Scarica il PDF
CAMERA DEI DEPUTATI
Mercoledì 24 luglio 2019
227.
XVIII LEGISLATURA
BOLLETTINO
DELLE GIUNTE E DELLE COMMISSIONI PARLAMENTARI
Ambiente, territorio e lavori pubblici (VIII)
COMUNICATO
Pag. 23

INDAGINE CONOSCITIVA

      Mercoledì 24 luglio 2019. — Presidenza della vicepresidente Patrizia TERZONI.

      La seduta comincia alle 14.

Indagine conoscitiva sui rapporti convenzionali tra il Consorzio nazionale imballaggi (CONAI) e l'ANCI, alla luce della nuova normativa in materia di raccolta e gestione dei rifiuti da imballaggio.
Audizione di rappresentanti dell'Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente (ARERA).
(Svolgimento, ai sensi dell'articolo 144, comma 1, del Regolamento, e conclusione).

      Patrizia TERZONI, presidente, avverte che la pubblicità dei lavori della seduta Pag. 24odierna sarà assicurata anche attraverso la trasmissione televisiva sul canale satellitare della Camera dei deputati e la trasmissione diretta sulla web-tv della Camera dei deputati.
      Introduce, quindi, l'audizione.

      Lorenzo BARDELLI, Responsabile della Divisione ambiente dell'Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente (ARERA), svolge una relazione sui temi oggetto dell'audizione.

      Intervengono, per formulare quesiti e osservazioni, i deputati Alberto Zolezzi, (M5S) e Rossella Muroni (LeU).

      Lorenzo BARDELLI, Responsabile della Divisione ambiente dell'Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente (ARERA), fornisce chiarimenti in relazione ai quesiti posti.

      Patrizia TERZONI, presidente, ringrazia i rappresentanti dell'Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente (ARERA) per la relazione svolta e dichiara concluso lo svolgimento dell'audizione.

      La seduta termina alle 14.20.

      N.B.: Il resoconto stenografico della seduta è pubblicato in un fascicolo a parte.

AUDIZIONI INFORMALI

      Mercoledì 24 luglio 2019.

Audizione, nell'ambito dell'esame in sede referente delle proposte di legge C. 907 Muroni, C. 1276 Rizzetto e C. 1939 Governo recante Disposizioni concernenti l'impiego di unità da pesca per la raccolta dei rifiuti solidi dispersi in mare e per la tutela dell'ambiente marino di rappresentanti dell'Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente (ARERA).

      L'audizione si è svolta dalle 14.20 alle 14.40.

INDAGINE CONOSCITIVA

      Mercoledì 24 luglio 2019. — Presidenza della vicepresidente Patrizia TERZONI.

      La seduta comincia alle 14.40.

Sull'ordine dei lavori.

      Patrizia TERZONI, presidente, in ragione della richiesta avanzata da alcuni colleghi della Commissione, propone di invertire l'ordine del giorno al fine di anticipare l'audizione dei rappresentanti dell'Associazione Nazionale Comuni Italiani nell'ambito dell'indagine conoscitiva sui rapporti convenzionali tra il Consorzio nazionale imballaggi (CONAI) e l'ANCI.

      La Commissione concorda.

Indagine conoscitiva sui rapporti convenzionali tra il Consorzio nazionale imballaggi (CONAI) e l'ANCI, alla luce della nuova normativa in materia di raccolta e gestione dei rifiuti da imballaggio.
Audizioni di rappresentanti dell'Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI).
(Svolgimento, ai sensi dell'articolo 144, comma 1, del Regolamento, e conclusione).

      Patrizia TERZONI, presidente, avverte che la pubblicità dei lavori della seduta odierna sarà assicurata anche attraverso la trasmissione televisiva sul canale satellitare della Camera dei deputati e la trasmissione diretta sulla web-tv della Camera dei deputati.
      Introduce, quindi, l'audizione.

      Enzo BIANCO, presidente del Consiglio nazionale dell'Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI), e Ivan STOMEO, Sindaco di Melpignano e Delegato politico ANCI Energia e Rifiuti svolgono una relazione sui temi oggetto dell'audizione.

      Intervengono, per formulare quesiti e osservazioni, i deputati Alberto ZOLEZZI, Pag. 25(M5S), Chiara BRAGA (PD), Rossella MURONI (LeU) e Silvia BENEDETTI (Misto-SI-10VM).

      Ivan STOMEO, Sindaco di Melpignano e Delegato politico ANCI Energia e Rifiuti, e Alberto BELLINI, delegato ANCI alla trattativa per il rinnovo dell'Accordo quadro, forniscono chiarimenti in relazione ai quesiti posti.

      Patrizia TERZONI, presidente, ringrazia i rappresentanti dell'Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI) per la relazione svolta e dichiara concluso lo svolgimento dell'audizione.

      La seduta termina alle 15.

      N.B.: Il resoconto stenografico della seduta è pubblicato in un fascicolo a parte.

AUDIZIONI INFORMALI

      Mercoledì 24 luglio 2019.

Audizioni di rappresentanti dell'Associazione Nazionale Piccoli Comuni d'Italia (ANPCI) e dell'Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI), nell'ambito dell'esame in sede referente delle proposte di legge C. 907 Muroni, C. 1276 Rizzetto e C. 1939 Governo recante Disposizioni concernenti l'impiego di unità da pesca per la raccolta dei rifiuti solidi dispersi in mare e per la tutela dell'ambiente marino.

      Le audizioni si sono svolte dalle 15 alle 15.30.

SEDE CONSULTIVA

      Mercoledì 24 luglio 2019. — Presidenza della vicepresidente Patrizia TERZONI – Interviene il sottosegretario di Stato per l'ambiente e la tutela del territorio del mare, Salvatore Micillo.

      La seduta comincia alle 15.50.

D.L. 61/2019: Misure urgenti in materia di miglioramento dei saldi di finanza pubblica.
C. 2000 Governo, approvato dal Senato.

(Parere alla V Commissione).
(Esame e rinvio).

      La Commissione inizia l'esame del provvedimento in titolo.

      Vania VALBUSA (Lega), relatrice, nel ricordare che il provvedimento è stato approvato dal Senato senza modifiche e senza alcun voto contrario, fa presente che esso rientra nell'insieme di misure adottate nell'ambito della negoziazione avviata dal Governo italiano con la Commissione europea in merito al rispetto della regola del debito pubblico del Patto di stabilità e crescita per l'anno 2018. Con la comunicazione al Consiglio dell'UE del 3 luglio 2019, la Commissione europea ha concluso che tali misure sono sufficienti a impedire, in questa fase, l'avvio di una procedura per mancata osservanza della regola del debito pubblico del 2018.
      Il provvedimento destina al miglioramento dei saldi di finanza pubblica i risparmi di spesa e le maggiori entrate conseguenti al minor utilizzo, per il 2019, delle risorse iscritte in bilancio per l'attuazione delle disposizioni del decreto-legge n.  4 del 2019 relative al reddito di cittadinanza e al trattamento di pensione anticipata «quota 100».
      A ulteriore conferma, si dispone l'abrogazione di alcune norme che consentivano – sia per il 2019 sia a regime – il riutilizzo delle eventuali economie di spesa verificatesi in sede di attuazione delle norme relative al reddito di cittadinanza e di quelle in materia pensionistica.
      Durante l'esame al Senato, il Governo ha prodotto una nota della Ragioneria generale dello Stato al fine di chiarire che la valutazione di un miglioramento di 1,5 miliardi di euro per l'anno 2019 tiene conto della progressiva attuazione delle misure in argomento.
      Al fine di salvaguardare l'effettivo realizzo di risparmi per un importo pari ad almeno 1,5 miliardi di euro, si dispone Pag. 26quindi l'accantonamento di un corrispondente importo delle dotazioni di bilancio per il 2019, in termini di competenza e cassa, secondo la ripartizione per Ministeri indicata nell'Allegato 1 al decreto.
      L'accantonamento per il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti ammonta a 3,75 milioni, suddivisi in una riduzione di 1,65 milioni per l'indirizzo politico e in 2,10 milioni per i servizi e affari generali per le amministrazioni di competenza. In termini complessivi, ammonta allo 0,25 per cento del totale.
      Con riguardo al Ministero dell'ambiente l'accantonamento è pari a 2, 7 milioni di euro suddivisi in una riduzione di 2,3 milioni per l'indirizzo politico e in 400 mila euro per i servizi e affari generali per le amministrazioni di competenza. In termini complessivi, ammonta allo 0,18 per cento del totale.
      Per consentire alle Amministrazioni la necessaria flessibilità, è comunque consentita, con decreti del Ministro dell'economia adottati su richiesta dei Ministri interessati, da comunicare alle Camere, la possibilità di rimodulare gli accantonamenti nell'ambito degli stati di previsione della spesa, garantendo comunque la neutralità degli effetti sui saldi di finanza pubblica.
      Infine, si prevede che – con delibera del Consiglio dei ministri – gli accantonamenti ora disposti siano confermati, in tutto o in parte, sulla base della rendicontazione degli oneri sostenuti e di quelli ancora da sostenere per il 2019 per il reddito di cittadinanza e per «quota 100» che sarà comunicata entro il 15 settembre 2019 dall'INPS, ovvero resi disponibili se ve ne saranno le condizioni.

      Patrizia TERZONI, presidente, chiede alla relatrice se è nelle condizioni di formulare una proposta di parere, sulla quale la Commissione si potrebbe esprimere già nella seduta odierna.

      Chiara BRAGA (PD) auspica che la Commissione, nello svolgimento della sua funzione consultiva, possa di regola disporre di un tempo congruo per una analisi attenta dei provvedimenti al suo esame, senza vedersi costretta ad esprimersi su di essi nello stesso giorno in cui questi vengono incardinati. Nel caso specifico, rimette alla presidenza la valutazione sulla opportunità di un rinvio a domani, pur non opponendosi a votare la proposta di parere della relatrice già nella seduta odierna.

      Piergiorgio CORTELAZZO (FI) ritiene meritevoli di attenzione le osservazioni della collega, per assicurare un adeguato e ponderato esame dei provvedimenti su cui è chiamato ad esprimersi l'organo parlamentare. Evidenzia, in ogni caso, che anche il suo gruppo non intende contrapporsi all'eventuale decisione della presidenza di procedere nella seduta odierna all'espressione del parere.

      Vania VALBUSA (Lega), relatrice, pur essendo nelle condizioni di formulare già nella giornata odierna la proposta di parere, non manifesta obiezioni a consentire ai gruppi che ne hanno fatto richiesta di svolgere un supplemento istruttorio sul provvedimento, riservandosi di presentare la proposta di parere nella seduta di domani.

      Patrizia TERZONI, presidente, in ragione di quanto emerso dal dibattito, rinvia il seguito dell'esame alla seduta che sarà fissata nella giornata di domani, in un orario compatibile con i lavori dell'Assemblea.

      La seduta termina alle 16.05.

UFFICIO DI PRESIDENZA INTEGRATO DAI RAPPRESENTANTI DEI GRUPPI

      Mercoledì 24 luglio 2019.

      L'ufficio di presidenza si è svolto dalle 16.05 alle 16.30.