CAMERA DEI DEPUTATI
Martedì 20 aprile 2021
XVIII LEGISLATURA
Fascicolo di seduta
A.C. 2945-A
EMENDAMENTI
Conversione in legge del decreto-legge 13 marzo 2021, n. 30, recante misure urgenti per fronteggiare la diffusione del COVID-19 e interventi di sostegno per lavoratori con figli minori in didattica a distanza o in quarantena.

Relatori: MURA,per la XI Commissione; NOVELLI,per la XII Commissione.

N. 1.

Seduta del 20 aprile 2021

ART. 1.
(Ulteriori misure per contenere e contrastare l'emergenza epidemiologica da COVID-19)

  Al comma 1, premettere il seguente:

  01. All'articolo 2 del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 maggio 2020, n. 35, sono apportate le seguenti modificazioni:

   a) ai commi 1 e 2, le parole: «decreti del Presidente del Consiglio dei ministri», ovunque presenti, sono sostituite dalle seguenti: «leggi o atti aventi forza di legge»;

   b) al comma 1, secondo periodo, le parole: «I decreti» sono sostituite dalle seguenti: «I provvedimenti».
1.26. Bellucci, Gemmato, Bucalo, Ferro, Rizzetto.

  Al comma 2, aggiungere, in fine, le parole: , e risultanti dall'effettuazione di un congruo numero di test per l'individuazione dell'infezione da Covid-19.
1.200. Foti, Rizzetto, Bellucci, Bucalo, Gemmato.

  Al comma 2, aggiungere, in fine, il seguente periodo: Nelle regioni di cui al presente comma sono, comunque, consentiti i servizi di cura degli animali da affezione (Codice ATECO 96.09.04).
1.33. Ferro, Rizzetto, Bellucci, Bucalo, Gemmato.

  Al comma 2, aggiungere, in fine, il seguente periodo: Nelle regioni di cui al presente comma sono, comunque, consentite le attività inerenti i servizi alla persona.
1.36. Maschio, Bellucci, Rizzetto, Bucalo, Gemmato.

  Dopo il comma 2, aggiungere il seguente:

  2-bis. I Presidenti delle Regioni e delle province autonome di Trento e Bolzano, in ragione dei dati epidemiologici in loro possesso, possono decidere in merito all'individuazione delle diverse zone di rischio su base provinciale, al fine di evitare l'inutile aggravamento della crisi economica in territori in cui non si registra una situazione sanitaria preoccupante, disponendo l'istituzione di zone gialle o bianche nelle province nelle quali si registrano i corrispondenti dati di contagio.
1.201. Foti, Rizzetto, Bellucci, Bucalo, Gemmato.

  Al comma 4, dopo il primo periodo, aggiungere il seguente: Sono comunque consentiti gli spostamenti dai comuni con popolazione non superiore a cinquemila abitanti e per una distanza non superiore a trenta chilometri dai relativi confini, con esclusione in ogni caso degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia.
1.18. Rizzetto.

  Dopo il comma 5, aggiungere il seguente:

  5-bis. A decorrere dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, nelle «zone gialle», come individuate ai sensi dell'articolo 1, comma 16-septies, del decreto-legge n. 33 del 2020, l'orario di inizio del coprifuoco è spostato alle ore 24; fino al medesimo orario possono, altresì, rimanere aperti al pubblico i servizi di ristorazione.
1.203. Lollobrigida, Meloni, Rizzetto, Bellucci, Bucalo, Gemmato.

  Dopo il comma 6, aggiungere i seguenti:

  6-bis. Dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, su tutto il territorio nazionale è garantita l'attività didattica in presenza per il 100 per cento della popolazione studentesca, nel rispetto delle norme per il contenimento del contagio da COVID-19, attivando le convenzioni con tutti i gestori di mezzi di trasporto privati con la finalità di decongestionare il trasporto pubblico e scaglionando ingressi e uscite per impedire ogni forma di assembramento.
  6-ter. Per le finalità di cui al comma 6-bis possono essere previste collaborazioni e condivisioni di spazi tra le scuole pubbliche statali e le scuole pubbliche paritarie. A tal fine, alle istituzioni scolastiche paritarie è erogato un contributo complessivo di 80 milioni di euro per il 2021, ripartiti con decreto del Ministro dell'istruzione in proporzione alla forma di collaborazione e condivisione.
1.28. Bellucci, Gemmato, Bucalo, Frassinetti, Rampelli, Ferro, Rizzetto.

  Dopo il comma 6, aggiungere i seguenti:

  6-bis. Le istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado garantiscono l'integrazione e l'inclusione degli studenti con disabilità, anche qualora sia prevista l'adozione di forme flessibili di organizzazione dell'attività didattica, l'incremento del ricorso alla didattica digitale integrata, complementare alla didattica in presenza.
  6-ter. Ai fini di cui al comma 6-bis è, in ogni caso, vietata l'istituzione di classi differenziali, anche in forma sperimentale.
1.29. Bellucci, Gemmato, Bucalo, Frassinetti, Rampelli, Ferro, Rizzetto.

  Dopo il comma 6, aggiungere il seguente:

  6-bis. Nelle more di una riforma organica del welfare che garantisca una stabile ed effettiva integrazione tra le attività sanitarie e quelle sociali sul territorio, le strutture assistenziali residenziali per anziani che non possono essere assistiti a domicilio e nelle strutture di cui all'articolo 20, comma 2, lettera e), della legge 11 marzo 1988, n. 67 devono essere integrate con le strutture di continuità assistenziale territoriale extraospedaliera, utilizzando il personale inquadrato negli organici della sanità.
1.27. Bellucci, Gemmato, Bucalo, Rizzetto.

NON SEGNALATO

  Dopo il comma 6, aggiungere il seguente:

  6-bis. Al fine diminuire fenomeni di assembramento di persone e contenere la diffusione del COVID-19, attraverso la semplificazione delle procedure di invio e ricezione di comunicazioni tra imprese ed utenti, all'articolo 1, comma 291, della legge 27 dicembre 2019, n. 160, dopo le parole: «tramite raccomandata con avviso di ricevimento» sono aggiunte le seguenti: «o tramite qualsiasi altra forma utilizzabile per l'adesione al contratto o per il recesso dallo stesso».
1.2. Butti, Rizzetto, Bellucci, Bucalo, Gemmato.

NON SEGNALATO

  Dopo il comma 7, aggiungere il seguente:

  7.1. Al fine di garantire la somministrazione dei vaccini, approvati dall'Agenzia europea per i medicinali (Ema), contro il COVID-19 a tutti i cittadini residenti oppure dimoranti legalmente sul territorio nazionale, per ragioni di emergenza sanitaria, di pubblica utilità e di profilassi internazionale, con l'entrata in vigore della presente legge e fino al termine dell'emergenza pandemica sono sospese tutte le tutele derivanti dalla registrazione dei brevetti sui medesimi, che sono dunque a disposizione dello Stato italiano. Con decreto del Ministero dell'economia e delle finanze, da adottarsi entro i quindici giorni successivi, sono stabilite le modalità per corrispondere un equo indennizzo ai produttori dei suddetti vaccini, posto che la vita umana è preminente rispetto al profitto aziendale, in modo che di tali antidoti sia possibile l'immediata produzione in Italia, anche al fine di accelerare la ripresa economica generale.
1.4. Sapia, Colletti, Cabras, Maniero, Spessotto, Trano, Corda, Testamento, Massimo Enrico Baroni.

  Dopo il comma 7, aggiungere il seguente:

  7.1. Al fine di incrementare l'efficienza delle risorse umane dei comparti difesa, sicurezza e soccorso pubblico e garantire una maggiore azione di prevenzione e controllo del territorio e di tutela dell'ordine e della sicurezza pubblica, connessi, in particolare, all'emergenza sanitaria in corso a causa della diffusione del COVID-19, è autorizzata l'assunzione straordinaria di personale nei comparti richiamati, mediante scorrimento fino ad esaurimento delle graduatorie in corso di validità alla data di entrata in vigore della presente legge, assicurando la precedenza sulla base del concorso più risalente nel tempo. Per le finalità di cui al presente comma i termini di validità delle graduatorie di cui all'articolo 1, comma 147, lettere a) e b), della legge 27 dicembre 2019, n. 160, relative ai concorsi pubblici dei comparti difesa, sicurezza e soccorso pubblico, sono prorogati sino al 31 dicembre 2021.
1.35. Cirielli, Rizzetto, Bellucci, Bucalo, Gemmato.

NON SEGNALATO

  Dopo il comma 7, aggiungere il seguente:

  7.1. Le disposizioni di cui all'articolo 12, comma 1, del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27, sono prorogate fino al 31 dicembre 2023. Le medesime disposizioni si applicano anche ai dirigenti medici docenti universitari o ricercatori, conferiti in convenzione, che svolgono attività assistenziale presso le aziende ospedaliere universitarie e presso gli istituti universitari di ricovero e cura facenti parte del Servizio sanitario nazionale. Agli oneri derivanti dal presente comma, valutati in 20 milioni di euro per ciascuno degli anni 2021, 2022 e 2023, si provvede mediante corrispondente riduzione del Fondo per gli interventi strutturali di politica economica, di cui all'articolo 10, comma 5, del decreto- legge 29 novembre 2004, n. 282, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 dicembre 2004, n. 307.
1.34. Gemmato.

NON SEGNALATO

  Dopo il comma 7, aggiungere il seguente:

  7.1. Al fine di rafforzare l'offerta sanitaria e sociosanitaria territoriale, necessaria a fronteggiare l'emergenza epidemiologica conseguente alla diffusione del virus SARS-Cov-2, anche attraverso la logistica degli interventi territoriali e domiciliari, è riconosciuto un contributo in favore dei Servizi per le dipendenze patologiche (SerD) e dei Dipartimenti di Salute Mentale e di Neuropsichiatra infantile, per l'assunzione di medici, infermieri, psicologi ed educatori, nonché di presidi sanitari. Con decreto del Ministro della salute, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, da adottare entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore del presente decreto, viene determinata l'entità massima del contributo riconoscibile e sono disciplinate le modalità di presentazione delle domande di contributo e di erogazione dello stesso.
1.32. Bellucci, Gemmato, Bucalo, Rizzetto.

NON SEGNALATO

  Dopo il comma 7, aggiungere il seguente:

  7.1. Al fine di accelerare la ripresa economica generale, non sono soggetti alle limitazioni e alle misure di contenimento tutti i cittadini residenti oppure dimoranti legalmente sul territorio nazionale che dimostrino di essere stati immunizzati contro il COVID-19, fermo restando l'obbligo di portare la mascherina e di mantenere il distanziamento nei locali pubblici o all'aperto. Con decreto del Ministro della salute, da adottarsi entro sette giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, sono disposte le misure per consentire la riapertura in sicurezza delle attività economiche e la libera circolazione dei soggetti già immunizzati.
1.5. Sapia, Colletti, Cabras, Maniero, Spessotto, Trano, Corda, Testamento, Massimo Enrico Baroni.

  Dopo il comma 7, aggiungere il seguente:

  7.1. Il Ministero della salute pubblica mensilmente i dati, divisi per tipologia, fascia d'età e per territorio, circa le problematiche di salute mentale registrate sul territorio nazionale.
1.41. Montaruli, Rizzetto, Bellucci, Bucalo, Gemmato.

NON SEGNALATO

  Dopo il comma 7, aggiungere il seguente:

  7.1. Entro un mese dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, il Ministero della salute pubblica i dati, divisi per fascia di età e territorio, relativi alle problematiche di salute mentale registrate dal Servizio sanitario nazionale.
1.40. Montaruli, Rizzetto, Bellucci, Bucalo, Gemmato.

NON SEGNALATO

  Dopo il comma 7, aggiungere il seguente:

  7.1. Il Ministero della salute pubblica mensilmente le attività e i risultati del tavolo tecnico sulla salute mentale istituito con decreto del 26 gennaio 2021.
1.42. Montaruli, Rizzetto, Bellucci, Bucalo, Gemmato.

NON SEGNALATO

  Dopo il comma 7-quinquies, aggiungere il seguente:

  7-sexies. Le restrizioni alle attività economiche non sono ulteriormente prorogabili.
1.43. Montaruli, Rizzetto, Bellucci, Bucalo, Gemmato.

  Dopo il comma 7-quinquies, aggiungere il seguente:

  7-sexies. Entro tre giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, il Consiglio dei ministri delibera la data di riapertura, non prorogabile, delle attività economiche soggette a restrizioni, nel rispetto dei protocolli di sicurezza.
1.44. Montaruli, Rizzetto, Bellucci, Bucalo, Gemmato.

  Dopo il comma 7-quinquies, aggiungere il seguente:

  7-sexies. Le attività economiche che si svolgono all'aperto, a prescindere dal codice ATECO, sono sempre consentite purché avvengano nel rispetto delle norme di sicurezza e di distanziamento o dei relativi protocolli.
1.38. Montaruli, Rizzetto, Bellucci, Bucalo, Gemmato.

  Dopo il comma 7-quinquies, aggiungere il seguente:

  7-sexies. In ogni caso nelle zone arancioni di cui all'articolo 1, comma 16-septies, lettera b), del decreto-legge n. 33 del 2020, è garantita la riapertura di tutte le attività economiche a prescindere dal codice ATECO, purché nel rispetto dei protocolli di sicurezza e di distanziamento sociale.
1.37. Montaruli, Rizzetto, Bellucci, Bucalo, Gemmato.

  Dopo il comma 7-quinquies, aggiungere il seguente:

  7-sexies. In ogni caso l'attività sportiva è sempre consentita in luoghi privati o pubblici. Gli operatori sportivi non sono soggetti alle restrizioni di cui al presente articolo.
1.39. Montaruli, Rizzetto, Bellucci, Bucalo, Gemmato.

  Dopo il comma 7-quinquies, aggiungere il seguente:

  7-sexies. Sull'intero territorio nazionale, ad eccezione della zona rossa, è consentita, purché sia garantito il rispetto delle vigenti linee guida in materia di prevenzione sanitaria, l'attività di palestre, piscine, centri natatori e scuole di danza destinate alla pratica sportiva dilettantistica.
1.30. Bellucci, Gemmato, Bucalo, Ferro, Rizzetto.

  Dopo il comma 7-quinquies, aggiungere il seguente:

  7-sexies. Sull'intero territorio nazionale sono consentite, purché sia garantito il rispetto delle vigenti linee guida in materia di prevenzione sanitaria, le attività dei servizi di ristorazione, fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie.
1.31. Bellucci, Gemmato, Bucalo, Ferro, Rizzetto.

  Dopo il comma 7-quinquies, aggiungere il seguente:

  7-sexies. Sull'intero territorio nazionale sono aperti, purché venga garantito il rispetto delle vigenti linee guida in materia di prevenzione sanitaria, gli esercizi commerciali presenti all'interno dei mercati e dei centri commerciali, gallerie commerciali, parchi commerciali ed altre strutture ad essi assimilabili.
1.202. Ferro.

  Dopo l'articolo 1, aggiungere il seguente:

Art. 1.1.
(Misure per il contrasto del contagio e per la sostenibilità economica delle imprese culturali)

  1. Allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus Covid-19 e garantire la sostenibilità economica delle imprese dello spettacolo:

   a) è garantita l'apertura al pubblico, secondo le linee guida predisposte dal Ministero della salute e nelle Regioni a più basso rischio epidemiologico, delle sale da spettacolo;

   b) è garantito lo svolgimento all'aperto, nei limiti consentiti dalle linee guida predisposte dal Ministero della salute e nelle Regioni a più basso rischio epidemiologico, di concerti e spettacoli;

   c) è garantito lo svolgimento di attività sportiva, inclusa l'attività della danza, nei limiti consentiti dalle linee guida del Ministero della salute e nelle Regioni a più basso rischio epidemiologico.
1.0201. Mollicone, Rizzetto, Bellucci, Bucalo, Gemmato.

  Dopo l'articolo 1, aggiungere il seguente:

Art. 1.1.
(Contributo a fondo perduto da destinare all'attività d'impresa culturale)

  1. Al fine di sostenere gli operatori dei settori economici interessati dalle misure restrittive introdotte per contenere la diffusione dell'epidemia «Covid-19», è riconosciuto un contributo a fondo perduto, nel limite massimo di 800 milioni per l'anno 2021 e 800 milioni per l'anno 2022, alle imprese culturali, dello spettacolo dal vivo, dello spettacolo viaggiante, del settore museale, delle mostre, delle gallerie d'arte, della danza.
  2. Con proprio decreto, entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, il Ministro della cultura, sentiti gli operatori del settore e le associazioni professionali, previo parere delle Commissioni parlamentari competenti, stabilisce i criteri di domanda e di accesso al contributo.
  3. L'ammontare del contributo è calcolato sui termini di perdita di fatturato rispetto il periodo intercorrente fra la dichiarazione dello stato d'emergenza e il 31 dicembre 2020 e il medesimo periodo dell'anno 2019.
  4. Agli oneri derivanti, pari a 800 milioni per l'anno 2021 e 800 milioni per l'anno 2022, si provvede mediante corrispondente riduzione del fondo di cui all'articolo 1, comma 255, della legge 30 dicembre 2018, n. 145.
1.0203. Mollicone, Rizzetto, Bellucci, Bucalo, Gemmato.

  Dopo l'articolo 1, aggiungere il seguente:

Art. 1.1.
(Misure in favore della cultura)

  1. Le imprese che gestiscono attività, servizi culturali, eventi, congressi e spettacoli, cinematografici e teatrali, nei luoghi preclusi in forza dei DPCM del 24 ottobre e del 3 novembre 2020, sono esentate dal pagamento degli oneri contributivi per un periodo non inferiore a sei mesi a decorrere dal primo mese successivo alla data di entrata in vigore del DPCM che stabilirà la riapertura.
1.0200. Mollicone, Rizzetto, Bellucci, Bucalo, Gemmato.

  Dopo l'articolo 1, aggiungere il seguente:

Art. 1.1.
(Contributo a fondo perduto da destinare alle imprese nel settore sportivo)

  1. Al fine di sostenere gli operatori dei settori economici interessati dalle misure restrittive introdotte per contenere la diffusione dell'epidemia «Covid-19», è riconosciuto un contributo a fondo perduto, nel limite massimo di 500 milioni per l'anno 2021 e 500 milioni per l'anno 2022, alle imprese del settore sportivo, le associazioni sportive dilettantistiche, le società sportive dilettantistiche, le società dell'impiantistica sportiva.
  2. Con proprio decreto, entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, il Ministro per lo Sport, sentite le associazioni professionali e gli operatori del settore, previo parere delle Commissioni parlamentari competenti, stabilisce i criteri di domanda e di accesso al contributo.
  3. L'ammontare del contributo è calcolato sui termini di perdita di fatturato rispetto il periodo intercorrente fra la dichiarazione dello stato d'emergenza e il 31 dicembre 2020 e il medesimo periodo dell'anno 2019.
  4. Agli oneri derivanti, pari a 500 milioni per l'anno 2021 e 500 milioni per l'anno 2022, si provvede mediante corrispondente riduzione del fondo di cui all'articolo 1, comma 255, della legge 30 dicembre 2018, n. 145.
1.0204. Mollicone, Rizzetto, Bellucci, Bucalo, Gemmato.

  Dopo l'articolo 1, aggiungere il seguente:

Art. 1.1.
(Vincolo quinquennale)

  1. Nel perdurare dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, per l'anno scolastico 2021/2022 sono sospesi gli effetti previsti dall'articolo 399, comma 3, del decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, come modificato dall'articolo 1, comma 17-octies, del decreto-legge 29 ottobre 2019, n. 126, convertito, con modificazioni, dalla legge 20 dicembre 2019, n. 159.
  2. Per l'anno scolastico 2021/2022 è sospeso il terzo periodo del comma 3 dell'articolo 13 del decreto legislativo n. 59 del 2017, così come sostituito dal numero 3) della lettera m) del comma 792 dell'articolo 1 della legge n. 145 del 30 dicembre 2018.
  3. Si dispone la proroga dei termini fino al 15 maggio 2021 per la presentazione delle domande relative alla mobilità per l'anno scolastico 2021/2022.
1.09. Bucalo, Frassinetti, Mollicone, Albano, Rizzetto, Bellucci, Gemmato.

NON SEGNALATO

  Dopo l'articolo 1, aggiungere il seguente:

Art. 1.1.
(Mobilità straordinaria e blocco quinquennale)

  1. All'articolo 1, comma 108, della legge 13 luglio 2015, n. 107, sono prorogati per l'anno scolastico 2021/2022 i termini per la mobilità straordinaria fino al 15 maggio 2021, per tutti gli ambiti territoriali a livello nazionale, per tutto il personale docente di ruolo, in deroga al vincolo di permanenza nella provincia, di cui all'articolo 399, comma 3, del testo unico di cui al decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, e successive modificazioni, su tutti i posti vacanti e disponibili, anche in organico di fatto.
1.07. Bucalo, Frassinetti, Mollicone, Albano, Rizzetto, Bellucci, Gemmato.

NON SEGNALATO

  Dopo l'articolo 1, aggiungere il seguente:

Art. 1.1.
(Mobilità straordinaria e blocco quinquennale)

  1. Per l'anno scolastico 2021/2022 è disposta la mobilità interprovinciale del personale docente su tutti i posti disponibili dell'organico dell'autonomia, ai sensi dell'articolo 470, comma 1, del decreto legislativo n. 297 del 1994, prorogando il comma 108 dell'articolo 1 della legge n. 107 del 2015.
  2. Si dispone la proroga dei termini fino al 15 maggio 2021 per la presentazione delle domande relative alla mobilità per l'anno scolastico 2021/2022.
1.08. Bucalo, Frassinetti, Mollicone, Albano, Rizzetto, Bellucci, Gemmato.

NON SEGNALATO

  Dopo l'articolo 1, aggiungere il seguente:

Art. 1.1.
(Mobilità dei dirigenti delle istituzioni scolastiche)

  1. Nel perdurare dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, per i dirigenti scolastici neo-assunti nell'anno scolastico 2019/2020 è autorizzata una mobilità straordinaria su tutti i posti vacanti e disponibili per l'anno scolastico 2021/2022.
1.010. Frassinetti, Bucalo, Mollicone, Albano, Rizzetto, Bellucci, Gemmato.

NON SEGNALATO

  Dopo l'articolo 1, aggiungere il seguente:

Art. 1.1.
(Proroga di termini in materia di sostegno ai lavoratori)

  1. Al decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27, sono apportate le seguenti modificazioni:

   a) all'articolo 24, comma 1, le parole: «dodici giornate usufruibili nei mesi di maggio e giugno 2020» sono sostituite dalle seguenti: «diciotto giornate usufruibili fino al 30 giugno 2021»;

   b) all'articolo 26:

    1) al comma 2, primo periodo, dopo le parole: «terapie salvavita» sono aggiunte le seguenti: «o da malattie croniche o rare»;

    2) al comma 2, è aggiunto, in fine, il seguente periodo: «I periodi di assenza dal servizio di cui al presente comma non sono computabili ai fini del periodo di comporto né, in ogni caso, in diminuzione delle somme erogate dall'INPS, ai lavoratori dipendenti pubblici e privati in possesso del riconoscimento di disabilità con connotazione di gravità ai sensi dell'articolo 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, a titolo di indennità di accompagnamento per minorazione civile.»;

    3) dopo il comma 2-bis, è aggiunto il seguente: «2-ter. Fino al 30 aprile 2021, per i lavoratori fragili di cui al comma 2 per i quali non sia possibile ovvero non sia consentito svolgere la prestazione lavorativa in modalità agile ai sensi del comma 2-bis, il periodo di assenza dal servizio è equiparato al ricovero ospedaliero ai sensi del medesimo comma 2.».
1.019. Bellucci, Gemmato, Bucalo, Ferro, Rizzetto.

  Dopo l'articolo 1, aggiungere il seguente:

Art. 1.1.
(Misure urgenti per la tutela del periodo di sorveglianza attiva dei lavoratori del settore privato)

  1. All'articolo 26 del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27, sono apportate le seguenti modificazioni:

   a) al comma 2, primo periodo, dopo le parole: «terapie salvavita» sono aggiunte le seguenti: «o da malattie croniche o rare»;

   b) al comma 2, è aggiunto, in fine, il seguente periodo: «I periodi di assenza dal servizio di cui al presente comma non sono computabili ai fini del periodo di comporto né, in ogni caso, in diminuzione delle somme erogate dall'INPS, ai lavoratori dipendenti pubblici e privati in possesso del riconoscimento di disabilità con connotazione di gravità ai sensi dell'articolo 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, a titolo di indennità di accompagnamento per minorazione civile.»;

   c) dopo il comma 2-bis, è aggiunto il seguente: «2-ter. Fino al 30 aprile 2021, per i lavoratori fragili di cui al comma 2 per i quali non sia possibile ovvero non sia consentito svolgere la prestazione lavorativa in modalità agile ai sensi del comma 2-bis, il periodo di assenza dal servizio è equiparato al ricovero ospedaliero ai sensi del medesimo comma 2.».

  2. Agli oneri derivanti dal presente articolo, valutati in 200 milioni di euro per l'anno 2021, si provvede mediante corrispondente riduzione del Fondo sociale per occupazione e formazione di cui all'articolo 18, comma 1, del decreto-legge 29 novembre 2008, n. 185, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 gennaio 2009, n. 2.
1.018. Bellucci, Gemmato, Bucalo, Ferro, Rizzetto.

  Dopo l'articolo 1, aggiungere il seguente:

Art. 1.1.
(Riapertura dei termini per la partecipazione all'esame di abilitazione alla professione di avvocato)

  1. I termini per la presentazione delle domande di partecipazione, da parte dei candidati, alla sessione dell'esame di Stato per l'abilitazione all'esercizio della professione forense per l'anno 2020 sono riaperti per un periodo non inferiore a 30 giorni.
  2. Il Governo è autorizzato ad adeguare, entro cinque giorni dall'entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, la normativa vigente alle disposizioni contenute nel comma 1.
1.017. Delmastro Delle Vedove, Rizzetto, Bellucci, Bucalo, Gemmato.

NON SEGNALATO

  Dopo l'articolo 1, aggiungere il seguente:

Art. 1.1.
(Misure per il contrasto del contagio e per la sostenibilità' economica delle imprese della ristorazione)

  1. Allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus Covid-19 e garantire la sostenibilità economica delle imprese della ristorazione, è garantita l'apertura al pubblico, secondo le linee guida predisposte dal Ministero della salute e nelle Regioni a più' basso rischio epidemiologico.
1.0202. Mollicone, Rizzetto, Bellucci, Bucalo, Gemmato.

NON SEGNALATO

ART. 2.
(Lavoro agile, congedi per genitori e bonus baby-sitting)

  Al comma 1, sostituire le parole: genitore di figlio minore di anni sedici, alternativamente all'altro genitore con le seguenti: , anche in regime di part time, genitore di figlio minore di anni sedici, anche cumulativamente all'altro genitore.

  Conseguentemente, al comma 2, primo periodo, sostituire le parole: genitore di figlio convivente minore di anni quattordici, alternativamente all'altro genitore con le seguenti: , anche in regime di part time, genitore di figlio convivente minore di anni quattordici, anche cumulativamente all'altro genitore.
2.201. Sapia, Colletti, Cabras, Maniero, Spessotto, Trano, Corda, Testamento, Massimo Enrico Baroni.

  Al comma 2, primo periodo, sopprimere le parole: Nelle sole ipotesi in cui la prestazione lavorativa non possa essere svolta in modalità agile,.

  Conseguentemente:

   al comma 6, sesto periodo, sostituire le parole: commi 1, 2, con le seguenti: commi 2,;

   al comma 7, sopprimere le parole: svolge la prestazione di lavoro in modalità agile o.
2.73. Rizzetto.

  Al comma 2, primo periodo, sopprimere le parole: Nelle sole ipotesi in cui la prestazione lavorativa non possa essere svolta in modalità agile,.
2.34. Frassinetti, Bucalo, Rizzetto, Bellucci, Gemmato, Mollicone, Albano.

  Al comma 2, sostituire il primo periodo con i seguenti: Il genitore lavoratore dipendente di figlio convivente minore di anni undici, alternativamente all'altro genitore, può astenersi dal lavoro per un periodo corrispondente in tutto o in parte alla durata della sospensione dell'attività didattica in presenza del figlio, alla durata dell'infezione da SARS COVID-19 del figlio, nonché alla durata della quarantena del figlio. In caso di figli conviventi di età compresa fra 11 e 14 anni, uno dei genitori, alternativamente all'altro, ha diritto di astenersi dal lavoro nelle sole ipotesi in cui la prestazione lavorativa non possa essere svolta in modalità agile.

  Conseguentemente al medesimo comma, secondo periodo, sostituire le parole da: ai genitori fino alla fine del comma, con le seguenti: anche ai genitori di figli con disabilità in situazione di gravità accertata ai sensi dell'articolo 4, comma 1, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, iscritti a scuole di ogni ordine e grado per le quali sia stata disposta la sospensione dell'attività didattica in presenza o ospitati in centri diurni a carattere assistenziale per i quali sia stata disposta la chiusura.
2.33. Bucalo, Frassinetti, Rizzetto, Bellucci, Gemmato, Mollicone, Albano.

  Al comma 2, primo periodo, sostituire la parola: quattordici con la seguente: sedici.

  Conseguentemente,

   sopprimere il comma 5;

   al comma 6, sesto periodo, sostituire le parole: , 3 e 5 con le seguenti: e 3.
2.112. Montaruli, Rizzetto, Bellucci, Bucalo, Gemmato.

  Al comma 2, primo periodo, sopprimere le parole: alternativamente all'altro genitore.
2.111. Montaruli, Rizzetto, Bellucci, Bucalo, Gemmato.

  Al comma 3, primo periodo, dopo le parole: ai sensi del comma 2 aggiungere le seguenti: primo periodo,

  Conseguentemente, dopo il comma 3, aggiungere il seguente:

  3-bis. Nei casi in cui sia presente un solo genitore, genitori separati o divorziati o con figli con disabilità in situazione di gravità accertata ai sensi dell'articolo 4, comma 1, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, per i periodi di astensione fruiti ai sensi del comma 2 del presente articolo, si ha diritto all'intera retribuzione.
2.36. Bucalo, Frassinetti, Rizzetto, Bellucci, Gemmato, Mollicone, Albano.

  Al comma 3, primo periodo, sostituire le parole: pari al 50 per cento con le seguenti: pari al 100 per cento.
2.113. Montaruli, Rizzetto, Bellucci, Bucalo, Gemmato.

  Al comma 3, primo periodo, sostituire le parole: pari al 50 per cento con le seguenti: pari al 90 per cento.
2.114. Montaruli, Rizzetto, Bellucci, Bucalo, Gemmato.

NON SEGNALATO

  Al comma 3, primo periodo, sostituire le parole: pari al 50 per cento con le seguenti: pari all'80 per cento.

  Conseguentemente, al medesimo comma, medesimo periodo, sopprimere le parole: ad eccezione del comma 2 del medesimo articolo 23.
2.35. Bucalo, Frassinetti, Rizzetto, Bellucci, Gemmato, Mollicone, Albano, Lucaselli.

  Al comma 3, primo periodo, sostituire le parole: pari al 50 per cento con le seguenti: pari all'80 per cento.
2.115. Montaruli, Rizzetto, Bellucci, Bucalo, Gemmato.

NON SEGNALATO

  Al comma 3, primo periodo, sostituire le parole: pari al 50 per cento con le seguenti: pari al 70 per cento.
2.116. Montaruli, Rizzetto, Bellucci, Bucalo, Gemmato.

  Al comma 3, primo periodo, sostituire le parole da: , calcolata fino alla fine del comma con le seguenti: . I suddetti periodi, tenuto conto delle particolari contingenze economiche legate alla pandemia da COVID-19, sono coperti da contribuzione effettiva, valida ai fini del trattamento di quiescenza e dei trattamenti di fine rapporto e di fine servizio.
2.61. Sapia, Colletti, Cabras, Maniero, Spessotto, Trano, Corda, Testamento, Massimo Enrico Baroni.

  Al comma 3, primo periodo, aggiungere, in fine, le parole: , e nel limite massimo complessivo di importo pari a 1.600 euro mensili.

  Conseguentemente:

   al comma 6:

    al primo periodo:

     sopprimere le parole: I lavoratori iscritti alla Gestione separata presso l'Istituto nazionale della previdenza sociale (INPS), di cui all'articolo 2, comma 26, della legge 8 agosto 1995, n. 335, i lavoratori autonomi,;

     sostituire le parole: 100 euro con le seguenti: 250 euro;

     sopprimere il quarto periodo;

    dopo il comma 6, aggiungere il seguente:

  6-bis. I lavoratori iscritti alla Gestione separata presso l'Istituto nazionale della previdenza sociale (INPS), di cui all'articolo 2, comma 26, della legge 8 agosto 1995, n. 335, e i lavoratori autonomi, per i figli conviventi minori di anni quattordici, possono chiedere un contributo di sostegno al lavoro autonomo per sospensione dell'attività didattica o educativa, nel limite massimo complessivo di 250 euro settimanali, da utilizzare per prestazioni effettuate per i casi di cui al comma 1. Il contributo viene erogato direttamente al richiedente dall'INPS ed è altresì riconosciuto ai lavoratori autonomi non iscritti all'INPS, subordinatamente alla comunicazione da parte delle rispettive casse previdenziali del numero dei beneficiari. Il bonus di cui al presente comma può essere fruito solo se l'altro genitore non accede ad altre tutele o al congedo di cui al comma 2 e comunque in alternativa alle misure di cui ai commi 1, 2, 3 e 5.;

    al comma 7, sostituire le parole: a 6 con le seguenti: a 6-bis;

    al comma 10, sostituire le parole: e 7 con le seguenti: , 6-bis e 7;

    alla rubrica, sostituire le parole: e bonus baby-sitting con le seguenti: , bonus baby-sitting e contributo di sostegno al lavoro autonomo.
2.200. Barzotti, Davide Crippa.

  Dopo il comma 4, aggiungere il seguente:

  4-bis. I benefici di cui ai commi da 1 a 4 sono cumulabili con i permessi retribuiti di cui all'articolo 33 della legge 5 febbraio 1992, n. 104. Conseguentemente, all'articolo 24, comma 1, del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27, le parole: «dodici giornate usufruibili nei mesi di maggio e giugno 2020» sono sostituite dalle seguenti: «diciotto giornate usufruibili fino al 30 giugno 2021».
2.102. Bellucci, Gemmato, Bucalo, Ferro, Rizzetto.

  Al comma 5, sostituire le parole: uno dei genitori, alternativamente all'altro, ha diritto con le seguenti: i genitori hanno diritto.
2.117. Montaruli, Rizzetto, Bellucci, Bucalo, Gemmato.

  Al comma 5, sostituire le parole: senza corresponsione di retribuzione o indennità né riconoscimento di contribuzione figurativa con le seguenti: con corresponsione di retribuzione o indennità all'80 per cento della retribuzione stessa e riconoscimento di contribuzione figurativa.
2.106. Bellucci, Gemmato, Bucalo, Ferro, Rizzetto.

  Al comma 5, sopprimere le parole: né riconoscimento di contribuzione figurativa.
2.37. Frassinetti, Bucalo, Rizzetto, Bellucci, Gemmato, Mollicone, Albano.

  Al comma 6, primo periodo, sopprimere le parole: del settore sanitario, pubblico e privato accreditato, appartenenti alle categorie degli esercenti le professioni sanitarie, degli esercenti la professione di assistente sociale e degli operatori sociosanitari.
2.109. Varchi, Maschio, Lucaselli, Bellucci, Ferro, Rizzetto, Bucalo, Gemmato.

  Al comma 6, primo periodo, dopo le parole: degli operatori sociosanitari, aggiungere le seguenti: i lavoratori del comparto della scuola pubblica e paritaria,
2.38. Bucalo, Frassinetti, Rizzetto, Bellucci, Gemmato, Mollicone, Albano.

  Al comma 6, primo periodo, sostituire le parole: 100 euro con le seguenti: 250 euro.
2.120. Montaruli, Rizzetto, Bellucci, Bucalo, Gemmato.

  Al comma 6, primo periodo, sostituire le parole: 100 euro con le seguenti: 200 euro.
2.107. Bellucci, Gemmato, Varchi, Bucalo, Ferro, Rizzetto.

  Al comma 6, primo periodo, dopo le parole: 100 euro settimanali aggiungere le seguenti: per ciascun figlio a carico.
2.108. Lucaselli, Ferro, Rizzetto, Bellucci, Bucalo, Gemmato.

  Al comma 6, quarto periodo, sostituire le parole da: autonomi fino alla fine del periodo, con le seguenti: dipendenti e ai lavoratori autonomi non iscritti all'INPS, subordinatamente alla comunicazione da parte delle rispettive casse previdenziali del numero dei beneficiari, per i figli conviventi minori di anni 10.
2.30. Moretto, Noja, D'Alessandro.

  Al comma 6, quinto periodo, aggiungere, in fine, le parole: , salvo che siano presenti un solo genitore, genitori separati o divorziati o con figli con disabilità in situazione di gravità accertata ai sensi dell'articolo 4, comma 1, della legge 5 febbraio 1992, n. 104.
2.39. Bucalo, Frassinetti, Rizzetto, Bellucci, Gemmato, Mollicone, Albano.

  Al comma 6, sesto periodo, sostituire le parole: commi 1, 2, con le seguenti: commi 2.
2.41. Frassinetti, Bucalo, Rizzetto, Bellucci, Gemmato, Mollicone, Albano.

  Al comma 6, aggiungere, in fine, il seguente periodo: Nel caso in cui sia presente un solo genitore, di genitori separati o divorziati o con figli con disabilità in situazione di gravità accertata ai sensi dell'articolo 4, comma 1, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, il bonus di cui al presente comma può essere fruito sempre.
2.40. Bucalo, Frassinetti, Rizzetto, Bellucci, Gemmato, Mollicone, Albano.

  Al comma 7, sopprimere le parole: svolge la prestazione di lavoro in modalità agile o.
2.42. Bucalo, Frassinetti, Rizzetto, Bellucci, Gemmato, Mollicone, Albano.

  Al comma 7, sostituire le parole: l'altro genitore non può con le seguenti: l'altro genitore può.
2.121. Montaruli, Rizzetto, Bellucci, Bucalo, Gemmato.

  Dopo il comma 8-bis, aggiungere i seguenti:

  8-ter. Ai lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali dell'Assicurazione generale obbligatoria, alla gestione separata INPS e alle Casse di previdenza private, non titolari di pensione, è riconosciuta un'indennità per il periodo corrispondente alla durata della quarantena del figlio convivente, minore di anni quattordici, disposta dal Dipartimento di prevenzione della azienda sanitaria locale (ASL) territorialmente competente a seguito di contatto verificatosi all'interno del plesso scolastico, nonché nell'ambito dello svolgimento di attività motoria in strutture, sia pubbliche sia private, ovvero all'interno di strutture regolarmente frequentate per seguire lezioni musicali e linguistiche. L'indennità di cui al presente comma non concorre alla formazione del reddito ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917.
  8-quater. L'indennità di cui al comma 8-ter è pari a 300 euro nel caso di durata della quarantena inferiore a quindici giorni e di 600 euro nel caso di durata superiore e può essere riconosciuta per periodi in ogni caso compresi entro il 30 aprile 2021.
  8-quinquies. L'indennità di cui ai commi 8-ter e 8-quater può essere richiesta alternativamente da uno solo dei genitori del minore di anni quattordici sottoposto alla misura della quarantena.
  8-sexies. L'indennità di cui ai commi da 8-ter a 8-quinquies è erogata dall'INPS, previa domanda, nel limite di spesa complessivo di 80 milioni di euro per l'anno 2021. L'INPS provvede al monitoraggio del rispetto del limite di spesa e comunica i risultati di tale attività al Ministero del lavoro e delle politiche sociali e al Ministero dell'economia e delle finanze. Qualora dal predetto monitoraggio emerga il verificarsi di scostamenti, anche in via prospettica, rispetto al predetto limite di spesa, l'INPS non prende in considerazione ulteriori domande.
  8-septies. Agli oneri derivanti dall'attuazione dei commi da 8-ter a 8-sexies, valutati in 80 milioni di euro per il 2021, si provvede mediante corrispondente riduzione del Fondo sociale per occupazione e formazione di cui all'articolo 18, comma 1, del decreto-legge 29 novembre 2009, n. 185, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 gennaio 2009, n. 2.
2.103. Bellucci, Gemmato, Bucalo, Ferro, Rizzetto.

  Dopo il comma 8-bis, aggiungere i seguenti:

  8-ter. A un solo genitore per ciascun figlio minore di anni 18 a carico è riconosciuto un voucher, nel limite di spesa complessivo di 50 milioni di euro per ciascuno degli anni 2021 e 2022, per la riduzione dell'impatto psicologico dell'epidemia, favorendo l'accesso ai servizi psicologici delle fasce più deboli della popolazione.
  8-quater. Con decreto del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, da adottare entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, sono disciplinate le modalità di attuazione delle disposizioni di cui al comma precedente.
2.105. Bellucci, Gemmato, Bucalo, Ferro, Rizzetto.

  Dopo il comma 11, aggiungere i seguenti:

  11-bis. Al fine di sostenere e riconoscere il ruolo ed il lavoro di cura e di assistenza svolto dal caregiver familiare, è riconosciuto, ad un solo caregiver familiare per nucleo familiare, come individuato ai sensi dell'articolo 1, comma 255, della legge 27 dicembre 2017, n. 205, purché convivente alla data del 23 febbraio 2020 con la persona assistita che si trovi in condizioni di disabilità grave o di non autosufficienza ai sensi dell'articolo 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, un contributo fino a 5.000 euro per il 2021. Il contributo di cui al presente comma non concorre alla formazione del reddito ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917.
  11-ter. Il contributo di cui al comma 11-bis è erogato dall'INPS, previa domanda, nel limite di spesa complessivo delle somme accantonate a legislazione vigente, per gli anni 2018, 2019, 2020 sul Fondo di cui all'articolo 1, comma 254 della legge 27 dicembre 2017, n. 205. L'INPS provvede al monitoraggio del rispetto del limite di spesa e comunica i risultati di tale attività alla Presidenza del Consiglio dei ministri e al Ministero dell'economia e delle finanze. Qualora dal predetto monitoraggio emerga il verificarsi di scostamenti, anche in via prospettica, rispetto al predetto limite di spesa, possono essere adottati altri provvedimenti concessori.
2.104. Bellucci, Gemmato, Bucalo, Ferro, Rizzetto.

  Dopo il comma 12, aggiungere il seguente:

  12-bis. Ai minori di anni 16 è garantito un contributo pari a 300 euro mensili da spendere per attività sportiva o supporto psicologico.
2.122. Montaruli, Rizzetto, Bellucci, Bucalo, Gemmato.

  Dopo l'articolo 2, aggiungere il seguente:

Art. 2.1.
(Lavoro agile per i lavoratori della Pubblica amministrazione all'estero)

  1. Al fine di tutelare la salute e la sicurezza dei lavoratori della Pubblica amministrazione oltre confine, il comma 4 dell'articolo 263 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 luglio 2020, n. 77, è abrogato.
2.02. Siragusa, Termini, Sarli, Fitzgerald Nissoli, Ungaro, Fusacchia.

  Dopo l'articolo 2, aggiungere il seguente:

Art. 2.1.
(Lavoro agile per i lavoratori della Pubblica amministrazione all'estero)

  1. Il comma 4 dell'articolo 263 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 luglio 2020, n. 77, è sostituito dal seguente: «4. Al fine di tutelare la salute e la sicurezza dei lavoratori della Pubblica amministrazione oltre confine, la presenza dei lavoratori negli uffici all'estero di pubbliche amministrazioni, comunque denominati, è regolata dall'Amministrazione di riferimento, tenuto conto delle condizioni di salute del lavoratore e appurate le garanzie igienico-sanitarie locali, tenuto conto altresì delle disposizioni emanate dalle autorità sanitarie locali per il contenimento della diffusione del COVID-19 qualora risultino maggiormente cautelative per la sicurezza sanitaria dei lavoratori. È comunque riconosciuto il diritto al lavoratore di richiedere all'Amministrazione di riferimento lo svolgimento della prestazione di lavoro in modalità agile ai sensi del Piano Organizzativo del Lavoro Agile (POLA) di cui al comma 4-bis.».
2.01. Termini, Siragusa, Sarli, Fitzgerald Nissoli, Ungaro, Fusacchia.

  Dopo l'articolo 2, aggiungere il seguente:

Art. 2.1.
(Disposizioni per il trasporto pubblico locale)

  1. All'articolo 92 del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27, sono apportate le seguenti modificazioni:

   a) al comma 4-bis, primo periodo, le parole: «30 aprile 2021» sono sostituite dalle seguenti: «31 dicembre 2021»;

   b) il comma 4-quater è soppresso.
2.07. Rizzetto.

NON SEGNALATO

Per tornare alla pagina di provenienza azionare il tasto BACK del browser