repubblica.
  • Commissioni d'indirizzo, vigilanza e controllo. Istituite con legge, svolgono funzioni originali in relazione a settori o materie specifiche. Si ricordano la Commissione parlamentare per l’indirizzo generale e la vigilanza sui servizi radiotelevisivi, la Commissione parlamentare per l'infanzia e l’adolescenza, la Commissione di vigilanza sull'anagrafe tributaria, la Commissione parlamentare di controllo sull'attività degli enti gestori di forme obbligatorie di previdenza e assistenza sociale, il Comitato parlamentare di controllo sull'attuazione dell'accordo di Schengen, di vigilanza sull'attività di Europol, di controllo e vigilanza in materia d'immigrazione e il Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica.
  • Commissioni consultive, istituite con legge per l’esame di specifici atti del Governo: sono istituite nella corrente legislatura la Commissione parlamentare per la semplificazione, prevista dall’art. 14 della legge 28 novembre 2005, n. 246, con le competenze ivi previste, e la Commissione parlamentare sul federalismo fiscale, prevista dall’art. 3 della legge 5 maggio 2009, n. 42, con le competenze ivi previste.
Vedi anche