XVII LEGISLATURA

Allegato A

Seduta di Martedì 12 settembre 2017

COMUNICAZIONI

Missioni valevoli nella seduta del 12 settembre 2017.

      Adornato, Angelino Alfano, Gioacchino Alfano, Alfreider, Alli, Amendola, Amici, Artini, Baldelli, Baretta, Bellanova, Dorina Bianchi, Bindi, Biondelli, Bobba, Bocci, Bonifazi, Michele Bordo, Borletti Dell'Acqua, Boschi, Matteo Bragantini, Bratti, Bressa, Brunetta, Caparini, Capelli, Casero, Castelli, Castiglione, Catania, Causin, Antimo Cesaro, Cicchitto, Cirielli, Coppola, Costantino, D'Alia, Dambruoso, Damiano, De Maria, De Micheli, Del Basso De Caro, Dellai, Epifani, Faraone, Fedriga, Ferranti, Ferrara, Fico, Fioroni, Gregorio Fontana, Fontanelli, Franceschini, Gandolfi, Garofani, Gasparini, Gelli, Gentiloni Silveri, Giachetti, Giacomelli, Giancarlo Giorgetti, Gozi, Lorenzo Guerini, La Russa, Laforgia, Locatelli, Lorenzin, Lotti, Lupi, Madia, Manciulli, Marazziti, Mazziotti Di Celso, Meta, Migliore, Morassut, Orlando, Pes, Pisicchio, Portas, Quaranta, Rampelli, Ravetto, Realacci, Francesco Saverio Romano, Rosato, Domenico Rossi, Rughetti, Sanga, Scalfarotto, Scanu, Schullian, Sereni, Speranza, Tabacci, Tidei, Tofalo, Simone Valente, Valeria Valente, Velo, Vignali, Villecco Calipari.

Annunzio di proposte di legge.

      In data 3 agosto 2017 sono state presentate alla Presidenza le seguenti proposte di legge d'iniziativa dei deputati:
          PASTORELLI: «Agevolazioni fiscali per l'impiego di sistemi di intelligenza artificiale nella produzione di beni» (4621);
          CAPELLI ed altri: «Disposizioni in materia di assistenza sanitaria per le persone con grave disabilità fisica» (4622);
          CAPELLI ed altri: «Istituzione di un'imposta sui grandi patrimoni» (4623).
          In data 4 agosto 2017 sono state presentate alla Presidenza le seguenti proposte di legge d'iniziativa dei deputati:
          MERLO e BORGHESE: «Disposizioni per la promozione, il sostegno e la valorizzazione delle manifestazioni di rievocazione storica» (4624);
          VIGNAROLI: «Modifiche al codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, di cui al decreto legislativo 6 settembre 2011, n.  159, e al decreto-legge 24 giugno 2014, n.  90, convertito, con modificazioni, dalla legge 11 agosto 2014, n.  116, per la prevenzione della corruzione» (4625).

      In data 5 settembre 2017 è stata presentata alla Presidenza la seguente proposta di legge d'iniziativa dei deputati:
          GALLINELLA ed altri: «Disciplina dell'attività di enoturismo» (4632).

      In data 7 settembre 2017 è stata presentata alla Presidenza la seguente proposta di legge d'iniziativa dei deputati:
          ARTINI ed altri: «Istituzione del sistema nazionale di sicurezza cibernetica» (4633).

      In data 11 settembre 2017 è stata presentata alla Presidenza la seguente proposta di legge d'iniziativa della deputata:
          BRAMBILLA: «Modifiche al codice della strada, di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n.  285, e alla legge 15 gennaio 1992, n.  21, concernenti l'abolizione del servizio di piazza con veicoli a trazione animale» (4634).
          Saranno stampate e distribuite.

Annunzio di disegni di legge.

      In data 29 agosto 2017 sono stati presentati alla Presidenza i seguenti disegni di legge:
      dai Ministri degli affari esteri e della cooperazione internazionale e della giustizia:
          «Ratifica ed esecuzione dell'Accordo bilaterale tra la Repubblica italiana e la Bosnia ed Erzegovina aggiuntivo alla Convenzione europea di estradizione del 13 dicembre 1957, inteso ad ampliarne e facilitarne l'applicazione, fatto a Roma il 19 giugno 2015» (4627);
          «Ratifica ed esecuzione dei seguenti trattati: a) Accordo bilaterale aggiuntivo tra la Repubblica italiana e la Repubblica di Macedonia alla Convenzione europea di estradizione del 13 dicembre 1957, inteso ad ampliarne e facilitarne l'applicazione, fatto a Skopje il 25 luglio 2016; b) Accordo bilaterale aggiuntivo tra la Repubblica italiana e la Repubblica di Macedonia alla Convenzione europea di assistenza giudiziaria in materia penale del 20 aprile 1959, inteso a facilitarne l'applicazione, fatto a Skopje il 25 luglio 2016» (4628);
          «Ratifica ed esecuzione dei seguenti trattati: a) Trattato di estradizione tra il Governo della Repubblica italiana ed il Governo della Repubblica del Costa Rica, fatto a Roma il 27 maggio 2016; b) Trattato di assistenza giudiziaria in materia penale tra il Governo della Repubblica italiana ed il Governo della Repubblica del Costa Rica, fatto a Roma il 27 maggio 2016» (4629);
          «Ratifica ed esecuzione dei seguenti trattati: a) Trattato di estradizione tra il Governo della Repubblica italiana ed il Governo della Repubblica dell'Ecuador, fatto a Quito il 25 novembre 2015; b) Trattato di assistenza giudiziaria in materia penale tra il Governo della Repubblica italiana ed il Governo della Repubblica dell'Ecuador, fatto a Quito il 25 novembre 2015» (4630);
      dal Ministro della giustizia:
          «Disposizioni in materia di equo compenso e clausole vessatorie nel settore delle prestazioni legali» (4631).

      Saranno stampati e distribuiti.

Annunzio di proposte di legge d'iniziativa regionale.

      In data 18 agosto 2017 è stata presentata alla Presidenza, ai sensi dell'articolo 121 della Costituzione, la seguente proposta di legge:
          PROPOSTA DI LEGGE D'INIZIATIVA DEL CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO: «Abrogazione della legge 2 agosto 1999, n.  264, “norme in materia di accesso ai corsi universitari” per eliminare le prove di ammissione ai corsi universitari» (4626).

      Sarà stampata e distribuita.

Adesione di deputati a proposte di legge.

      La proposta di legge BERNARDO ed altri: «Introduzione dell'articolo 16-ter del testo unico delle imposte sui redditi, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n.  917, in materia di detrazione delle spese per interventi straordinari di “sistemazione a verde” di aree scoperte di pertinenza delle unità immobiliari private» (3800) è stata successivamente sottoscritta dalla deputata Gadda.

      La proposta di legge BERRETTA ed altri: «Disposizioni in materia di equo compenso per le prestazioni professionali degli avvocati» (4574) è stata successivamente sottoscritta dalla deputata Amoddio.

Ritiro di proposte di legge.

      In data 12 settembre il deputato Artini ha comunicato, anche a nome dei cofirmatari, di ritirare la seguente proposta di legge:
          ARTINI ed altri: «Istituzione del sistema nazionale di sicurezza cibernetica» (3544).

      La proposta di legge sarà pertanto cancellata dall'ordine del giorno.

Trasmissioni dal Senato.

      In data 3 agosto 2017 il Presidente del Senato ha trasmesso alla Presidenza il seguente disegno di legge:
          S. 2834. – «Delega al Governo per il recepimento delle direttive europee e l'attuazione di altri atti dell'Unione europea – Legge di delegazione europea 2016-2017» (approvato dal Senato) (4620).

      Sarà stampato e distribuito.

Assegnazione di progetti di legge a Commissioni in sede referente.

      A norma del comma 1 dell'articolo 72 del Regolamento, i seguenti progetti di legge sono assegnati, in sede referente, alle sottoindicate Commissioni permanenti:

          II Commissione (Giustizia):
      BONAFEDE: «Modifiche al codice della navigazione concernenti l'esercizio dei poteri di polizia e delle funzioni di polizia giudiziaria per il contrasto di attività criminali compiute in mare» (4458) Parere delle Commissioni I, III, IV (ex articolo 73, comma 1-bis, del Regolamento), V, VI, VII, VIII, IX, XII e XIV;
      D'AGOSTINO: «Modifica dell'articolo 423-bis del codice penale, in materia di incendio boschivo» (4592) Parere delle Commissioni I e VIII;
      CARFAGNA: «Modifica all'articolo 162-ter del codice penale, in materia di estinzione del reato per condotte riparatorie» (4606) Parere della I Commissione;
      «Disposizioni in materia di equo compenso e clausole vessatorie nel settore delle prestazioni legali» (4631) Parere delle Commissioni I, V, VI, X e XIV.

          III Commissione (Affari esteri):
      «Ratifica ed esecuzione dei seguenti trattati: a) Accordo tra la Repubblica italiana e l'Organizzazione internazionale di diritto per lo sviluppo (IDLO) relativo alla sede dell'organizzazione, fatto a Roma il 14 giugno 2017; b) Scambio di lettere tra Repubblica italiana e ICCROM aggiuntivo all'Accordo di Parigi del 27 aprile 1957 e allo Scambio di note del 7 gennaio 1963 sull'istituzione e lo status giuridico del Centro internazionale di studi per la conservazione ed il restauro dei beni culturali, fatto a Roma il 17 marzo 2017; c) Scambio di note tra il Governo della Repubblica italiana e la Multinational Force and Observers (MFO) emendativo dell'Accordo di sede del 12 giugno 1982, fatto a Roma il 7 e 8 giugno 2017; d) Carta istitutiva del Forum internazionale dell'energia (IEF), con Allegato, fatta a Riad il 22 febbraio 2011; e) Memorandum d'intesa tra la Repubblica italiana e il Consiglio d'Europa circa l'Ufficio del Consiglio d'Europa a Venezia e il suo status giuridico, fatto a Strasburgo il 14 giugno 2017» (4609) Parere delle Commissioni I, II, IV, V, VI, VII e X.

          IV Commissione (Difesa):
      CAPARINI ed altri: «Ripristino del servizio militare e civile obbligatorio in tempo di pace e delega al Governo per la sua attuazione» (4594) Parere delle Commissioni I, V, VII, VIII, XI (ex articolo 73, comma 1-bis, del Regolamento, relativamente alle disposizioni in materia previdenziale) e della Commissione parlamentare per le questioni regionali.

          VII Commissione (Cultura):
      ALBANELLA ed altri: «Concessione di un contributo per l'organizzazione del Bellini Teatro Festival di Catania» (4597) Parere delle Commissioni I, V e della Commissione parlamentare per le questioni regionali.

          X Commissione (Attività produttive):
      ALLASIA ed altri: «Disposizioni a tutela dei consumatori in materia di fatturazione a conguaglio per l'erogazione di energia elettrica, gas e servizi idrici» (4596) Parere delle Commissioni I, II (ex articolo 73, comma 1-bis, del Regolamento, per le disposizioni in materia di sanzioni), V, VIII (ex articolo 73, comma 1-bis, del Regolamento), XIV e della Commissione parlamentare per le questioni regionali;
      BORGHESE e MERLO: «Disposizioni in materia di etichettatura, di controllo di qualità e di utilizzo dell'indicazione “Made in Italy” dei prodotti tessili, della pelletteria e calzaturieri» (4603) Parere delle Commissioni I, V, VI (ex articolo 73, comma 1-bis, del Regolamento, per gli aspetti attinenti alla materia tributaria), VIII, XI, XII, XIV e della Commissione parlamentare per le questioni regionali.

          XI Commissione (Lavoro):
      TINAGLI ed altri: «Disposizioni per la regolamentazione dell'esercizio del diritto di sciopero nel settore dei trasporti pubblici e modifiche all'articolo 20 della legge 20 maggio 1970, n.  300, in materia di assemblee sindacali» (4576) Parere delle Commissioni I, V, IX, X e della Commissione parlamentare per le questioni regionali;
      SIMONETTI ed altri: «Modifiche all'articolo 12 del decreto-legge 31 maggio 2010, n.  78, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n.  122, in materia di adeguamento dei requisiti di accesso al sistema pensionistico agli incrementi della speranza di vita» (4600) Parere delle Commissioni I, II e V.

          Commissioni riunite I (Affari costituzionali) e V (Bilancio):
      CASTELLI ed altri: «Modifica all'allegato 1 al decreto legislativo 23 giugno 2011, n.  118, in materia di introduzione del principio di partecipazione per la formazione dei bilanci delle regioni e degli enti locali. Istituzione del Fondo per la democrazia partecipativa» (4532) Parere delle Commissioni II, VIII, XII e della Commissione parlamentare per le questioni regionali.

          Commissioni riunite IX (Trasporti) e X (Attività produttive):
      S. 2603. – Senatori CROSIO ed altri: «Nuove disposizioni in materia di iscrizione e funzionamento del registro delle opposizioni e istituzione di un prefisso unico nazionale per le chiamate telefoniche a scopo promozionale e di ricerche di mercato» (approvata dalla 8a Commissione permanente del Senato) (4619) Parere delle Commissioni I, II (ex articolo 73, comma 1-bis, del Regolamento, per le disposizioni in materia di sanzioni), V e XIV.

Assegnazione di una proposta di inchiesta parlamentare a Commissione in sede referente.

      A norma del comma 1 dell'articolo 72 del Regolamento, la seguente proposta di inchiesta parlamentare è assegnata, in sede referente, alla sottoindicata Commissione permanente:

          IV Commissione (Difesa):
      SCANU ed altri: «Modifiche alla deliberazione della Camera dei deputati 30 giugno 2015, recante istituzione di una Commissione parlamentare di inchiesta sui casi di morte e di gravi malattie che hanno colpito il personale italiano impiegato in missioni militari all'estero, nei poligoni di tiro e nei siti di deposito di munizioni, in relazione all'esposizione a particolari fattori chimici, tossici e radiologici dal possibile effetto patogeno e da somministrazione di vaccini, con particolare attenzione agli effetti dell'utilizzo di proiettili all'uranio impoverito e della dispersione nell'ambiente di nanoparticelle di minerali pesanti prodotte dalle esplosioni di materiale bellico e a eventuali interazioni» (Doc XXII, n.  80) – Parere delle Commissioni I, V e XII.

Assegnazione del disegno di legge di delegazione europea e della relazione consuntiva sulla partecipazione dell'Italia all'Unione europea, ai sensi dell'articolo 126-ter del Regolamento.

      A norma degli articoli 72, comma 1, e 126-ter, comma 1, del Regolamento, il seguente disegno di legge è assegnato, in sede referente, alla XIV Commissione (Politiche dell'Unione europea), con il parere di tutte le altre Commissioni permanenti e della Commissione parlamentare per le questioni regionali:
          S. 2834 – «Delega al Governo per il recepimento delle direttive europee e l'attuazione di altri atti dell'Unione europea – Legge di delegazione europea 2016-2017» (Approvato dal Senato) (4620).

      A norma dell'articolo 126-ter, comma 1, del Regolamento, è altresì assegnata alla XIV Commissione, con il parere di tutte le altre Commissioni permanenti e della Commissione parlamentare per le questioni regionali, la relazione consuntiva sulla partecipazione dell'Italia all'Unione europea, riferita all'anno 2016 (Doc. LXXXVII, n.  5), di cui è stato dato annuncio nell’Allegato A al resoconto della seduta del 7 aprile 2017.

Cancellazione dall'ordine del giorno di un disegno di legge di conversione.

      In data 17 agosto 2017 il seguente disegno di legge è stato cancellato dall'ordine del giorno, essendo decorsi i termini di conversione del relativo decreto-legge, di cui all'articolo 77 della Costituzione: «Conversione in legge del decreto-legge 16 giugno 2017, n.  89, recante interventi urgenti per assicurare la parità di trattamento dei creditori nel contesto di una ricapitalizzazione precauzionale nel settore creditizio» (4554).

Modifica dell'assegnazione di un progetto di atto dell'Unione europea.

      Su richiesta della II Commissione (Giustizia) e della X Commissione (Attività produttive), la proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio che conferisce alle autorità garanti della concorrenza degli Stati membri poteri di applicazione più efficace e assicura il corretto funzionamento del mercato interno (COM(2017) 142 final), corredata dal relativo documento di lavoro dei servizi della Commissione – Sintesi della valutazione d'impatto (SWD(2017) 115 final), già assegnata, ai sensi dell'articolo 127 del Regolamento, alla X Commissione (Attività produttive), con il parere della XIV Commissione (Politiche dell'Unione europea), è assegnata, ai sensi del medesimo articolo 127, alle Commissioni riunite II (Giustizia) e X (Attività produttive), con il parere della predetta XIV Commissione.

Trasmissioni dal Presidente del Senato.

      Il Presidente del Senato, con lettere in data 2 e 3 agosto 2017, ha comunicato che sono state approvate, ai sensi dell'articolo 144, commi 1 e 6, del Regolamento del Senato, le seguenti risoluzioni:
          risoluzione della 13a Commissione (Territorio) sulla relazione della Commissione al Parlamento europeo, al Consiglio, al Comitato economico e sociale europeo e al Comitato delle regioni sull'attuazione del piano d'azione per l'economia circolare (COM(2017) 33 final) (atto Senato Doc. XVIII, n.  211), che è trasmessa alla VIII Commissione (Ambiente);
          risoluzione della 8a Commissione (Lavori pubblici) sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio relativo alla tutela della concorrenza nel settore del trasporto aereo, che abroga il regolamento (CE) n.  868/2004 (COM(2017) 289 final) (atto Senato Doc. XVIII, n.  212), che è trasmessa alla IX Commissione (Trasporti) e alla XIV Commissione (Politiche dell'Unione europea);
          risoluzione della 8a Commissione (Lavori pubblici) sulla proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica la direttiva 1999/62/CE, relativa alla tassazione a carico di autoveicoli pesanti adibiti al trasporto di merci su strada per l'uso di alcune infrastrutture (COM(2017) 275 final), sulla proposta di direttiva del Consiglio che modifica la direttiva 1999/62/CE, relativa alla tassazione a carico di autoveicoli pesanti adibiti al trasporto di merci su strada per l'uso di alcune infrastrutture, per quanto riguarda determinate disposizioni concernenti le tasse sugli autoveicoli (COM(2017) 276 final), sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica il regolamento (CE) n.  561/2006 per quanto riguarda le prescrizioni minime in materia di periodi di guida massimi giornalieri e settimanali, di interruzioni minime e di periodi di riposo giornalieri e settimanali e il regolamento (UE) n.  165/2014 per quanto riguarda il posizionamento per mezzo dei tachigrafi (COM(2017) 277 final), sulla proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica la direttiva 2006/22/CE per quanto riguarda le prescrizioni di applicazione e fissa norme specifiche per quanto riguarda la direttiva 96/71/CE e la direttiva 2014/67/UE sul distacco dei conducenti nel settore del trasporto su strada (COM(2017) 278 final), sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio concernente il monitoraggio e la comunicazione dei dati relativi al consumo di carburante e alle emissioni di CO2 dei veicoli pesanti nuovi (COM(2017) 279 final), sulla proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio concernente l'interoperabilità dei sistemi di telepedaggio stradale e intesa ad agevolare lo scambio transfrontaliero di informazioni sul mancato pagamento dei pedaggi stradali nell'Unione (rifusione) (COM(2017) 280 final), sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica i regolamenti (CE) n.  1071/2009 e (CE) n.  1072/2009 per adeguarli all'evoluzione del settore (COM(2017) 281 final) e sulla proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica la direttiva 2006/1/CE relativa all'utilizzazione di veicoli noleggiati senza conducente per il trasporto di merci su strada (COM(2017) 282 final) (atto Senato Doc. XVIII, n.  213), che è trasmessa alla VIII Commissione (Ambiente), alla IX Commissione (Trasporti), alla XI Commissione (Lavoro) e alla XIV Commissione (Politiche dell'Unione europea);
          risoluzione della 13a Commissione (Territorio) sulla relazione della Comunicazione della Commissione al Parlamento europeo, al Consiglio, al Comitato economico e sociale europeo e al Comitato delle regioni – Il ruolo della termovalorizzazione nell'economia circolare (COM(2017) 34 final) (atto Senato Doc. XVIII, n.  214), che è trasmessa alla VIII Commissione (Ambiente).

Trasmissione dalla Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati.

      Il Presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati, con lettera in data 3 agosto 2017, ha inviato – ai sensi dell'articolo 1, comma 2, della legge 7 gennaio 2014, n.  1 – la relazione «L'inchiesta tra dati e risultati. Rendiconto sull'attività svolta (9 settembre 2014-30 giugno 2017)», approvata in pari data dalla Commissione medesima.

      Il predetto documento sarà stampato e distribuito (Doc. XXIII, n.  27).

Trasmissioni dalla Corte dei conti.

      Il Presidente della Sezione di controllo per gli affari comunitari ed internazionali della Corte dei conti, con lettera in data 4 agosto 2017, ha trasmesso, ai sensi dell'articolo 3, comma 6, della legge 14 gennaio 1994, n.  20, la deliberazione n.  15/2017 del 2-3 agosto 2017, con la quale la Sezione stessa ha approvato la relazione speciale concernente la partecipazione italiana al Programma «Joint Strike Fighter F35 Lightning II».

      Questo documento è trasmesso alla IV Commissione (Difesa) e alla V Commissione (Bilancio).

      Il Presidente della Sezione centrale di controllo sulla gestione delle Amministrazioni dello Stato della Corte dei conti, con lettera in data 8 agosto 2017, ha trasmesso, ai sensi dell'articolo 3, comma 6, della legge 14 gennaio 1994, n.  20, la deliberazione n.  11/2017 dell'11-26 luglio 2017, con la quale la Sezione stessa ha approvato la relazione concernente l'utilizzo dell'Anagrafe dei rapporti finanziari ai fini dell'attività di controllo fiscale.

      Questo documento è trasmesso alla V Commissione (Bilancio) e alla VI Commissione (Finanze).

      Il Presidente della Sezione centrale di controllo sulla gestione delle Amministrazioni dello Stato della Corte dei conti, con lettera in data 9 agosto 2017, ha trasmesso, ai sensi dell'articolo 3, comma 6, della legge 14 gennaio 1994, n.  20, la deliberazione n.  12/2017 del 25 luglio-8 agosto 2017, con la quale la Sezione stessa ha approvato la relazione concernente il fondo per la competitività e lo sviluppo e le agevolazioni industriali in favore delle imprese operanti in Sicilia.

      Questo documento è trasmesso alla V Commissione (Bilancio) e alla X Commissione (Attività produttive).

Trasmissione dal Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale.

      Il Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale ha trasmesso decreti ministeriali recanti variazioni di bilancio tra capitoli dello stato di previsione del medesimo Ministero, autorizzate, in data 13 giugno e 20 luglio 2017, ai sensi dell'articolo 23, comma 1, della legge 27 dicembre 2002, n.  289, e dell'articolo 33, comma 4-quinquies, della legge 31 dicembre 2009, n.  196.

      Questi decreti sono trasmessi alla III Commissione (Affari esteri) e alla V Commissione (Bilancio).

Trasmissione dal Ministro della salute.

      Il Ministro della salute, con lettera in data 2 agosto 2017, ha trasmesso, ai sensi dell'articolo 8, comma 3, della legge 5 giugno 1990, n.  135, la relazione sullo stato di attuazione delle strategie attivate per fronteggiare l'infezione da HIV, riferita all'anno 2016 (Doc. XCVII, n.  6).

      Questa relazione è trasmessa alla XII Commissione (Affari sociali).

Trasmissione dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali.

      Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali ha trasmesso un decreto ministeriale recante variazioni di bilancio tra capitoli dello stato di previsione del medesimo Ministero, autorizzate, in data 2 agosto 2017, ai sensi dell'articolo 23, comma 1, della legge 27 dicembre 2002, n.  289.

      Questo decreto è trasmesso alla V Commissione (Bilancio) e alla XIII Commissione (Agricoltura).

Trasmissione dal Ministro dell'economia e delle finanze.

      Il Ministro dell'economia e delle finanze, con lettera in data 2 agosto 2017, ha trasmesso, ai sensi dell'articolo 3, comma 68, della legge 24 dicembre 2007, n.  244, la relazione sullo stato della spesa, sull'efficacia nell'allocazione delle risorse e sul grado di efficienza dell'azione amministrativa svolta dal Ministero dell'economia e delle finanze, riferita all'anno 2016 (Doc. CLXIV, n.  53).

      Questa relazione è trasmessa alla I Commissione (Affari costituzionali), alla V Commissione (Bilancio) e alla VI Commissione (Finanze).

      Il Ministro dell'economia e delle finanze, con lettera in data 3 agosto 2017, ha trasmesso, ai sensi dell'articolo 26, comma 5, della legge 23 dicembre 1999, n.  488, la relazione concernente i risultati ottenuti in materia di razionalizzazione della spesa per l'acquisto di beni e servizi per le pubbliche amministrazioni, riferita all'anno 2016 (Doc. CLXV, n.  5).

      Questa relazione è trasmessa alla V Commissione (Bilancio).

Trasmissioni dal Ministro dell'interno.

      Il Ministro dell'interno, con lettera in data 3 agosto 2017, ha trasmesso, ai sensi dell'articolo 146, comma 2, del testo unico di cui al decreto legislativo 18 agosto 2000, n.  267, la relazione sull'attività svolta dalle commissioni per la gestione straordinaria degli enti sciolti per infiltrazione e condizionamenti di tipo mafioso, riferita agli anni 2015 e 2016 (Doc. LXXXVIII, n.  2).

      Questa relazione è trasmessa alla I Commissione (Affari Costituzionali).

      Il Ministro dell'interno, con lettera in data 8 agosto 2017, ha trasmesso, ai sensi dell'articolo 3, comma 68, della legge 24 dicembre 2007, n.  244, la relazione sullo stato della spesa, sull'efficacia nell'allocazione delle risorse e sul grado di efficienza dell'azione amministrativa svolta dal Ministero dell'interno, corredata dal rapporto sull'attività di analisi e revisione delle procedure di spesa e dell'allocazione delle relative risorse in bilancio, di cui all'articolo 9, comma 1-ter, del decreto-legge 29 novembre 2008, n.  185, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 gennaio 2009, n.  2, riferita all'anno 2016 (Doc. CLXIV, n.  54).

      Questa relazione è trasmessa alla I Commissione (Affari costituzionali) e alla V Commissione (Bilancio).

Trasmissione dal Ministro del lavoro e delle politiche sociali.

      Il Ministro del lavoro e delle politiche sociali, con lettera in data 4 agosto 2017, ha trasmesso, ai sensi dell'articolo 30, quinto comma, della legge 20 marzo 1975, n.  70, la relazione sull'attività svolta, sul bilancio di previsione e sulla consistenza degli organici dell'Istituto nazionale della previdenza sociale (INPS) e dell'Istituto nazionale per l'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro (INAIL), riferita all'anno 2017, corredata dai relativi allegati.

      Questa relazione è trasmessa alla XI Commissione (Lavoro).

Trasmissione dal Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare.

      Il Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, con lettera in data 4 agosto 2017, ha trasmesso, ai sensi dell'articolo 30, quinto comma, della legge 20 marzo 1975, n.  70, la relazione sull'attività svolta, sui bilanci di previsione e sulla consistenza degli organici degli Enti parco nazionali, riferita all'anno 2016, corredata dai relativi allegati.

      Questa relazione è trasmessa alla VIII Commissione (Ambiente).

      Il Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, con lettera in data 30 agosto 2017, ha trasmesso, ai sensi dell'articolo 13, comma 3, del decreto-legge 29 dicembre 2011, n.  216, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 febbraio 2012, n.  14, la relazione sul funzionamento del Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (SISTRI), aggiornata al 30 giugno 2017 (Doc. CCXXI, n.  7).

      Questa relazione è trasmessa alla VIII Commissione (Ambiente).

Trasmissione dal Ministro delle infrastrutture e dei trasporti.

      Il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, con lettera in data 10 agosto 2017, ha trasmesso, ai sensi dell'articolo 50 della legge 23 luglio 2009, n.  99, la relazione concernente l'andamento del processo di liberalizzazione dei servizi a terra negli aeroporti civili, riferita al secondo semestre del 2016 (Doc. LXXI-bis, n.  6).

      Questa relazione è trasmessa alla IX Commissione (Trasporti).

Trasmissione dal Ministro della giustizia.

      Il Ministro della giustizia, con lettera in data 21 agosto 2017, ha trasmesso, ai sensi dell'articolo 19 della legge 30 giugno 2009, n.  85, la relazione sull'attività del laboratorio centrale per la banca dati nazionale del DNA, aggiornata al 30 giugno 2016 (Doc. CLXI, n.  4).

      Questa relazione è trasmessa alla I Commissione (Affari costituzionali) e alla II Commissione (Giustizia).

Trasmissioni dalla Ministra per i rapporti con il Parlamento.

      Il Ministro per le riforme costituzionali e i rapporti con il Parlamento, con lettera in data 28 agosto 2017, ha trasmesso, ai sensi dell'articolo 5, comma 3, lettera a-bis), della legge 23 agosto 1988, n.  400, la relazione sullo stato di esecuzione delle pronunce della Corte europea dei diritti dell'uomo nei confronti dello Stato italiano, riferita all'anno 2016 (Doc. LXXXIV, n.  5).

      Questa relazione è trasmessa alle Commissioni I (Affari costituzionali), II (Giustizia), III (Affari esteri), VIII (Ambiente) e XII (Affari sociali).

      La Ministra per i rapporti con il Parlamento, con lettera in data 28 agosto 2017, ha trasmesso, ai sensi dell'articolo 12, comma 1, del decreto legislativo 25 febbraio 1999, n.  66, le relazioni d'inchiesta dell'Agenzia nazionale per la sicurezza del volo concernenti:
          l'incidente occorso a un aeromobile a Volturara Appula (Foggia) il 16 settembre 2015;
          l'incidente occorso a un aeromobile presso Arzana (Ogliastra) il 21 agosto 2015.

      Queste relazioni sono trasmesse alla IX Commissione (Trasporti).

Trasmissione dal Ministero dell'interno.

      Il Ministero dell'interno, con lettera del 28 agosto 2017, ha trasmesso una nota relativa all'attuazione data, per la parte di propria competenza, alle mozioni BRUNETTA ed altri n.  1/01560, CIVATI ed altri n.  1/01646, MELILLA ed altri n.  1/01648, ALTIERI ed altri n.  1/01649, RAMPELLI ed altri n.  1/01650, ROSATO ed altri n.  1/01652, TANCREDI e BOSCO n.  1/01656, PARISI ed altri n.  1/01657 e alla risoluzione PASTORELLI ed altri n.  6/00336, accolte dal Governo ed approvate dall'Assemblea nella seduta del 4 luglio 2017, nonché all'ordine del giorno D'AGOSTINO n.  9/4444-A/86, accolto dal Governo nella seduta dell'Assemblea del 31 maggio 2017, concernenti iniziative volte a garantire il funzionamento delle province.

      La suddetta nota è a disposizione degli onorevoli deputati presso il Servizio per il Controllo parlamentare ed è trasmessa alla I Commissione (Affari costituzionali) competente per materia.

Annunzio della trasmissione di atti alla Corte costituzionale.

      Nel mese di agosto 2017 sono pervenute ordinanze emesse da autorità giurisdizionali per la trasmissione alla Corte costituzionale di atti relativi a giudizi di legittimità costituzionale.

      Questi documenti sono trasmessi alla Commissione competente.

Trasmissioni dal Dipartimento per le politiche europee della Presidenza del Consiglio dei ministri.

      Il Dipartimento per le politiche europee della Presidenza del Consiglio dei ministri, in data 23 e 29 agosto 2017, ha trasmesso, ai sensi dell'articolo 6, commi 4 e 5, della legge 24 dicembre 2012, n.  234, le seguenti relazioni concernenti progetti di atti dell'Unione europea, che sono trasmesse alle sottoindicate Commissioni:
          relazione in merito alla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che istituisce un sistema centralizzato per individuare gli Stati membri in possesso di informazioni sulle condanne pronunciate a carico di cittadini di paesi terzi e apolidi (TCN) e integrare e sostenere il sistema europeo di informazione sui casellari giudiziali (sistema ECRIS-TCN), e che modifica il regolamento (UE) n.  1077/2011 (COM(2017) 344 final) – alla II Commissione (Giustizia) e alla XIV Commissione (Politiche dell'Unione europea);
          relazione in merito alla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio relativo all'Agenzia europea per la gestione operativa dei sistemi IT su larga scala nello spazio di libertà, sicurezza e giustizia, che modifica il regolamento (CE) n.  1987/2006 e la decisione 2007/533/GAI del Consiglio e che abroga il regolamento (UE) n.  1077/2011 (COM(2017) 352 final) – alla I Commissione (Affari costituzionali).

Annunzio di progetti di atti dell'Unione europea.

      La Commissione europea, nel periodo dal 2 agosto all'11 settembre 2017, ha trasmesso, in attuazione del Protocollo sul ruolo dei Parlamenti allegato al Trattato sull'Unione europea, i seguenti progetti di atti dell'Unione stessa, nonché atti preordinati alla formulazione degli stessi, che sono assegnati, ai sensi dell'articolo 127 del Regolamento, alle sottoindicate Commissioni, con il parere della XIV Commissione (Politiche dell'Unione europea):
          alla I Commissione (Affari costituzionali):
      Relazione della Commissione al Parlamento europeo, al Consiglio europeo e al Consiglio – Quattordicesima relazione sulla ricollocazione e il reinsediamento (COM(2017) 405 final), corredata dai relativi allegati (COM(2017) 405 final – Annexes 1, 2, 3 e 4);
      Comunicazione della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio – Revisione intermedia del quadro dell'Unione europea per le strategie nazionali di integrazione dei Rom (COM(2017) 458 final);
          alla II Commissione (Giustizia):
      Proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che sostituisce l'allegato A del regolamento (UE) 2015/848 relativo alle procedure di insolvenza (COM(2017) 422 final), corredata dal relativo allegato (COM(2017) 422 final – Annex 1);
          alla III Commissione (Affari esteri):
      Comunicazione della Commissione al Parlamento europeo, al Consiglio e alla Corte dei conti – Conti annuali del Fondo europeo di sviluppo – Esercizio 2016 (COM(2017) 364 final);
      Proposta di decisione del Consiglio relativa alla posizione che deve essere adottata, a nome dell'Unione europea, in sede di comitato amministrativo della convenzione TIR con riguardo alla proposta di modifica della convenzione doganale relativa al trasporto internazionale di merci accompagnate da carnet TIR (COM(2017) 408 final), corredata dal relativo allegato (COM(2017) 408 final – Annex 1);
      Proposte di decisione del Consiglio relative rispettivamente alla firma, a nome dell'Unione europea e dei suoi Stati membri, e all'applicazione provvisoria nonché alla conclusione, a nome dell'Unione europea e dei suoi Stati membri, del protocollo dell'accordo di partenariato e di cooperazione che istituisce un partenariato tra le Comunità europee e i loro Stati membri, da una parte, e la Repubblica del Kirghizistan, dall'altra, per tener conto dell'adesione della Repubblica di Croazia all'Unione europea (COM(2017) 412 final e COM(2017) 413 final), corredate dai rispettivi allegati (COM(2017) 412 final – Annex 1 e COM(2017) 413 final – Annex 1);
      Raccomandazione di decisione del Consiglio che approva la conclusione da parte della Commissione europea, a nome della Comunità europea dell'energia atomica, del protocollo dell'accordo di partenariato e di cooperazione che istituisce un partenariato tra le Comunità europee e i loro Stati membri, da una parte, e la Repubblica del Kirghizistan, dall'altra, per tener conto dell'adesione della Repubblica di Croazia all'Unione europea (COM(2017) 414 final);
      Proposta di decisione del Consiglio sulla posizione da adottare a nome dell'Unione europea in sede di Consiglio internazionale dello zucchero con riguardo alla proroga dell'accordo internazionale sullo zucchero del 1992 (COM(2017) 416 final);
      Proposte di decisione del Consiglio relative rispettivamente alla conclusione nonché alla firma a nome dell'Unione europea, di un accordo tra l'Unione europea e la Confederazione svizzera concernente il collegamento dei rispettivi sistemi di scambio di quote di emissione di gas a effetto serra (COM(2017) 427 final e COM(2017) 428 final), corredate dai rispettivi allegati (COM(2017) 427 final – Annex 1 e COM(2017) 428 final – Annex 1);
      Proposte di decisione del Consiglio relative rispettivamente alla firma, a nome dell'Unione, e all'applicazione provvisoria nonché alla conclusione di un accordo di cooperazione scientifica e tecnologica tra l'Unione europea e la Repubblica araba d'Egitto volto a stabilire i termini e le condizioni della partecipazione della Repubblica araba d'Egitto al partenariato per la ricerca e l'innovazione nell'area del Mediterraneo (PRIMA) (COM(2017) 429 final e COM(2017) 430 final), corredate dai rispettivi allegati (COM(2017) 429 final – Annex 1 e COM(2017) 430 final – Annex 1);
      Proposte di decisione del Consiglio relative rispettivamente alla conclusione nonché alla firma, a nome dell'Unione, e all'applicazione provvisoria di un accordo di cooperazione scientifica e tecnologica tra l'Unione europea e la Repubblica algerina democratica e popolare volto a stabilire i termini e le condizioni della partecipazione della Repubblica algerina democratica e popolare al partenariato per la ricerca e l'innovazione nell'area del Mediterraneo (PRIMA) (COM(2017) 431 final e COM(2017) 432 final), corredate dai rispettivi allegati (COM(2017) 431 final – Annex 1 e COM(2017) 432 final – Annex 1);
      Proposte di decisione del Consiglio relative rispettivamente alla conclusione nonché alla firma, a nome dell'Unione, e all'applicazione provvisoria di un accordo di cooperazione scientifica e tecnologica tra l'Unione europea e la Repubblica libanese volto a stabilire i termini e le condizioni della partecipazione della Repubblica libanese al partenariato per la ricerca e l'innovazione nell'area del Mediterraneo (PRIMA) (COM(2017) 433 final e COM(2017) 435 final), corredate dai rispettivi allegati (COM(2017) 433 final – Annex 1 e COM(2017) 435 final – Annex 1);
      Proposte di decisione del Consiglio relative rispettivamente alla conclusione nonché alla firma, a nome dell'Unione, di un accordo di cooperazione scientifica e tecnologica tra l'Unione europea e il Regno hascemita di Giordania volto a stabilire i termini e le condizioni della partecipazione del Regno hascemita di Giordania al partenariato per la ricerca e l'innovazione nell'area del Mediterraneo (PRIMA) (COM(2017) 434 final e COM(2017) 436 final), corredate dai rispettivi allegati (COM(2017) 434 final – Annex 1 e COM(2017) 436 final – Annex 1);
      Proposta di decisione del Consiglio relativa alla posizione da adottare a nome dell'Unione europea alla dodicesima riunione della conferenza delle parti della convenzione sulla conservazione delle specie migratrici della fauna selvatica riguardo alle proposte di emendamento degli allegati della convenzione presentate da varie parti (COM(2017) 455 final);
      Proposta di decisione del Consiglio relativa alla posizione da adottare a nome dell'Unione europea in sede di Organizzazione internazionale della vigna e del vino (COM(2017) 457 final), corredata dal relativo allegato (COM(2017) 457 final – Annex 1);
      Proposta di decisione del Consiglio sulla posizione da adottare a nome dell'Unione europea nelle prossime tre riunioni della Commissione baleniera internazionale, incluse le relative riunioni e azioni intersessionali (COM(2017) 463 final), corredata dal relativo allegato (COM(2017) 463 final – Annex 1);
      Proposta di decisione del Consiglio che modifica la decisione (UE) 2017/... del Consiglio, del 27 maggio 2017, relativa alla firma, a nome dell'Unione europea, e all'applicazione provvisoria dell'accordo bilaterale tra l'Unione europea e gli Stati Uniti d'America su misure prudenziali in materia di assicurazione e riassicurazione (COM(2017) 499 final);
          alla V Commissione (Bilancio):
      Comunicazione della Commissione al Parlamento europeo, al Consiglio e alla Corte dei conti – Conti annuali consolidati dell'Unione europea – Esercizio 2016 (COM(2017) 365 final);
      Relazione della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio sul seguito dato al discarico per l'esercizio 2015 (Sintesi) (COM(2017) 379 final);
      Relazione della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio sulle statistiche congiunturali conformemente all'articolo 14, paragrafo 2, del regolamento (UE) n.  1165/98 del Consiglio (COM(2017) 411 final);
      Relazione della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio sull'esercizio del potere di adottare atti delegati conferito alla Commissione dal regolamento (UE) n.  549/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al Sistema europeo dei conti nazionali e regionali nell'Unione europea (COM(2017) 423 final);
      Relazione della Commissione al Consiglio – Relazione sul meccanismo dell'Unione che fornisce sostegno finanziario a medio termine alle bilance dei pagamenti degli Stati membri ai sensi dell'articolo 10 del regolamento (CE) n.  332/2002 del Consiglio (COM(2017) 459 final);
      Progetto di bilancio rettificativo n.  5 al bilancio generale 2017 che assicura il finanziamento a favore del Fondo europeo per lo sviluppo sostenibile (EFSD) e incrementa la riserva per aiuti d'urgenza a seguito della revisione del regolamento sul quadro finanziario pluriennale (COM(2017) 485 final);
          alla VI Commissione (Finanze):
      Proposta di decisione di esecuzione del Consiglio recante modifica della decisione di esecuzione 2011/335/UE che autorizza la Repubblica di Lituania ad applicare una misura di deroga all'articolo 287 della direttiva 2006/112/CE relativa al sistema comune d'imposta sul valore aggiunto (COM(2017) 410 final);
      Proposta di decisione di esecuzione del Consiglio che modifica la decisione di esecuzione 2014/797/UE che autorizza la Repubblica di Estonia ad applicare una misura di deroga all'articolo 26, paragrafo 1, lettera a), e agli articoli 168 e 168-bis della direttiva 2006/112/CE relativa al sistema comune d'imposta sul valore aggiunto (COM(2017) 421 final);
      Proposta di decisione di esecuzione del Consiglio che autorizza la Romania ad applicare una misura speciale di deroga all'articolo 287 della direttiva 2006/112/CE relativa al sistema comune d'imposta sul valore aggiunto (COM(2017) 426 final);
      Proposta di decisione di esecuzione del Consiglio che autorizza la Repubblica di Polonia a introdurre una misura speciale di deroga all'articolo 193 della direttiva 2006/112/CE relativa al sistema comune d'imposta sul valore aggiunto (COM(2017) 451 final);
      Relazione della Commissione al Consiglio, alla Banca centrale europea, al Comitato europeo per il rischio sistemico e al Parlamento europeo sul monitoraggio degli sviluppi nel mercato UE dei servizi di revisione legale dei conti destinati agli enti di interesse pubblico a norma dell'articolo 27 del regolamento (UE) n.  537/2014 (COM(2017) 464 final);
          alla VIII Commissione (Ambiente):
      Relazione della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio sulla valutazione intermedia del meccanismo unionale di protezione civile per il periodo 2014-2016 (COM(2017) 460 final);
          alla X Commissione (Attività produttive):
      Relazione della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio sull'applicazione del regolamento (CE) n.  295/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo alle statistiche strutturali sulle imprese (COM(2017) 419 final);
      Proposta di decisione del Consiglio recante modifica della decisione 2003/76/CE che stabilisce le disposizioni necessarie all'attuazione del protocollo, allegato al trattato che istituisce la Comunità europea, relativo alle conseguenze finanziarie della scadenza del trattato CECA e al fondo di ricerca carbone e acciaio (COM(2017) 452 final);
      Comunicazione della Commissione al Parlamento europeo, al Consiglio, al Comitato economico e sociale europeo e al Comitato delle regioni – Programma di lavoro annuale dell'Unione per la normazione europea per il 2018 (COM(2017) 453 final), corredata dal relativo allegato – Norme a sostegno della legislazione e delle politiche dell'Unione (COM(2017) 453 final – Annex 1);
          alla XII Commissione (Affari sociali):
      Relazione della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio sull'esercizio della delega conferita alla Commissione a norma del regolamento (UE) n.  609/2013 relativo agli alimenti destinati ai lattanti e ai bambini nella prima infanzia, agli alimenti a fini medici speciali e ai sostituti dell'intera razione alimentare giornaliera per il controllo del peso (COM(2017) 438 final);
          alla XIII Commissione (Agricoltura):
      Proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio recante modifica del regolamento (UE) n.  1380/2013 relativo alla politica comune della pesca (COM(2017) 424 final);
      Proposta di decisione del Consiglio relativa alla posizione da adottare, a nome dell'Unione europea, riguardo alle proposte di norme di qualità per gli ortofrutticoli da adottare in sede di gruppo di lavoro sulle norme di qualità dei prodotti agricoli della Commissione economica per l'Europa delle Nazioni Unite (WP.7 dell'UNECE) (COM(2017) 425 final);
      Relazione della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio – Decima relazione finanziaria della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio sul funzionamento del Fondo europeo agricolo di garanzia – Esercizio 2016 (COM(2017) 456 final), corredata dai relativi allegati (COM(2017) 456 final – Annexes 1 to 4);
      Proposta di regolamento del Consiglio che stabilisce, per il 2018, le possibilità di pesca per alcuni stock o gruppi di stock ittici applicabili nel Mar Baltico (COM(2017) 461 final), corredata dal relativo allegato (COM(2017) 461 final – Annex 1);
      Rettifica del regolamento delegato (UE) 2016/2095 della Commissione, del 26 settembre 2016, recante modifica del regolamento (CEE) n.  2568/91 relativo alle caratteristiche degli oli d'oliva e degli oli di sansa d'oliva nonché ai metodi ad essi attinenti (C (2017) 5330 final);
          alle Commissioni riunite I (Affari costituzionali) e II (Giustizia):
      Comunicazione della Commissione al Parlamento europeo, al Consiglio europeo e al Consiglio – Nona relazione sui progressi compiuti verso un'autentica ed efficace Unione della sicurezza (COM(2017) 407 final);
          alle Commissioni riunite VIII (Ambiente) e IX (Trasporti):
      Relazione della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio sulla possibilità di istituire uno strumento finanziario atto ad agevolare il riciclaggio delle navi sicuro e compatibile con l'ambiente (COM(2017) 420 final).

      Il Dipartimento per le politiche europee della Presidenza del Consiglio dei ministri, in data 3, 29 e 31 agosto e 5 e 7 settembre 2017, ha trasmesso, ai sensi dell'articolo 6, commi 1 e 2, della legge 24 dicembre 2012, n.  234, progetti di atti dell'Unione europea, nonché atti preordinati alla formulazione degli stessi.

      Questi atti sono assegnati, ai sensi dell'articolo 127 del Regolamento, alle Commissioni competenti per materia, con il parere, se non già assegnati alla stessa in sede primaria, della XIV Commissione (Politiche dell'Unione europea).

      Con le predette comunicazioni, il Governo ha inoltre richiamato l'attenzione sui seguenti documenti, già trasmessi dalla Commissione europea e assegnati alle competenti Commissioni, ai sensi dell'articolo 127 del Regolamento:
          Relazione della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio sulla valutazione dei rischi di riciclaggio e finanziamento del terrorismo che incidono sul mercato interno e sono connessi ad attività transfrontaliere (COM(2017) 340 final);
          Proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio sul prodotto pensionistico individuale paneuropeo (COM(2017) 343 final);
          Relazione della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio sul funzionamento dell'agenzia europea per la gestione operativa dei sistemi IT su larga scala nello spazio di libertà, sicurezza e giustizia (eu-LISA) (COM(2017) 346 final);
          Relazione della Commissione – Controllo dell'applicazione del diritto dell'Unione europea – Relazione annuale 2016 (COM(2017) 370 final);
          Proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica il regolamento (UE) n.  1295/2013 che istituisce il programma Europa creativa (2014-2020) (COM(2017) 385 final);
          Relazione della Commissione al Consiglio e al Parlamento europeo – Sintesi delle relazioni annuali di attuazione dei programmi operativi cofinanziati dal Fondo di aiuti europei agli indigenti nel 2015 – (COM(2017) 404 final);
          Relazione della Commissione al Parlamento europeo, al Consiglio europeo e al Consiglio – Quattordicesima relazione sulla ricollocazione e il reinsediamento (COM(2017) 405 final);
          Comunicazione della Commissione al Parlamento europeo, al Consiglio europeo e al Consiglio – Nona relazione sui progressi compiuti verso un'autentica ed efficace Unione della sicurezza (COM(2017) 407 final);
          Relazione della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio sull'applicazione del regolamento (CE) n.  295/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo alle statistiche strutturali sulle imprese (COM(2017) 419 final);
          Proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che sostituisce l'allegato A del regolamento (UE) 2015/848 relativo alle procedure di insolvenza (COM(2017) 422 final);
          Relazione della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio sull'esercizio del potere di adottare atti delegati conferito alla Commissione dal regolamento (UE) n.  549/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al Sistema europeo dei conti nazionali e regionali nell'Unione europea (COM(2017) 423 final);
          Comunicazione della Commissione al Parlamento europeo, al Consiglio, al Comitato economico e sociale europeo e al Comitato delle regioni – Programma di lavoro annuale dell'Unione per la normazione europea per il 2018 (COM(2017) 453 final);
          Comunicazione della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio – Revisione intermedia del quadro dell'Unione europea per le strategie nazionali di integrazione dei Rom (COM(2017) 458 final);
          Relazione della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio sulla valutazione intermedia del meccanismo unionale di protezione civile per il periodo 2014-2016 (COM(2017) 460 final);
          Proposta di decisione del Parlamento europeo e del Consiglio relativa alla mobilizzazione dello strumento di flessibilità per provvedere al finanziamento del Fondo europeo per lo sviluppo sostenibile (COM(2017) 480 final).

Trasmissioni dall'Autorità garante della concorrenza e del mercato.

      Il Presidente dell'Autorità garante della concorrenza e del mercato, con lettera pervenuta in data 21 agosto 2017, ha trasmesso, ai sensi dell'articolo 21 della legge 10 ottobre 1990, n.  287, una segnalazione in merito alla disciplina della licenza nazionale ferroviaria passeggeri.

      Questa segnalazione è trasmessa alla IX Commissione (Trasporti).

      Il Presidente dell'Autorità garante della concorrenza e del mercato, con lettera pervenuta in data 21 agosto 2017, ha trasmesso, ai sensi dell'articolo 21 della legge 10 ottobre 1990, n.  287, una segnalazione in merito all'articolo 95, comma 10-bis, del decreto legislativo 18 aprile 2016, n.  50.

      Questa segnalazione è trasmessa alla VIII Commissione (Ambiente).

Annunzio di provvedimenti concernenti amministrazioni locali.

      Il Ministero dell'interno, con lettere in data 2 e 3 agosto 2017, ha trasmesso, ai sensi dell'articolo 141, comma 6, del testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali, di cui al decreto legislativo 18 agosto 2000, n.  267, i decreti del Presidente della Repubblica di scioglimento dei consigli comunali di Lucoli (L'Aquila), Nicorvo (Pavia), Pescia (Pistoia), San Pietro Vernotico (Brindisi), Scalenghe (Torino) e Vaiano Vremasco (Cremona).

      Questa documentazione è depositata presso il Servizio per i Testi normativi a disposizione degli onorevoli deputati.

Trasmissione dal Consiglio regionale della Puglia.

      Il Presidente del Consiglio regionale della Puglia, con lettera in data 3 agosto 2017, ha trasmesso, ai sensi degli articoli 24, comma 3, e 25 della legge 24 dicembre 2012, n.  234, il testo di una risoluzione, approvata dal medesimo Consiglio regionale il 31 luglio 2017, concernente la comunicazione recante il programma di lavoro della Commissione per il 2017 «Realizzare un'Europa che protegge, dà forza e difende» (COM(2016) 710 final).

      Questo documento è trasmesso alla XIV Commissione (Politiche dell'Unione europea).

Trasmissione dal Consiglio regionale dell'Abruzzo.

      Il Presidente del Consiglio regionale dell'Abruzzo, con lettera pervenuta in data 4 agosto 2017, ha trasmesso, ai sensi dell'articolo 25 della legge 24 dicembre 2012, n.  234, il testo di una risoluzione recante le osservazioni del medesimo Consiglio regionale sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che fissa le condizioni e la procedura con le quali la Commissione può richiedere alle imprese e associazioni di imprese di fornire informazioni in relazione al mercato interno e ai settori correlati (COM(2017) 257 final).

      Questo documento è trasmesso alla X Commissione (Attività produttive) e alla XIV Commissione (Politiche dell'Unione europea).

Trasmissione dalla Regione Toscana.

      La Vicepresidente della Giunta regionale della Toscana, con lettera pervenuta in data 10 agosto 2017, ha trasmesso una mozione, approvata dal Consiglio della medesima regione il 28 giugno 2017, concernente il rispetto dei diritti umani e delle libertà fondamentali nella Repubblica di Turchia.

      Questo documento è trasmesso alla III Commissione (Affari esteri).

Trasmissione dalla provincia autonoma di Bolzano.

      La Difensora civica della provincia autonoma di Bolzano, con lettera pervenuta in data 11 agosto 2017, ha trasmesso, ai sensi dell'articolo 16, comma 2, della legge 15 maggio 1997, n.  127, la relazione sull'attività svolta nell'anno 2016 (Doc. CXXVIII, n.  53).

      Questa relazione è trasmessa alla I Commissione (Affari costituzionali).

Trasmissione dal Comando generale della guardia di finanza.

      Il Comando generale della guardia di finanza ha trasmesso decreti del Ministro dell'economia e delle finanze recanti variazioni di bilancio tra capitoli dello stato di previsione del Ministero dell'economia e delle finanze, di pertinenza del centro di responsabilità «Guardia di finanza», autorizzate, in data 24 agosto 2017, ai sensi dell'articolo 1, commi 182 e 350, della legge 24 dicembre 2007, n.  244.

      Questi decreti sono trasmessi alla V Commissione (Bilancio) e alla VI Commissione (Finanze).

Comunicazioni di nomine ministeriali.

      La Presidenza del Consiglio dei ministri, con lettere in data 22 e 23 agosto 2017, ha trasmesso, ai sensi dell'articolo 19, comma 9, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n.  165, le seguenti comunicazioni concernenti il conferimento, ai sensi del comma 4 del medesimo articolo 19, di incarichi di livello dirigenziale generale, che sono trasmesse alla I Commissione (Affari costituzionali), nonché alle Commissioni sottoindicate:
          alla II Commissione (Giustizia) la comunicazione concernente i seguenti incarichi nell'ambito del Ministero della giustizia:
              al dottor Francesco Cottone, l'incarico di direttore della Direzione generale per il coordinamento delle politiche di coesione;
              al dottor Marco Del Gaudio, l'incarico di vice capo del Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria;
          alla VI Commissione (Finanze) la comunicazione concernente il seguente incarico nell'ambito del Ministero dell'economia e delle finanze:
              alla dottoressa Maria Teresa Monteduro, l'incarico di direttore della Direzione studi e ricerche economico-fiscali, nell'ambito del Dipartimento delle finanze;
          alla XI Commissione (Lavoro) la comunicazione concernente i seguenti incarichi nell'ambito del Ministero del lavoro e delle politiche sociali:
              alla dottoressa Stefania Cresti, l'incarico di direttore della Direzione generale per le politiche del personale, l'innovazione organizzativa, il bilancio – Ufficio procedimenti disciplinari;
              al dottor Romolo De Camillis, l'incarico di direttore della Direzione generale dei rapporti di lavoro e delle relazioni industriali;
              alla dottoressa Concetta Ferrari, l'incarico di direttore della Direzione generale per le politiche previdenziali e assicurative;
              al dottor Ugo Menziani, l'incarico di direttore della Direzione generale degli ammortizzatori sociali e della formazione;
              alla dottoressa Grazia Strano, l'incarico di direttore della Direzione generale dei sistemi informativi, dell'innovazione tecnologica, del monitoraggio dati e della comunicazione;
          alla XIII Commissione (Agricoltura) la comunicazione concernente il seguente incarico nell'ambito del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali:
              al dottor Salvatore Pruneddu, l'incarico di direttore della Direzione generale degli affari generali, delle risorse umane e per i rapporti con le regioni e gli enti territoriali, nell'ambito del Dipartimento delle politiche competitive, della qualità agroalimentare, ippiche e della pesca.

      Il Ministro dell'economia e delle finanze, con lettera in data 29 agosto 2017, ha trasmesso, ai sensi dell'articolo 19, comma 9, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n.  165, la comunicazione concernente il conferimento all'avvocato Ernesto Maria Ruffini, ai sensi dell'articolo 67, comma 2, del decreto legislativo 30 luglio 1999, n.  300, dell'incarico di livello dirigenziale generale di direttore dell'Agenzia delle entrate, nell'ambito del Ministero dell'economia e delle finanze.

      Questa comunicazione è trasmessa alla I Commissione (Affari costituzionali) e alla VI Commissione (Finanze).

      Il Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca, con lettera pervenuta in data 1o settembre 2017, ha trasmesso, ai sensi dell'articolo 11, comma 5, del decreto legislativo 31 dicembre 2009, n.  213, i decreti ministeriali di nomina del dottor Giovanni Biondi a presidente dell'Istituto nazionale di documentazione, innovazione e ricerca educativa (INDIRE) nonché del dottor Giovanni Di Fede e della dottoressa Maria Francesca Cellai a componenti del consiglio di amministrazione del medesimo Istituto.

      Questi decreti sono trasmessi alla VII Commissione (Cultura).

      Il Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca, con lettera pervenuta in data 1o settembre 2017, ha trasmesso, ai sensi dell'articolo 11, comma 5, del decreto legislativo 31 dicembre 2009, n.  213, i decreti ministeriali di nomina della professoressa Anna Maria Ajello a presidente dell'Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione (INVALSI) nonché del dottor Arduino Salatin e del dottor Roberto Ricci a componenti del consiglio di amministrazione del medesimo Istituto.

      Questi decreti sono trasmessi alla VII Commissione (Cultura).

Richiesta di parere parlamentare su una proposta di nomina.

      La Ministra per i rapporti con il Parlamento, con lettera in data 30 agosto 2017, ha trasmesso, ai sensi dell'articolo 1 della legge 24 gennaio 1978, n.  14, la richiesta di parere parlamentare sulla proposta di nomina dell'ingegner Angelo Sticchi Damiani a presidente dell'Automobile Club d'Italia (ACI) (115).

      Questa richiesta è assegnata, ai sensi del comma 4 dell'articolo 143 del Regolamento, alla IX Commissione (Trasporti).

Richieste di parere parlamentare su atti del Governo.

      La Ministra per i rapporti con il Parlamento, con lettera in data 2 agosto 2017, ha trasmesso, ai sensi degli articoli 1 e 17 della legge 12 agosto 2016, n.  170, la richiesta di parere parlamentare sullo schema di decreto legislativo recante attuazione della direttiva (UE) 2015/2193 relativa alla limitazione delle emissioni nell'atmosfera di taluni inquinanti originati da impianti di combustione medi nonché riordino del quadro normativo degli stabilimenti che producono emissioni in atmosfera (435).

      Questa richiesta, in data 18 agosto 2017, è assegnata, ai sensi del comma 4 dell'articolo 143 del Regolamento, alla VIII Commissione (Ambiente) nonché, ai sensi del comma 2 dell'articolo 126 del Regolamento, alla XIV Commissione (Politiche dell'Unione europea), che dovranno esprimere i prescritti pareri entro il 27 settembre 2017. È stata altresì assegnata, ai sensi del comma 2 dell'articolo 96-ter del Regolamento, alla V Commissione (Bilancio), che dovrà esprimere i propri rilievi sulle conseguenze di carattere finanziario entro il 17 settembre 2017.

      Il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, con lettera in data 27 luglio 2017, ha trasmesso, ai sensi dell'articolo 2, comma 2, della legge 1o dicembre 1997, n.  420, la richiesta di parere parlamentare sull'elenco delle proposte di istituzione e finanziamento di comitati nazionali e di edizioni nazionali per l'anno 2017 (436).

      Questa richiesta è assegnata, ai sensi del comma 4 dell'articolo 143 del Regolamento, alla VII Commissione (Cultura), che dovrà esprimere il prescritto parere entro il 12 ottobre 2017.

      Il Ministro della giustizia, con lettera in data 28 luglio 2017, ha trasmesso, ai sensi degli articoli 1, comma 3, e 43, comma 2, della legge 31 dicembre 2012, n.  247, la richiesta di parere parlamentare sullo schema di decreto ministeriale concernente regolamento recante disciplina dei corsi di formazione per l'accesso alla professione di avvocato (437).

      Questa richiesta è assegnata, ai sensi del comma 4 dell'articolo 143 del Regolamento, alla II Commissione (Giustizia), che dovrà esprimere il prescritto parere entro l'11 novembre 2017. È altresì assegnata, ai sensi del comma 2 dell'articolo 96-ter del Regolamento, alla V Commissione (Bilancio), che dovrà esprimere i propri rilievi sulle conseguenze di carattere finanziario entro il 12 ottobre 2017.

      Il Ministro dell'economia e delle finanze, con lettera in data 31 luglio, ha trasmesso, ai sensi dell'articolo 43, comma 5-quater, del decreto-legge 12 settembre 2014, n.  133, convertito, con modificazioni, dalla legge 11 novembre 2014, n.  164, la richiesta di parere parlamentare sullo schema di decreto ministeriale recante approvazione della stima delle capacità fiscali per singolo comune delle regioni a statuto ordinario e della nota metodologica relativa alla procedura di calcolo, di cui all'articolo 1, comma 380-quater, della legge 24 dicembre 2012, n.  228 (438).

      Questa richiesta è assegnata, d'intesa con il Presidente del Senato della Repubblica, ai sensi del comma 4 dell'articolo 143 del Regolamento, alla Commissione parlamentare per l'attuazione del federalismo fiscale. È altresì assegnata, ai sensi del medesimo comma 4 dell'articolo 143 del Regolamento, alla V Commissione (Bilancio). Tali Commissioni dovranno esprimere i prescritti pareri entro il 12 ottobre 2017.

      La Ministra per i rapporti con il Parlamento, con lettera in data 4 agosto 2017, ha trasmesso, ai sensi dell'articolo 4, comma 3, della legge 21 luglio 2016, n.  145, la richiesta di parere parlamentare sullo schema di decreto del Presidente del Consiglio dei ministri recante ripartizione delle risorse del fondo per il finanziamento delle missioni internazionali e degli interventi di cooperazione allo sviluppo per il sostegno dei processi di pace e di stabilizzazione (439).

      Questa richiesta è assegnata, ai sensi del comma 4 dell'articolo 143 del Regolamento, alle Commissioni riunite III (Affari esteri) e IV (Difesa), nonché, per le conseguenze di carattere finanziario, alla V Commissione (Bilancio), che dovranno esprimere i prescritti pareri entro il 2 ottobre 2017.

      Il Ministro dell'interno, con lettera in data 4 agosto 2017, ha trasmesso, ai sensi dell'articolo 1, comma 40, della legge 28 dicembre 1995, n.  549, la richiesta di parere parlamentare sullo schema di decreto ministeriale concernente il riparto dei contributi in favore delle associazioni combattentistiche vigilate dal Ministero dell'interno a valere sulle risorse iscritte nello stato di previsione della spesa del medesimo Ministero per l'anno 2017, nel capitolo 2309 – piano gestionale 1 (440).

      Questa richiesta è assegnata, ai sensi del comma 4 dell'articolo 143 del Regolamento, alla I Commissione (Affari costituzionali), che dovrà esprimere il prescritto parere entro il 2 ottobre 2017.

      Il Ministro della difesa, con lettera in data 9 agosto 2017, ha trasmesso, ai sensi dell'articolo 32, comma 2, della legge 28 dicembre 2001, n.  448, la richiesta di parere parlamentare sullo schema di decreto ministeriale concernente il riparto dello stanziamento iscritto nello stato di previsione della spesa del Ministero della difesa per l'anno 2017 relativo a contributi ad associazioni combattentistiche e d'arma (441).

      Questa richiesta è assegnata, ai sensi del comma 4 dell'articolo 143 del Regolamento, alla IV Commissione (Difesa) che dovrà esprimere il prescritto parere entro il 2 ottobre 2017.

      La Sottosegretaria di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri, con lettera in data 16 agosto 2017, ha trasmesso, ai sensi dell'articolo 7 del regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 10 marzo 1998, n.  76, le richieste di parere parlamentare sugli schemi di decreto del Presidente del Consiglio dei ministri di ripartizione della quota dell'otto per mille dell'IRPEF devoluta alla diretta gestione statale per il 2016 concernenti gli interventi relativi, rispettivamente, alla fame nel mondo (442), alle calamità naturali (443), alla conservazione dei beni culturali (444) e assistenza ai rifugiati (445).

      Le predette richieste di parere sono assegnate, ai sensi del comma 4 dell'articolo 143 del Regolamento, alla V Commissione (Bilancio), che dovrà esprimere i prescritti pareri entro il 2 ottobre 2017.

Atti di controllo e di indirizzo.

      Gli atti di controllo e di indirizzo presentati sono pubblicati nell’Allegato B al resoconto della seduta odierna.

PROPOSTA DI LEGGE: FIANO ED ALTRI: INTRODUZIONE DELL'ARTICOLO 293-BIS DEL CODICE PENALE, CONCERNENTE IL REATO DI PROPAGANDA DEL REGIME FASCISTA E NAZIFASCISTA (A.C. 3343-A)

A.C. 3343-A – Parere della I Commissione

PARERE DELLA I COMMISSIONE SULLE PROPOSTE EMENDATIVE PRESENTATE

NULLA OSTA

sull'emendamento 1.70 della Commissione e sulle proposte emendative contenute nel fascicolo n. 6.

A.C. 3343-A – Parere della V Commissione

PARERE DELLA V COMMISSIONE SUL TESTO DEL PROVVEDIMENTO E SULLE PROPOSTE EMENDATIVE PRESENTATE

Sul testo del provvedimento in oggetto:

NULLA OSTA

Sugli emendamenti trasmessi dall'Assemblea:

PARERE CONTRARIO

sull'emendamento 1.41, in quanto suscettibile di determinare nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica privi di idonea quantificazione e copertura;

NULLA OSTA

sulle restanti proposte emendative contenute nel fascicolo n. 6 e non comprese nel fascicolo n. 5, nonché sull'emendamento 1.70 della Commissione.

A.C. 3343-A – Articolo unico

ARTICOLO UNICO DELLA PROPOSTA DI LEGGE NEL TESTO DELLA COMMISSIONE

Art. 1.

      1. Nel capo II del titolo I del libro secondo del codice penale, dopo l'articolo 293 è aggiunto il seguente:
      «Art. 293-bis. – (Propaganda del regime fascista e nazifascista). – Salvo che il fatto costituisca più grave reato, chiunque propaganda le immagini o i contenuti propri del partito fascista o del partito nazionalsocialista tedesco, ovvero delle relative ideologie, anche solo attraverso la produzione, distribuzione, diffusione o vendita di beni raffiguranti persone, immagini o simboli a essi chiaramente riferiti, ovvero ne richiama pubblicamente la simbologia o la gestualità è punito con la reclusione da sei mesi a due anni.
      La pena di cui al primo comma è aumentata di un terzo se il fatto è commesso attraverso strumenti telematici o informatici».

PROPOSTE EMENDATIVE RIFERITE ALL'ARTICOLO UNICO DELLA PROPOSTA DI LEGGE

EMENDAMENTI SEGNALATI PER LA VOTAZIONE

ART. 1.

      Sopprimerlo.
1. 1. Sisto.

      Sostituirlo con il seguente:
      Art. 1. – 1. Dopo l'articolo 270-sexies del codice penale è inserito il seguente:
      «Art. 270-septies. (Integralismo islamico). Salvo che il fatto costituisca più grave reato, è punito con la reclusione da quattro a sei anni chiunque, al fine di o comunque in maniera tale da mettere in concreto pericolo la pubblica incolumità, propugna o propaganda idee dirette a sostenere sotto qualsiasi forma:
          a) l'applicazione della pena di morte per apostasia, omosessualità, adulterio o blasfemia;
          b) l'applicazione di pene quali la tortura, la mutilazione e la flagellazione;
          c) la negazione della libertà religiosa;
          d) la schiavitù, la servitù o la tratta di esseri umani.

      Nel caso di cui alla lettera d) la pena è aumentata ove la condotta di cui al primo comma si riferisca a donne o a minori.
      La stessa pena di cui al primo comma si applica a chiunque raccoglie, eroga o mette a disposizione beni o denaro destinati a essere in tutto o in parte utilizzati per sostenere organizzazioni che svolgono, anche nell'ambito di luoghi di culto, attività dirette a commettere il reato di cui al primo comma.
      È punito con la pena della reclusione da tre a cinque anni chiunque riceva, da uno Stato straniero o da organizzazione o soggetti stranieri, beni o denaro destinati a essere in tutto o in parte utilizzati al fine di commettere il reato di cui al primo comma».
1. 36. Rampelli, Cirielli, La Russa, Giorgia Meloni, Murgia, Nastri, Petrenga, Rizzetto, Taglialatela, Totaro.
(Inammissibile)

      Sostituirlo con il seguente:
      Art. 1. – (Modifiche alla legge 20 giugno 1952, n.  645 «Norme di attuazione della XII disposizione transitoria e finale, comma primo, della Costituzione»). – 1. All'articolo 4 della legge 20 giugno 1952, n.  645, sono apportate le seguenti modificazioni:
          a) al terzo comma, dopo le parole: «il mezzo della stampa» sono aggiunte le seguenti: «ovvero attraverso strumenti telematici o informatici»;
          b) dopo il quarto comma è aggiunto il seguente:
      «Chiunque propaganda le immagini o i contenuti propri del partito fascista o del partito nazionalsocialista tedesco, ovvero delle relative ideologie, attraverso la produzione, distribuzione, diffusione o vendita di beni raffiguranti persone, immagini o simboli a essi chiaramente riferiti è punito con la reclusione da sei mesi a due anni. Il presente comma non si applica quando le immagini, i contenuti o i beni abbiano, unicamente, carattere storico-culturale, artistico o architettonico».
1. 38. Ferraresi, Bonafede, Businarolo, Agostinelli, Colletti, Sarti.

      Sostituirlo con il seguente:
      Art. 1. – (Modifiche alla legge 20 giugno 1952, n.  645 «Norme di attuazione della XII disposizione transitoria e finale, comma primo, della Costituzione»). – 1. All'articolo 4 della legge 20 giugno 1952, n.  645, terzo comma, dopo le parole: «il mezzo della stampa» sono aggiunte le seguenti: «ovvero attraverso strumenti telematici o informatici».
1. 2. Ferraresi, Bonafede, Businarolo, Agostinelli, Colletti, Sarti.

      Al comma 1, capoverso «Art. 293-bis», primo comma, dopo la parola: chiunque aggiungere le seguenti: , al fine di promuovere la riorganizzazione del partito fascista.
1. 24. Parisi.

      Al comma 1, capoverso «Art. 293-bis», primo comma, dopo la parola: chiunque aggiungere le seguenti: , in modo che derivi pericolo di riorganizzazione del partito fascista.
1. 5. Ferraresi, Bonafede, Businarolo, Agostinelli, Colletti, Sarti.

      Al comma 1, capoverso «Art. 293-bis», primo comma, dopo la parola: chiunque aggiungere la seguente: , pubblicamente,
1. 26. Ferraresi, Bonafede, Businarolo, Agostinelli, Colletti, Sarti.

      Al comma 1, capoverso «Art. 293-bis», primo comma, sopprimere le parole: le immagini o.

      Conseguentemente, al medesimo comma, sopprimere le parole da:, anche solo fino a: gestualità.
1. 21. Parisi.

Al comma 1, capoverso «art. 293-bis», primo comma, sopprimere le parole: le immagini o.

Conseguentemente al medesimo capoverso sostituire la parola: richiama con le seguenti: fa comunque propaganda richiamandone.
1. 70. La Commissione.
(Approvato)

      Al comma 1, capoverso «Art. 293-bis», primo comma, sostituire le parole da: le immagini o fino alla fine del capoverso primo comma, con le seguenti: i contenuti o l'ideologia del partito fascista o del partito nazionalsocialista tedesco, anche attraverso la produzione, distribuzione, diffusione o vendita di beni raffiguranti persone, immagini o simboli a essi chiaramente riferiti, ovvero ne richiama la simbologia o la gestualità in manifestazioni pubbliche finalizzate alla propaganda è punito con la reclusione da sei mesi a un anno.

      Conseguentemente, al medesimo capoverso, rubrica, sostituire le parole: regime fascista e nazifascista con le seguenti: partito fascista e nazionalsocialista.
1. 25. Mazziotti Di Celso.

      Al comma 1, capoverso «Art. 293-bis», primo comma, sostituire le parole: del partito fascista o del partito nazionalsocialista tedesco con le seguenti: dei regimi totalitari.

      Conseguentemente:
          al medesimo capoverso, alla rubrica sostituire le parole: del regime fascista e nazifascista con le seguenti: dei regimi totalitari;
          dopo il comma 1, aggiungere il seguente:
      
2. Al fine di individuare i monumenti presenti sul territorio nazionale che richiamano regimi totalitari e che possono offendere la suscettibilità dei passanti è istituito un Comitato parlamentare presieduto dal Presidente della Camera dei deputati. Per i monumenti individuati dal Comitato, di cui al periodo precedente, è disposta la demolizione;
          al titolo, sostituire le parole: del regime fascista e nazifascista con le seguenti: dei regimi totalitari.
1. 41. Fabrizio Di Stefano.

      Al comma 1, capoverso «Art. 293-bis», primo comma, sostituire le parole: del partito fascista o del partito nazionalsocialista tedesco con le seguenti: dei regimi totalitari.

      Conseguentemente:
          al medesimo capoverso, alla rubrica sostituire le parole: del regime fascista e nazifascista con le seguenti: dei regimi totalitari;
          al titolo, sostituire le parole: del regime fascista e nazifascista con le seguenti: dei regimi totalitari.
1. 29. Fabrizio Di Stefano.

      Al comma 1, capoverso «Art. 293-bis», primo comma, sostituire le parole: delle relative ideologie con le seguenti: dei relativi metodi sovversivi del sistema democratico.
1. 50. Gasparini.
(Approvato)

      Al comma 1, capoverso «Art. 293-bis», primo comma, sopprimere le parole da:, anche solo fino a: chiaramente riferiti.
1. 4. Ferraresi, Bonafede, Businarolo, Agostinelli, Colletti, Sarti.

      Al comma 1, capoverso «Art. 293-bis», primo comma, sopprimere la parola: solo.
*1. 27. Ferraresi, Bonafede, Businarolo, Agostinelli, Colletti, Sarti.
(Approvato)

      Al comma 1, capoverso «Art. 293-bis», primo comma, sopprimere la parola: solo.
*1. 51. Gasparini.
(Approvato)

      Al comma 1, capoverso «Art. 293-bis», primo comma, sopprimere la parola:, immagini.
1. 20. Fiano.

      Al comma 1, capoverso «Art. 293-bis», primo comma, sostituire le parole: richiama con le seguenti: fa comunque propaganda richiamando
1. 52. Ferrari.

      Al comma 1, capoverso «Art. 293-bis», primo comma, sostituire le parole da: con la reclusione fino alla fine del capoverso, con le seguenti:, qualora l'imputato ne faccia richiesta e sentito il pubblico ministero, con lo svolgimento di lavori di pubblica utilità per un periodo da sei mesi a due anni, con particolare riferimento ad attività finalizzate al contrasto alle discriminazioni e alla lotta contro il razzismo e l'antisemitismo. Il condannato che senza giusto motivo non si reca nel luogo in cui deve svolgere il lavoro di pubblica utilità o che lo abbandona è punito con la reclusione da sei mesi a due anni. La stessa pena di cui al periodo precedente si applica al condannato che viola reiteratamente senza giusto motivo gli obblighi o i divieti inerenti al lavoro di pubblica utilità.
Qualora l'imputato non faccia la richiesta di cui al primo comma, o il pubblico ministero esprima parere contrario, il giudice applica la pena della permanenza domiciliare continuativa, che si applica presso l'abitazione dell'imputato o in altro luogo di privata dimora, ovvero in un luogo di cura, assistenza o accoglienza, per il periodo previsto dal citato primo comma.
1. 40. Santerini.

      Al comma 1, capoverso «Art. 293-bis», primo comma, aggiungere, in fine, il seguente periodo: Il presente comma non si applica quando le immagini, i contenuti o i beni abbiano, unicamente, carattere storico-culturale, artistico o architettonico.
1. 39. Ferraresi, Bonafede, Businarolo, Agostinelli, Colletti, Sarti.

      Al comma 1, capoverso «Art. 293-bis», dopo il primo comma aggiungere i seguenti:
La pena di cui al primo comma si applica anche a chiunque produce, distribuisce, vende o mette altrimenti in circolazione, con qualsiasi mezzo, oggetti raffiguranti immagini o simbologie che si richiamano all'ideologia fascista o nazifascista, ovvero ad associazioni, movimenti o gruppi aventi le caratteristiche e perseguenti le finalità di cui al primo comma, e comunque sempre che ciò non si possa considerare opera d'arte o strumento di avanzamento della cultura, della scienza o della ricerca. Alla condanna consegue la confisca delle cose che servirono o furono destinate a commettere il reato, e delle cose che ne sono il prezzo, il prodotto o il profitto.
Chiunque detiene per la vendita gli oggetti di cui al secondo comma, soggiace alla sola sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 1200 a euro 3600. All'accertamento della violazione amministrativa consegue la confisca delle cose detenute per la vendita.
1. 30. Ventricelli.

      Dopo il comma 1, aggiungere il seguente:
      2. All'articolo 5, primo comma, della legge 20 giugno 1952, n.  645, e successive modificazioni, le parole: «sino a» sono sostituite dalle seguenti: «da sei mesi a».
1. 53. Ferrari.
(Approvato)

      Dopo l'articolo 1, aggiungere il seguente:
      
Art. 2. – 1. Il decreto-legge 26 aprile 1993, n.  122, convertito, con modificazioni, dalla legge 25 giugno 1993, n.  205, è abrogato.
1. 030. Rampelli, Cirielli, La Russa, Giorgia Meloni, Murgia, Nastri, Petrenga, Rizzetto, Taglialatela, Totaro.

EMENDAMENTI NON SEGNALATI PER LA VOTAZIONE

      Sostituirlo con il seguente: Art. 1. 1. Nel capo Il del titolo I del libro secondo del codice penale, dopo l'articolo 293 è aggiunto il seguente:
      «Art. 293-bis.(Propaganda del partito fascista e nazionalsocialista). – Salvo che il fatto costituisca più grave reato, chiunque propaganda i contenuti o l'ideologia del partito fascista o del partito nazionalsocialista tedesco, anche attraverso la produzione, distribuzione, diffusione o vendita di beni raffiguranti persone, immagini o simboli a essi chiaramente riferiti, ovvero richiamandone pubblicamente la simbologia o la gestualità è punito con la reclusione da sei mesi a due anni.
      La pena di cui al primo comma è aumentata di un terzo se il fatto è commesso attraverso strumenti telematici o informatici».
1. 31. Mazziotti Di Celso.

      Al comma 1, capoverso «Art. 293-bis», primo comma, sopprimere le parole: le immagini o.
1. 22. Parisi.

      Al comma 1, capoverso «Art. 293-bis», primo comma, sostituire le parole: le immagini o i contenuti propri con le seguenti: i contenuti o l'ideologia.

      Conseguentemente, al medesimo capoverso, medesimo comma, sopprimere le parole: ovvero delle relative ideologie.
1. 32. Mazziotti Di Celso.

      Al comma 1, capoverso «Art. 293-bis», primo comma, dopo le parole: i contenuti propri aggiungere le seguenti: del partito comunista,
1. 37. Rampelli, Cirielli, La Russa, Giorgia Meloni, Murgia, Nastri, Petrenga, Rizzetto, Taglialatela, Totaro.
(Inammissibile)

      Al comma 1, capoverso «Art. 293-bis», primo comma, sopprimere le parole da:, anche solo fino a: gestualità.
1. 23. Parisi.

      Al comma 1, capoverso «Art. 293-bis», primo comma, sopprimere la parola: solo.
1. 33. Mazziotti Di Celso.

      Al comma 1, capoverso «Art. 293-bis», alla rubrica, sostituire la parola: regime con la seguente: partito.
1. 34. Mazziotti Di Celso.

      Al comma 1, capoverso «Art. 293-bis», alla rubrica, sostituire la parola: nazifascista con la seguente: nazionalsocialista.
1. 35. Mazziotti Di Celso.

A.C. 3343-A – Ordini del giorno

ORDINI DEL GIORNO

      La Camera,
          premesso che:
              il provvedimento introduce nel codice penale una nuova disposizione (articolo 293-bis) che punisce con la reclusione da 6 mesi a 2 anni, salvo che il fatto costituisca più grave reato, la propaganda del regime fascista e nazifascista;
              le condotte penalmente rilevanti sono individuate nella propaganda di immagini o contenuti propri del partito fascista o del partito nazionalsocialista tedesco ovvero delle relative ideologie (anche solo mediante la produzione, distribuzione, diffusione o vendita di beni che raffigurino persone, immagini o simboli chiaramente riferiti a tali partiti o ideologie), nonché nel richiamare pubblicamente la simbologia o la gestualità del partito fascista o del partito nazionalsocialista tedesco ovvero delle relative ideologie;
              costituisce aumento di un terzo della pena la propaganda del regime fascista e nazifascista commessa attraverso strumenti telematici o informatici: l'aggravante riguarda sia i siti Internet con contenuti di propaganda delle ideologie fasciste e nazifasciste, sia il merchandising online dei gadgets e degli altri beni chiaramente riferiti al partito e all'ideologia fascista o nazifascista,

impegna il Governo

a monitorare ogni forma di espressione che riecheggi qualunque tipologia di propaganda del regime fascista e nazifascista, ponendo particolare attenzione alla comunicazione web.
9/3343-A/1. Nesi.


      La Camera,
          premesso che:
              la presente proposta di legge introduce nel codice penale una nuova disposizione (articolo 293-bis) che punisce la propaganda del regime fascista e nazifascista,

impegna il Governo

a valutare l'opportunità di promuovere campagne di informazione e di sensibilizzazione circa l'ideologia nazifascista spiegando come l'antisemitismo e il razzismo, tipici di quell'ideologia, sono incompatibili con la democrazia e con i diritti umani.
9/3343-A/2. Marzano.


      La Camera,
          premesso che:
              la presente proposta di legge ha come obiettivo quello di introdurre nel codice penale una nuova fattispecie relativa al reato di propaganda del regime fascista e nazifascista puntando a rendere punibili solo alcune condotte che individualmente considerate sfuggono alle normative vigenti;
              spesso si tratta di atti gravi e non derubricabili a folklore compresa l'attività commerciale che si è sviluppata anche attraverso i social con gadget che riproducono immagini, simboli o slogan rievocativi dell'ideologia dei regime fascista o nazifascista;
              secondo una ricerca dell'Anpi, sono circa 300 le pagine legate all'estremismo di destra che, su Facebook, inneggiano al fascismo;
              l'apologia del fascismo per quanto configurabile come reato in Italia, non è ricompreso nella regole di Facebook;
              Laura Bononcini, Head of Policy di Facebook Italia, ha annunciato di aver firmato un protocollo d'intesa con Google e Twitter per rafforzare le nostre policy e porre più attenzione su argomenti delicati come hate speech e discriminazione razziali,

impegna il Governo

con l'approvazione del presente provvedimento, a monitorare con maggiore attenzione l'attività di propaganda neofascista sui social network e a prevedere la costituzione di un apposito osservatorio finalizzato al contrasto della apologia del fascismo considerata l'estensione della punibilità prevista.
9/3343-A/3. Anzaldi.


      La Camera,
          premesso che:
              la presente proposta di legge ha come obiettivo quello di introdurre nel codice penale una nuova fattispecie relativa al reato di propaganda del regime fascista e nazifascista puntando a rendere punibili solo alcune condotte che individualmente considerate sfuggono alle normative vigenti;
              spesso si tratta di atti gravi e non derubricabili a folklore compresa l'attività commerciale che si è sviluppata anche attraverso i social con gadget che riproducono immagini, simboli o slogan rievocativi dell'ideologia dei regime fascista o nazifascista;
              secondo una ricerca dell'Anpi, sono circa 300 le pagine legate all'estremismo di destra che, su Facebook, inneggiano al fascismo;
              l'apologia del fascismo per quanto configurabile come reato in Italia, non è ricompreso nella regole di Facebook;
              Laura Bononcini, Head of Policy di Facebook Italia, ha annunciato di aver firmato un protocollo d'intesa con Google e Twitter per rafforzare le nostre policy e porre più attenzione su argomenti delicati come hate speech e discriminazione razziali,

impegna il Governo

con l'approvazione del presente provvedimento, a monitorare con maggiore attenzione l'attività di propaganda neofascista sui social network e a prevedere la costituzione di un apposito osservatorio, senza che ciò comporti nuovi o maggiori oneri per il bilancio dello Stato, finalizzato al contrasto della apologia del fascismo considerata l'estensione della punibilità prevista.
9/3343-A/3.    (Testo modificato nel corso della seduta) Anzaldi.


      La Camera,
          premesso che:
              l'articolo unico del provvedimento all'esame dell'Assemblea introduce nel codice penale una nuova disposizione (articolo 293-bis) che punisce la propaganda del regime fascista e nazifascista quando il reato in questione è già previsto dalle cosiddette leggi Scelba e Mancino;
              i reati sintomo dell'adesione alle idee proprie del fascismo sono, in particolare, puniti ai sensi della cosiddetta «legge Scelba» (legge n.  645 del 1952) di attuazione della XII disposizione transitoria e finale della Costituzione che vieta (articolo 1) la «riorganizzazione del disciolto partito fascista» che detta poi la disciplina dei reati di apologia e manifestazioni fasciste;
              successivamente è intervenuta la legge n.  205 del 1993, di conversione del decreto-legge n.  122 del 1993 (nota come Legge Mancino) che punisce, con la reclusione fino ad un anno e sei mesi o multa fino a 6.000 euro, chiunque propaganda idee fondate sulla superiorità o sull'odio razziale o etnico, ovvero istiga a commettere o commette atti di discriminazione per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi;
              la legge citata punisce con la reclusione da 6 mesi a 4 anni chi istiga, con qualunque modalità, a commettere o commette atti di violenza o di provocazione alla violenza per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi (reclusione da sei mesi a quattro anni);
              l'articolo 2 della «Legge Mancino» punisce con la pena della reclusione fino a 3 anni e con la multa da 103 a 258 euro chiunque, in pubbliche riunioni, compia manifestazioni esteriori od ostenti emblemi o simboli propri o usuali delle organizzazioni, associazioni, movimenti o gruppi di cui all'articolo 3 della legge n.  654 del 1975;
              come riportato dalle maggiori agenzie di stampa, negli ultimi anni si sono verificati numerosi episodi in tutta Italia, indipendentemente dalla matrice politica, che hanno destato preoccupazioni in relazione alla tutela dei valori democratici e al rispetto delle regole della convivenza civile;
              come riportato il reato di propaganda del regime fascista e nazifascista è disciplinato da due leggi attualmente in vigore nel nostro ordinamento,

impegna il Governo

a valutare l'opportunità di assumere le iniziative al fine di prevedere campagne informative ed educative in merito a quanto disposto dalle leggi attualmente in vigore (Scelba e Mancino) nonché volte a sensibilizzare tutti i cittadini riguardo gli atti di apologia riferiti a qualsiasi regime con l'obiettivo di scongiurare il ripetersi di eventuali comportamenti inopportuni.
9/3343-A/4. Palese.