Commissione parlamentare per le questioni regionali - Resoconto di mercoledý 4 febbraio 2009


Pag. 121

INDAGINE CONOSCITIVA

Mercoledì 4 febbraio 2009. - Presidenza del vicepresidente Mario PEPE, indi del presidente Davide CAPARINI.

La seduta comincia alle 15.10.

Indagine conoscitiva sull'attuazione dell'articolo 119 della Costituzione in relazione al nuovo assetto di competenze riconosciute alle regioni ed alle autonomie locali in materia di federalismo fiscale.

Audizione del presidente della Regione autonoma Valle d'Aosta, Augusto Rollandin.
(Svolgimento e conclusione).

Mario PEPE (PD), presidente, propone che la pubblicità dei lavori sia assicurata anche mediante impianti audiovisivi a circuito chiuso.
Non essendovi obiezioni, ne dispone l'attivazione.
Introduce, quindi, l'audizione.

Augusto ROLLANDIN, presidente della Regione autonoma Valle d'Aosta, riferisce sui temi oggetto dell'audizione.


Pag. 122

Intervengono, per porre quesiti e formulare osservazioni, i deputati Mario PEPE (PD) e Luciano PIZZETTI (PD), nonché il senatore Alberto FILIPPI (LNP).

Augusto ROLLANDIN, presidente della Regione autonoma Valle d'Aosta, fornisce ulteriori precisazioni.

Davide CAPARINI (LNP) presidente, ringrazia il presidente della Regione autonoma Valle d'Aosta, i colleghi intervenuti e conclude l'audizione.

La seduta termina alle 15.50.

N.B.: Il resoconto stenografico della seduta è pubblicato in un fascicolo a parte.

SEDE CONSULTIVA

Mercoledì 4 febbraio 2009. - Presidenza del presidente Davide CAPARINI.

La seduta comincia alle 15.50.

Delega al Governo finalizzata all'ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico e alla efficienza e trasparenza delle pubbliche amministrazioni nonché disposizioni integrative delle funzioni attribuite al Consiglio nazionale dell'economia e del lavoro e alla Corte dei conti.
(Nuovo testo C. 2031 Governo, approvato dal Senato).

(Parere alle Commissioni riunite I e XI della Camera).
(Seguito esame e conclusione - Parere favorevole con osservazioni).

La Commissione prosegue l'esame del provvedimento in oggetto.

Il senatore Alberto FILIPPI (LNP), relatore, richiama i contenuti della proposta di parere sul testo in esame da lui predisposta (vedi Bollettino delle Giunte e Commissioni parlamentari della seduta di martedì 3 febbraio 2009).

Il deputato Luciano PIZZETTI (PD), dopo aver deplorato la posizione di chiusura assunta dal Governo rispetto alle proposte avanzate dai gruppi di opposizione nel corso dei lavori delle commissioni di merito, dichiara il proprio voto contrario sulla proposta di parere del relatore.

Nessun altro chiedendo di intervenire, la Commissione approva la proposta di parere del relatore (vedi allegato 1).

DL 3/09: Disposizioni urgenti per lo svolgimento per l'anno 2009 delle consultazioni elettorali e referendarie.
(S. 1341 Governo).

(Parere alla 1a Commissione del Senato).
(Esame e conclusione - Parere favorevole).

La Commissione inizia l'esame del provvedimento in oggetto.

Davide CAPARINI (LNP), presidente e relatore, illustra i contenuti del provvedimento; in ordine agli specifici profili di competenza della Commissione, segnala che l'articolo 1 mira ad introdurre disposizioni per consentire, nell'anno 2009, il contemporaneo svolgimento delle elezioni dei membri del Parlamento europeo spettanti all'Italia con il primo turno di elezioni amministrative, anticipando l'inizio della votazione per tutte le consultazioni abbinate sin dal pomeriggio di sabato, per poi chiudere la votazione alle ore 22 della domenica. Rileva che la disposizione rende possibile l'abbinamento, ma non lo impone, lasciando la possibilità di fissare, da parte del Ministro dell'interno per gli enti delle regioni a statuto ordinario e da parte delle regioni a statuto speciale, date di votazione per le consultazioni amministrative diverse da quelle fissate per le elezioni dei membri del Parlamento europeo spettanti all'Italia. Osserva che l'articolo 2 consente, ai cittadini temporaneamente fuori dal territorio dell'Unione europea, per motivi di servizio o missioni internazionali, in occasione delle elezioni dei membri del Parlamento europeo spettanti all'Italia, l'esercizio del diritto di voto per corrispondenza qualora appartenenti alle


Pag. 123

seguenti categorie di elettori: militari ed appartenenti alle Forze di polizia impegnati in missioni internazionali; dipendenti delle Amministrazioni dello Stato, di regioni e delle province autonome e loro familiari conviventi; professori e ricercatori universitari e loro familiari conviventi. Si sofferma quindi sull'articolo 4, che assicura, per l'anno 2009, la possibilità di funzionamento delle commissioni elettorali circondariali, competenti in materia di revisione delle liste degli elettori e sull'ammissione delle liste dei candidati alle elezioni comunali, anche in caso di assenza dei membri o nel corso del rispettivo procedimento di decadenza.
Formula, quindi, una proposta di parere favorevole (vedi allegato 2).

Nessuno chiedendo di intervenire, la Commissione approva la proposta di parere del relatore.

DL 200/08: Misure urgenti in materia di semplificazione normativa.
(S. 1342 Governo, approvato alla Camera).

(Parere alla 1a Commissione del Senato).
(Esame e conclusione - Parere favorevole con osservazione).

La Commissione inizia l'esame del provvedimento in oggetto.

Davide CAPARINI (LNP), presidente e relatore, riferisce sul testo in esame, approvato dalla Camera e su cui la Commissione ha espresso parere alla I Commissione della Camera in data 20 gennaio 2009. In ordine agli specifici profili di competenza della Commissione, segnala che l'articolo 1 reca nuove disposizioni organizzative aventi ad oggetto le attività di informatizzazione e classificazione della normativa vigente al fine di realizzare una banca dati pubblica e gratuita di tale normativa. Evidenzia che sono attribuite al ministro per la semplificazione normativa competenze generali di iniziativa, di promozione e di coordinamento sulle attività in materia. Fa notare che tali competenze sono esercitate «sulla base delle intese già acquisite» tra la Presidenza del Consiglio e le Presidenze delle due Camere. Per ciò che attiene alla normativa regionale, il Ministro coopera con la Conferenza dei presidenti delle assemblee legislative delle regioni e delle province autonome.
Formula, quindi, una proposta di parere favorevole (vedi allegato 3).

Il deputato Luciano PIZZETTI (PD) manifesta riserve sull'eccessivo ricorso da parte del Governo alla decretazione d'urgenza; ritiene, in particolare, che la disciplina recata dal provvedimento in esame non necessiti l'emanazione di un decreto-legge.

Nessun altro chiedendo di intervenire, la Commissione approva la proposta di parere del relatore.

La seduta termina alle 16.