Camera dei deputati

Vai al contenuto

Sezione di navigazione

Menu di ausilio alla navigazione

MENU DI NAVIGAZIONE PRINCIPALE

Vai al contenuto

INIZIO CONTENUTO

MENU DI NAVIGAZIONE DELLA SEZIONE

Salta il menu

Concerti di bande militari

A partire dal 2002, in concomitanza con l'apertura al pubblico del Palazzo per l'iniziativa "Montecitorio a porte aperte", generalmente ogni prima domenica del mese, si tiene in Piazza Montecitorio un concerto eseguito da una delle bande militari dei diversi corpi delle Forze armate.

Il concerto, della durata di circa 15 minuti, è introdotto dall'esecuzione dell'Inno nazionale italiano e concluso con l'esecuzione dell'Inno europeo.
Il programma delle esibizioni è pubblicato su questa pagina nei giorni precedenti l'evento.

DOMENICA 15 GENNAIO 2022
PIAZZA MONTECITORIO, ORE 10,00

In concomitanza con la periodica apertura del Palazzo per "Montecitorio a porte aperte", il ciclo di concerti di bande musicali proseguirà domenica 15 gennaio 2022, alle ore 10,00, con l'esibizione della Banda musicale della Polizia di Stato diretta da Roberto Granata. Il concerto si svolgerà a Piazza Montecitorio ed avrà la durata di circa quindici minuti.

Il programma inizierà con l'esecuzione dell'Inno Nazionale Italiano e terminerà con l'esecuzione dell'Inno Europeo.

In particolare, il programma prevede brani di: Grupyn, pseudonimo di Amleto Lacerenza (I lancieri del Bengala, Marcia caratteristica); Giuseppe Verdi (Nabucco, Va pensiero); Ennio Morricone (A salute to Ennio Morricone).

La Banda farà il suo ingresso in Piazza Montecitorio alle ore 10,00 suonando un brano in entrata.

Il concerto terminerà alle ore 10,15. La Banda, analogamente a quanto fatto per l'ingresso in Piazza, uscirà suonando un brano.

Concerti eseguiti a Piazza Montecitorio dalle Bande Militari dei diversi corpi delle Forze armate
04/12/2022

Concerto della Banda musicale della Guardia di Finanza diretta dal Maestro Dario Di Coste.

06/11/2022

Concerto della Banda musicale dell'Arma dei Carabinieri diretta dal Maestro Massimo Martinelli.