Commissione parlamentare per le questioni regionali - Mercoledý 4 febbraio 2009


Pag. 124

ALLEGATO 1

Delega al Governo finalizzata all'ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico e alla efficienza e trasparenza delle pubbliche amministrazioni nonché disposizioni integrative delle funzioni attribuite al Consiglio nazionale dell'economia e del lavoro e alla Corte dei conti (Nuovo testo C. 2031 Governo, approvato dal Senato).

PARERE APPROVATO DALLA COMMISSIONE

La Commissione parlamentare per le questioni regionali,
esaminato, per i profili di propria competenza, il nuovo testo del disegno di legge C. 2031, approvato dal Senato, in corso di esame presso le Commissioni I e XI della Camera, recante delega al governo finalizzata all'ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico, su cui la Commissione ha espresso parere alla 1a Commissione del Senato in data 21 ottobre 2008;
considerato che la disciplina del lavoro pubblico recata dal provvedimento è ascrivibile all'articolo 117 della Costituzione, comma secondo, lettere g) ed l), che attribuiscono alla potestà legislativa esclusiva dello Stato, rispettivamente, la «organizzazione amministrativa dello Stato e degli enti pubblici nazionali» e l'«ordinamento civile»; rilevato altresì che il comma terzo attribuisce alla potestà legislativa concorrente tra Stato e Regioni la «tutela del lavoro»;
esprime

PARERE FAVOREVOLE

con le seguenti osservazioni:
a) valuti la Commissione di merito l'opportunità di precisare che, in materia di lavoro presso le pubbliche amministrazioni regionali e locali, i decreti legislativi di cui all'articolo 1, comma 2, del provvedimento, volti a riformare la disciplina del rapporto di lavoro dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni, sono sempre adottati d'intesa con la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, e non invece nei soli casi ivi previsti, al fine di salvaguardare le prerogative riconosciute in materia alle autonomie territoriali;
b) valuti altresì la Commissione di merito l'opportunità di introdurre nel testo in esame apposita norma che stabilisca che la legislazione regionale recepisce le previsioni del provvedimento in titolo previa verifica delle piante organiche del personale delle amministrazioni delle regioni.


Pag. 125

ALLEGATO 2

DL 3/09: Disposizioni urgenti per lo svolgimento per l'anno 2009 delle consultazioni elettorali e referendarie (S. 1341 Governo).

PARERE APPROVATO DALLA COMMISSIONE

La Commissione parlamentare per le questioni regionali,
esaminato, per i profili di propria competenza, il disegno di legge di conversione del decreto-legge 27 gennaio 2009, n. 3, in corso di esame presso la 1a Commissione del Senato, recante disposizioni urgenti per lo svolgimento nell'anno 2009 delle consultazioni elettorali e referendarie;
rilevato il contenuto dell'articolato, che regola l'eventuale contemporaneo svolgimento delle elezioni europee ed amministrative, reca norme sul voto dei cittadini temporaneamente fuori dal territorio dell'Unione europea, per motivi di servizio o missioni internazionali, in occasione delle elezioni dei membri del Parlamento europeo spettanti all'Italia e disciplina la funzionalità delle commissioni e sottocommissioni elettorali circondariali;
esprime

PARERE FAVOREVOLE.


Pag. 126

ALLEGATO 3

DL 200/08: Misure urgenti in materia di semplificazione normativa (S. 1342 Governo, approvato dalla Camera).

PARERE APPROVATO DALLA COMMISSIONE

La Commissione parlamentare per le questioni regionali,
esaminato, per i profili di propria competenza, il disegno di legge di conversione del decreto-legge 22 dicembre 2008, n. 200, approvato dalla Camera, in corso di esame presso la 1a Commissione del Senato, recante misure urgenti in materia di semplificazione normativa;
considerato che il provvedimento reca norme riconducibili alle materie «Organi dello Stato», «Ordinamento e organizzazione amministrativa dello Stato e degli enti pubblici nazionali», «Coordinamento informativo, statistico e informatico dei dati dell'amministrazione statale, regionale e locale» che, ai sensi dell'articolo 117 della Costituzione, secondo comma, lettere f), g) ed r), rientrano in ambiti di competenza esclusiva statale;
valutato l'articolo 1, comma 1, del testo in esame, che stabilisce, in ordine alla normativa regionale, che il Ministro coopera con la Conferenza dei presidenti delle assemblee legislative delle regioni e delle province autonome;
esprime

PARERE FAVOREVOLE

con la seguente osservazione:
valuti la Commissione di merito l'opportunità di precisare l'ambito e la portata delle previsioni di cui all'articolo 1, con specifico riferimento alle attività di «convergenza» e «razionalizzazione» della normativa regionale.