Camera dei deputati

Vai al contenuto

Sezione di navigazione

Menu di ausilio alla navigazione

MENU DI NAVIGAZIONE PRINCIPALE

Vai al contenuto

Resoconti delle Giunte e Commissioni

Vai all'elenco delle sedute >>

CAMERA DEI DEPUTATI
Mercoledì 13 maggio 2020
366.
XVIII LEGISLATURA
BOLLETTINO
DELLE GIUNTE E DELLE COMMISSIONI PARLAMENTARI
Commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno delle mafie e sulle altre associazioni criminali, anche straniere
COMUNICATO
Pag. 58

  Mercoledì 13 maggio 2020. — Presidenza del presidente Nicola MORRA.

  La seduta comincia alle 19.35.

Sulla pubblicità dei lavori.

  Il PRESIDENTE avverte che della seduta odierna verrà redatto il resoconto sommario ed il resoconto stenografico.

Comunicazioni del Presidente.

  Il PRESIDENTE comunica che il Ministro della Giustizia prenderà parte ai lavori della Commissione giovedì 21 maggio in un orario compatibile con le sedute delle due Assemblee.
  Comunica che in data odierna è pervenuta una missiva dal Direttore del Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria, di cui dà lettura.
  Avverte infine che la seduta, convocata per la giornata di giovedì 14 maggio, non avrà luogo.

Sull'ordine dei lavori.

  Intervengono sull'ordine dei lavori la deputata BARTOLOZZI (FI) e i senatori CALIENDO (FIBP-UDC), GIARRUSSO (Misto) e Marco PELLEGRINI (M5S).

  Il PRESIDENTE fornisce chiarimenti e passa all'ordine giorno.

Seguito dell'esame della relazione sul regime di cui all'articolo 4-bis dell'ordinamento penitenziario e le conseguenze derivanti dalla sentenza n. 253 del 2019 della Corte costituzionale.

  Il PRESIDENTE passa al seguito della relazione sull'istituto di cui all'articolo 4-bis dell'ordinamento penitenziario e le conseguenze derivanti dalla sentenza Pag. 59n. 253 del 2019 della Corte Costituzionale. Comunica che sono pervenuti, complessivamente trenta emendamenti. Rileva che la quasi totalità delle proposte emendative ha già ottenuto una sua illustrazione nel corso della seduta di ieri in cui senatori e deputati sono interventi per prospettare le proprie linee di modifica e di integrazione del testo distribuito. Chiede comunque a tutti i presentatori di voler intervenire per illustrare le proposte sottoscritte. Precisa che, trattandosi di emendare un testo di carattere discorsivo e recante non direttamente disposizioni normative, si apporteranno, al momento dell'approvazione finale, le opportune aggiunte di coordinamento.

  Il senatore GIARRUSSO (Misto) svolge alcuni rilievi sulla formulazione dell'emendamento 1.9.

  Il senatore MIRABELLI (PD) riformula, quindi, l'emendamento 1.9.

  Il senatore GIARRUSSO (Misto) propone di espungere dal testo della relazione i riferimenti alla presunta incostituzionalità dell'ipotesi di accentramento al Tribunale di sorveglianza di Roma di alcuni giudizi sulle istanze di accesso ai benefìci penitenziari.

  Il senatore GRASSO (Misto-LeU) rileva che l'espunzione richiesta dal senatore Giarrusso sarebbe già determinata dall'approvazione dell'emendamento dei relatori 1.1.

  Per consentire chiarimenti sulla formulazione di alcuni emendamenti, il PRESIDENTE sospende la seduta.

  La seduta, sospesa alle 20.07, è ripresa alle 20.25.

  La relatrice ASCARI (M5S), propone il rinvio della discussione alla prossima seduta per consentire gli opportuni approfondimenti relativi alle proposte emendative presentate.

  Intervengono i senatori GRASSO (Misto-LeU), ENDRIZZI (M5S), LONARDO (FIBP-UDC), MIRABELLI (PD) e PEPE (L-SP-PSd'Az), nonché i deputati FERRO (FDI) e CANTALAMESSA (Lega).

  Il PRESIDENTE rinvia il seguito della discussione alla prossima seduta.

  La seduta termina alle 20.35.

Pag. 60