Scarica il PDF
CAMERA DEI DEPUTATI
Mercoledì 22 novembre 2017
914.
XVII LEGISLATURA
BOLLETTINO
DELLE GIUNTE E DELLE COMMISSIONI PARLAMENTARI
Giustizia (II)
COMUNICATO
Pag. 60

INDAGINE CONOSCITIVA

      Mercoledì 22 novembre 2017. — Presidenza del presidente Donatella FERRANTI.

      La seduta comincia alle 14.10.

Indagine conoscitiva in merito all'esame dello schema di decreto legislativo recante disposizioni in materia di intercettazione di conversazioni o comunicazioni (Atto del Governo n.  472).
(Deliberazione).

      Donatella FERRANTI, presidente, sulla base di quanto convenuto dalla Commissione ed essendo stata acquisita l'intesa con la Presidente della Camera ai sensi dell'articolo 144, comma 1, del Regolamento, propone lo svolgimento di un'indagine conoscitiva in merito all'esame dell'Atto del Governo n.  472, recante lo schema di decreto legislativo recante disposizioni in materia di intercettazione di conversazioni o comunicazioni.
      Fa presente, quindi, che, nel corso dell'indagine conoscitiva, la Commissione procederà alle audizioni di rappresentanti della magistratura, dell'avvocatura e della stampa.

      La Commissione approva la proposta della presidente.

      La seduta termina alle 14.15.

INDAGINE CONOSCITIVA

      Mercoledì 22 novembre 2017. — Presidenza del presidente Donatella FERRANTI.

      La seduta comincia alle 14.15.

Indagine conoscitiva in merito all'esame dello schema di decreto legislativo recante disposizioni in materia di intercettazione di conversazioni o comunicazioni (Atto del Governo n.  472). Audizione di rappresentanti dell’Associazione nazionale magistrati (ANM), dell’Unione delle Camere penali italiane (UCPI), del Consiglio nazionale forense (CNF), del Consiglio nazionale dell’ordine dei giornalisti e della Federazione nazionale della stampa italiana.
(Svolgimento e conclusione).

      Donatella FERRANTI, presidente, propone che la pubblicità dei lavori sia assicurata anche mediante impianti audiovisivi a circuito chiuso. Non essendovi obiezioni, ne dispone l'attivazione.
      Introduce, quindi, l'audizione.

      Svolgono una relazione sui temi oggetto dell'audizione Carlo VERNA, Presidente del Consiglio nazionale dell'Ordine dei giornalisti, Marina CASTELLANETA, rappresentante della Federazione nazionale della stampa italiana, RAFFAELE LORUSSO, Segretario generale della Federazione nazionale della stampa italiana, Beniamino MIGLIUCCI, Presidente dell'Unione delle Camere penali italiane, Francesco PETRELLI, Segretario dell'Unione delle Camere penali italiane (UCPI), Antonio DE MICHELE, Consigliere nazionale del Consiglio nazionale forense (CNF), Eugenio ALBAMONTE, Presidente dell'Associazione nazionale magistrati e Giancarlo DOMINIJANNI, Componente del Comitato direttivo centrale dell'Associazione nazionale magistrati (ANM).

      Intervengono per porre quesiti e formulare osservazioni i deputati Vittorio FERRARESI (M5S) e Donatella FERRANTI, presidente.

      Rispondono ai quesiti posti Eugenio ALBAMONTE, Presidente dell'Associazione nazionale magistrati e Beniamino MIGLIUCCI, Presidente dell'Unione delle Camere penali italiane.

      Donatella FERRANTI, presidente, ringrazia gli auditi e dichiara conclusa l'audizione.

      La seduta termina alle 15.50.

      N.B.: Il resoconto stenografico della seduta è pubblicato in un fascicolo a parte.

SEDE CONSULTIVA

      Mercoledì 22 novembre 2017. — Presidenza del presidente Donatella FERRANTI.

      La seduta comincia alle 15.50.

Pag. 61

DL 148/2017: Disposizioni urgenti in materia finanziaria e per esigenze indifferibili.
C. 4741 Governo, approvato dal Senato.

(Parere alla V Commissione).
(Seguito dell'esame e conclusione – Parere favorevole).

      La Commissione prosegue l'esame del provvedimento in oggetto, rinviato nella seduta del 21 novembre scorso.

      Giuseppe BERRETTA (PD), relatore, presenta e illustra una proposta di parere favorevole sul provvedimento in titolo (vedi allegato 1).

      Nessuno chiedendo di intervenire, la Commissione approva la proposta di parere del relatore.

Sui lavori della Commissione.

      Donatella FERRANTI, presidente, intervenendo sui lavori della Commissione, comunica che il 20 novembre scorso ha ricevuto una lettera sottoscritta dai titolari degli Uffici di Procura presso alcuni Tribunali ed indirizzata anche al presidente della Commissione giustizia del Senato, nella quale vengono formulate alcune osservazioni sullo schema di decreto legislativo recante disposizioni in materia di intercettazione di conversazioni o comunicazioni (A.G. 472). Informa che il documento è a disposizione dei deputati della Commissione.
      Avverte, altresì, che in previsione dell'esame da parte della Camera del disegno di legge di bilancio per i 2018, attualmente all'esame dell'altro ramo del Parlamento, il programma dei lavori della Commissione potrebbe subire delle modificazioni e la stessa potrebbe, verosimilmente, essere chiamata ad esprimere il parere sull'atto del Governo 472 prima del termine già concordato del 13 dicembre prossimo.

      La seduta termina alle 15.55.

SEDE REFERENTE

      Mercoledì 22 novembre 2017. — Presidenza del presidente Donatella FERRANTI. – Interviene il sottosegretario di Stato alla Giustizia Cosimo Maria Ferri.

      La seduta comincia alle 15.55.

Modifiche all'articolo 438 del codice di procedura penale, in materia di inapplicabilità e di svolgimento del giudizio abbreviato.
C. 4376 Molteni.

(Seguito dell'esame e conclusione).

      La Commissione prosegue l'esame del provvedimento in oggetto, rinviato nella seduta del 15 novembre 2017.

      Donatella FERRANTI, presidente, avverte che la Commissione prosegue l'esame della proposta di legge, a prima firma del deputato Molteni, recante «Modifiche all'articolo 438 del codice di procedura penale in materia di giudizio abbreviato», di cui l'Assemblea avvierà l'esame, in quota opposizione, lunedì 27 novembre prossimo.
      Al riguardo, rammenta che nella seduta precedente sono state respinte tutte le proposte emendative presentate. Avverte, inoltre, che sul provvedimento in discussione sono pervenuti i pareri favorevoli della I e della V Commissione.
      Prima di conferire il mandato ai relatori, propone le seguenti correzioni, di natura meramente formale, del testo:
          «all'articolo 2, comma 1:
              alla lettera a), capoverso, le parole: “la richiesta di cui al comma 1 può essere proposta subordinandola” sono sostituite dalle seguenti: “l'imputato può proporre la richiesta di cui al comma 1 subordinandola”;
              alla lettera b), le parole: “del comma 5” sono sostituite dalle seguenti: “ai sensi del comma 5 la richiesta può essere riproposta” e le parole: “dei commi Pag. 624-bis e 5” dalle seguenti: “delle richieste presentate ai sensi dei commi 4-bis e 5, esse possono essere riproposte”;
          all'articolo 3, comma 1:
              al capoverso Art. 438-bis:
                  al comma 1, le parole: “della richiesta di cui ai” sono sostituite dalle seguenti: “delle richieste presentate ai sensi dei” e le parole: “l'imputato, prima della dichiarazione di apertura del dibattimento, può rinnovare al giudice la richiesta” dalle seguenti: “l'imputato può riproporle prima della dichiarazione di apertura del dibattimento”;
                  al comma 2, le parole: “Può altresì proporre la richiesta al giudice” sono sostituite dalle seguenti: “L'imputato può altresì proporre la richiesta di cui al comma 1 dell'articolo 438 direttamente al giudice del dibattimento”;
              al capoverso Art. 438-ter:
                  alla rubrica, le parole: “in corte di assise” sono sostituite dalle seguenti: “nei procedimenti di competenza della corte di assise”;
                  al comma 1, le parole: “per lo svolgimento del rito e provvede a indicare” sono sostituite dalle seguenti: “per lo svolgimento del giudizio e indica”;
          all'articolo 6, comma 1, capoverso, le parole: “Nei delitti” sono sostituite dalle seguenti: “Per i delitti” e le parole: “se costituenti aggravanti” dalle seguenti: “se costituiscono circostanze aggravanti”;
          nel titolo della proposta di legge, le parole: “. Modifiche al codice penale” sono sostituite dalle seguenti: “, nonché modifica all'articolo 69 del codice penale,”».

      Propone altresì che la presidenza sia autorizzata a procedere, in sede di coordinamento formale del testo approvato, a riunire in un solo articolo il contenuto degli articoli 1 e 2 della proposta di legge, poiché entrambi novellano lo stesso articolo 438 del codice di procedura penale.

      La Commissione approva la proposta della presidente.

      Donatella FERRANTI, presidente, avverte che la Commissione Bilancio ha espresso il nulla osta al prosieguo dell'esame del provvedimento. In attesa che la I Commissione trasmetta il parere di competenza, sospende la seduta e avverte che la Commissione procederà allo svolgimento delle interrogazioni a risposta immediata.

      La seduta, sospesa alle 16, riprende alle 16.25.

      Donatella FERRANTI, presidente, avverte che la I Commissione ha espresso parere favorevole sul provvedimento in titolo.

      La Commissione delibera di conferire il mandato ai relatori, Molteni e Giuliani, a riferire in senso favorevole all'Assemblea sul provvedimento in esame. Delibera altresì di chiedere l'autorizzazione a riferire oralmente.

      Donatella FERRANTI, presidente, si riserva di designare i componenti del Comitato dei nove sulla base delle indicazioni dei gruppi.

      La seduta termina alle 16.30.

INTERROGAZIONI A RISPOSTA IMMEDIATA

      Mercoledì 22 novembre 2017. — Presidenza del presidente Donatella FERRANTI. – Interviene il sottosegretario di Stato alla Giustizia Cosimo Maria Ferri.

      La seduta comincia alle 16.

      Donatella FERRANTI, presidente, ricorda che, ai sensi dell'articolo 135-ter, comma 5, del regolamento, la pubblicità delle sedute per lo svolgimento delle interrogazioni a risposta immediata è assicurata anche tramite la trasmissione attraverso l'impianto televisivo a circuito Pag. 63chiuso. Dispone, pertanto, l'attivazione del circuito.

5-12767 Giuseppe Guerini: Sul potenziamento delle dotazioni organiche degli uffici di esecuzione penale esterna.

      Giuseppe GUERINI (PD) illustra l'interrogazione in titolo.

      Il sottosegretario Cosimo Maria FERRI risponde all'interrogazione in titolo nei termini riportati in allegato (vedi allegato 2).

      Elena CARNEVALI (PD), si dichiara soddisfatta della risposta resa. In particolare, esprime apprezzamento per l'intenzione di destinare tre funzionari del servizio sociale alla struttura di Bergamo da aggiungere ai due attualmente in servizio e per lo stanziamento di fondi ulteriori rispetto ai 4 milioni di euro già previsti per il 2017.

5-12769 Santelli: Sulla riorganizzazione della giustizia fallimentare in Friuli Venezia Giulia.

      Sandra SAVINO (FI-Pdl) rinuncia ad illustrare l'interrogazione in titolo.

      Il sottosegretario Cosimo Maria FERRI risponde all'interrogazione in titolo nei termini riportati in allegato (vedi allegato 3).

      Sandra SAVINO (Fi-Pdl), ringrazia il rappresentante del Governo per la risposta resa della quale si dichiara, tuttavia, insoddisfatta. Nell'evidenziare che qualora si procedesse ad una riorganizzazione della giustizia fallimentare in Friuli Venezia Giulia che comporti un ridimensionamento o addirittura una soppressione del tribunale di Pordenone nel suo complesso ciò determinerebbe pesanti ricadute sul sistema delle imprese e su tutte le categorie professionali che operano nella regione, invita il Governo a tener conto del ruolo svolto da tale tribunale e della forte opposizione da parte della politica del territorio a tale scelta.

5-12768 Molteni: Sul compenso dei detenuti che prestano attività lavorativa presso le strutture carcerarie.

      Nicola MOLTENI (LNA) rinuncia ad illustrare l'interrogazione in titolo.

      Il sottosegretario Cosimo Maria FERRI risponde all'interrogazione in titolo nei termini riportati in allegato (vedi allegato 4).

      Nicola MOLTENI (LNA), nel dichiarare di non essere soddisfatto della risposta resa, evidenzia come il salario medio di un agente di polizia penitenziaria è equivalente a quello di un detenuto che lavora presso le strutture carcerarie. Nel sottolineare che il contratto degli agenti di polizia penitenziaria non viene rinnovato da ormai più di dieci anni, stigmatizza il fatto che l'Esecutivo, in questi cinque anni, non abbia provveduto a riconsiderare le retribuzioni di tale personale. Auspica, quindi, che la sua componente politica, nella prossima legislatura, sia parte della maggioranza, per adottare iniziative in merito.

5-12770 Ferraresi: Sull'incremento della pianta organica del penitenziario di Vibo Valentia.

      Dalila NESCI (M5S) illustra l'interrogazione in titolo.

      Il sottosegretario Cosimo Maria FERRI risponde all'interrogazione in titolo nei termini riportati in allegato (vedi allegato 5).

      Dalila NESCI (M5S), replicando, si dichiara non soddisfatta della risposta resa dalla quale sperava di poter ottenere un riscontro numerico specifico sull'istituto penitenziario cui si fa riferimento nell'atto di sindacato ispettivo. Lamenta, quindi, la mancanza di revisione della pianta organica di tale penitenziario e preannuncia la presentazione di nuovi atti di sindacato ispettivo sulla materia, al fine di mantenere viva l'attenzione su una vicenda della quale auspica una rapida soluzione per poter dare sostegno ai dipendenti di polizia Pag. 64penitenziaria di tale istituto che svolgono il proprio lavoro con grande senso del dovere ma tra molte difficoltà.

5-12771 Andrea Maestri: Iniziative del Governo in favore dei cosiddetti «precari della giustizia».

      Andrea MAESTRI (SI-SEL-POS) rinuncia ad illustrare l'interrogazione in titolo.

      Il sottosegretario Cosimo Maria FERRI risponde all'interrogazione in titolo nei termini riportati in allegato (vedi allegato 6).

      Andrea MAESTRI (SI-SEL-POS), ringrazia il rappresentante del Governo per la risposta resa di cui si dichiara solo parzialmente soddisfatto. In particolare, evidenzia che, nonostante «l'attivismo» dell'Esecutivo sulla vicenda, i tirocinanti attualmente impegnati presso gli uffici dell'amministrazione giudiziaria costituiscono una categoria di lavoratori ai quali non è assicurata dignità e stabilizzazione. Evidenzia, inoltre, che avendo l'amministrazione della giustizia investito su tali lavoratori ingenti risorse economiche ed organizzative, disperdere tale capitale umano costituirebbe anche un grave danno per le risorse pubbliche.

5-12772 Chiarelli: Sull'incremento del contributo unificato in materia di appalti di lavori pubblici.

      Domenico MENORELLO (Misto-CI-EPI) rinuncia ad illustrare l'interrogazione in titolo.

      Il sottosegretario Cosimo Maria FERRI risponde all'interrogazione in titolo nei termini riportati in allegato (vedi allegato 7).

      Domenico MENORELLO (Misto-CI-EPI) si riserva di valutare più approfonditamente gli elementi informativi contenuti nella risposta resa dal rappresentante del Governo.

      Donatella FERRANTI, presidente, dichiara concluso lo svolgimento delle interrogazioni all'ordine del giorno.

      La seduta termina alle 16.25.

Pag. 65