CAMERA DEI DEPUTATI
Mercoledì 24 luglio 2024
XIX LEGISLATURA
Fascicolo di seduta
A.C. 552
EMENDAMENTI
Modifiche alla legge 26 luglio 1975, n. 354, in materia di concessione della liberazione anticipata, e disposizioni temporanee concernenti la sua applicazione.

N. 2.

Seduta del 24 luglio 2024

(Il fascicolo non comprende gli emendamenti ritirati)

ART. 1.

  All'articolo 1, premettere il seguente:

   «Art. 01. – 1. All'articolo 656 del codice di procedura penale, dopo il comma 9, è inserito il seguente:
   “9-bis. Il pubblico ministero, prima di emettere l'ordine di esecuzione, previa verifica dell'esistenza di periodi di custodia cautelare o di pena dichiarata fungibile relativi al titolo esecutivo da eseguire, trasmette gli atti al magistrato di sorveglianza affinché disponga con ordinanza in via provvisoria la detenzione domiciliare per il condannato di età pari o superiore ai settanta anni e la residua pena da espiare determinata ai sensi del comma 4-bis compresa tra i quattro e i sei anni di reclusione, fino alla decisione del magistrato di sorveglianza di cui al comma 6. Sono escluse le condanne per i delitti di cui delitti di cui all'articolo 51 comma 3-bis.”».
01.01002. Calderone.

  All'articolo 1, premettere il seguente:

   «Art. 01. – 1. All'articolo 656 del codice di procedura penale, dopo il comma 9, è inserito il seguente:
   “9-bis. Il pubblico ministero, prima di emettere l'ordine di esecuzione, trasmette gli atti al magistrato di sorveglianza affinché disponga con ordinanza in via provvisoria la detenzione domiciliare se il condannato si trova agli arresti domiciliari per gravi motivi di salute, fino alla decisione del magistrato di sorveglianza di cui al comma 6.”».
01.01003. Calderone

  All'articolo 1, premettere il seguente:

   «Art. 01. – 1. Al comma 9, lettera a) dell'articolo 656 del codice di procedura penale sopprimere le parole da “nonché di cui” fino a “624-bis del codice penale,”».
01.01004. Calderone

  Sopprimerlo.
1.1. Giuliano, D'Orso, Ascari, Cafiero De Raho.

NON SEGNALATO

  Sostituirlo con il seguente:

Art. 1.

  1. Alla legge 26 luglio 1975, n. 354, sono apportate le seguenti modificazioni:

   a) dopo l'articolo 47-bis è inserito il seguente:

«Art. 47-bis.1.
(Assegnazione alle case di comunità di reinserimento sociale)

   1. I condannati che debbono espiare una pena detentiva non superiore a dodici mesi, se costituente parte residua di maggior pena, e i condannati ammessi al regime di semilibertà di cui all'articolo 50 sono ammessi a scontare la pena presso le case di comunità di reinserimento sociale.»;

   b) all'articolo 48, secondo comma, le parole: «in appositi istituti o» sono sostituite dalle seguenti: «alle case di comunità di reinserimento sociale di cui all'articolo 47-bis.1, oppure, se queste ultime non sono istituite, ad».

  Conseguentemente, sostituire l'articolo 2 con i seguenti:

Art. 2.
(Esecuzione della pena presso case di comunità di reinserimento sociale)

  1. I soggetti che debbono espiare una pena detentiva non superiore a dodici mesi, se costituente parte residua di maggior pena e i condannati ammessi al regime di semilibertà, di cui all'articolo 50 della legge 26 luglio 1975, n. 354, possono, su istanza del condannato ovvero per iniziativa della direzione dell'istituto penitenziario oppure del pubblico ministero, eseguire la pena presso case di comunità di reinserimento sociale, di dimensioni limitate, di capienza compresa tra cinque e quindici persone.
  2. Le case di comunità di cui al comma 1 sono istituite con decreto del Ministro della giustizia, da adottare ai sensi dell'articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400, di concerto con il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, previa intesa in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano, sentiti i comuni interessati, da emanare entro sei mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge.
  3. L'intesa sancita nella Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano, formulata sentiti i comuni interessati, determina le sedi presso cui sono istituite le case territoriali di reinserimento sociale, in numero tale da garantire una capienza minima complessiva non inferiore a quella necessaria ad accogliere i soggetti di cui al comma 1, nonché le modalità di realizzazione delle case e le risorse organizzative necessarie per la loro gestione.
  4. Le spese occorrenti per l'istituzione e la gestione delle case territoriali sono a carico dello Stato.

Art. 2-bis.
(Procedura)

  1. I detenuti e gli internati di cui all'articolo 2 sono assegnati alle case di comunità di reinserimento sociale su provvedimento adottato dal magistrato di sorveglianza, il quale dispone l'esecuzione della pena presso la casa di comunità, salvo che ravvisi gravi motivi ostativi alla concessione della misura.
  2. Salvo si tratti di condannati minorenni o di condannati la cui pena da eseguire non è a superiore a sei mesi, è applicata la procedura di controllo mediante mezzi elettronici o altri strumenti tecnici resi disponibili per i singoli istituti penitenziari.
  3. La procedura di controllo, alla cui applicazione il condannato deve prestare il consenso, viene disattivata quando la pena residua da espiare scende sotto la soglia di sei mesi.
  4. Con provvedimento del capo del dipartimento dell'amministrazione penitenziaria del Ministero della giustizia, d'intesa con il capo della Polizia-Direttore generale della pubblica sicurezza, adottato entro il termine di dieci giorni dall'entrata in vigore della presente proposta di legge e periodicamente aggiornato, è individuato il numero dei mezzi elettronici e degli altri strumenti tecnici da rendere disponibili, nei limiti delle risorse finanziarie disponibili a legislazione vigente, che possono essere utilizzati per l'esecuzione della pena con le modalità stabilite dal presente articolo.
  5. L'esecuzione del provvedimento nei confronti dei condannati con pena residua da eseguire superiore ai sei mesi avviene progressivamente a partire dai detenuti che devono scontare la pena residua inferiore.
  6. Ai fini dell'esecuzione della pena secondo le modalità previste dall'articolo 2, la direzione è tenuta ad attestare che la pena da eseguire non sia superiore a dodici mesi, se costituente parte residua di maggior pena, che non sussistono le preclusioni di cui all'articolo 2-ter e che il condannato abbia fornito l'espresso consenso alla attivazione delle procedure di controllo.

Art. 2-ter.
(Preclusioni)

  1. Sono esclusi dall'esecuzione secondo le modalità di cui all'articolo 2:

   a) soggetti condannati per taluno dei delitti indicati dall'articolo 4-bis della legge 26 luglio 1975, n. 354, e dagli articoli 572, 609-bis e 612-bis del codice penale;

   b) delinquenti abituali, professionali o per tendenza, ai sensi degli articoli 102, 105 e 108 del codice penale;

   c) detenuti che sono sottoposti al regime di sorveglianza particolare, ai sensi dell'articolo 14-bis della legge 26 luglio 1975, n. 354, salvo che sia stato accolto il reclamo previsto dall'articolo 14-ter della medesima legge;

   d) detenuti che negli ultimi due anni siano stati sanzionati per le infrazioni disciplinari di cui all'articolo 77, comma 1, numeri 18, 19, 20 e 21, del decreto del Presidente della Repubblica 30 giugno 2000, n. 230;

   e) detenuti nei cui confronti sia redatto rapporto disciplinare ai sensi dell'articolo 81, comma 1, del decreto del Presidente della Repubblica 30 giugno 2000, n. 230, in quanto coinvolti in disordini e sommosse;

Art. 2-quater.
(Personale addetto alle case di comunità e programma di reinserimento sociale)

  1. Presso le case territoriali di reinserimento sociale svolgono la propria attività educatori operanti presso gli istituti penitenziari ordinari, che curano, insieme al Consiglio di aiuto sociale di cui all'articolo 76 della legge 26 luglio 1975, n. 354, la predisposizione e la realizzazione dei programmi di reinserimento sociale.
  2. I programmi di reinserimento sociale espressamente finalizzati alla ricollocazione sociale del reo, per i detenuti e gli internati che non siano già assegnati al lavoro esterno, né ammessi al regime di semilibertà, possono comprendere lavori di pubblica utilità, progetti con la partecipazione di educatori, psicologi e assistenti sociali, nonché attività cogestite con enti del Terzo settore di cui all'articolo 4 del codice di cui al decreto legislativo 3 luglio 2017, n. 117.
  3. I programmi di reinserimento sociale di cui al comma precedente sono predisposti dalla direzione e dagli educatori della casa di comunità, unitamente al Consiglio di aiuto sociale, di cui al comma 1, che li trasmettono al magistrato di sorveglianza per l'approvazione, entro quindici giorni dalla trasmissione.
  4. L'esecuzione dei programmi di reinserimento sociale è di competenza della direzione, la quale provvederà, a cadenza mensile, all'invio al magistrato di sorveglianza dei relativi verbali di attuazione del programma assegnato a ciascun detenuto.
  5. Nel caso in cui la persona sottoposta all'esecuzione della pena presso le case di comunità evada o tenti di evadere, ovvero ponga in essere atti idonei a compromettere l'ordine o la sicurezza pubblica o dell'istituto o a porre in pericolo l'altrui integrità fisica, il magistrato di sorveglianza dispone nei suoi confronti la revoca della misura e il proseguimento dell'esecuzione presso l'istituto penitenziario.
1.2. D'Orso, Ascari, Cafiero De Raho, Giuliano.

  Sostituirlo con il seguente:

Art. 1.

  1. Alla legge 26 luglio 1975, n. 354, all'articolo 41-bis, è aggiunto, in fine, il seguente comma:

   «2-octies. Le disposizioni del comma 2-quater, lettera e), si applicano anche ai soggetti condannati per alcuno dei delitti previsti dagli articoli 572, 609-bis, 609- quater, 609-octies e 612-bis del codice penale».

  Conseguentemente, sopprimere l'articolo 2.
1.5. Ascari, D'Orso, Cafiero De Raho, Giuliano.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, alla lettera a), premettere la seguente:

   0a) all'articolo 18, dopo il terzo comma, sono inseriti i seguenti:

   «In deroga a quanto previsto dal terzo comma, i detenuti ed internati possono essere ammessi a svolgere i colloqui intimi con il coniuge, la parte dell'unione civile o la persona con lei stabilmente convivente, senza il controllo a vista del personale di custodia, quando, tenuto conto del comportamento della persona detenuta in carcere, non ostino ragioni di sicurezza o esigenze di mantenimento dell'ordine e della disciplina, né, riguardo all'imputato, ragioni giudiziarie. Rilevano, a tal fine, la pericolosità sociale del detenuto, l'irregolarità di condotta e precedenti disciplinari.

   I colloqui intimi hanno una durata adeguata all'obiettivo di consentire al detenuto e al suo partner un'espressione piena dell'affettività e si svolgono presso unità abitative appositamente attrezzate all'interno degli istituti, organizzate per consentire la preparazione e la consumazione di pasti e riprodurre, per quanto possibile, un ambiente di tipo domestico.

   Il direttore dell'istituto verifica l'eventuale esistenza di divieti dell'autorità giudiziaria che impediscano i contatti del detenuto con la persona con la quale il colloquio stesso deve avvenire, ovvero la sussistenza del presupposto dello stabile legame affettivo, in particolare l'effettività della pregressa convivenza.»

  Conseguentemente, dopo il comma 1, aggiungere il seguente:

  1-bis. Al decreto del Presidente della Repubblica 30 giugno 2000, n. 230, sono apportate le seguenti modificazioni:

   a) all'articolo 37, comma 5, sono aggiunte, in fine, le seguenti: «salvo quanto previsto dall'articolo 18, commi quarto e seguenti, della legge 26 luglio 1975 n. 354»;

   b) all'articolo 61, comma 2, lettera b), sono aggiunte, in fine, le seguenti parole: «ad eccezione di quanto stabilito dai commi quarto e seguenti del medesimo articolo».
1.3. Cafiero De Raho, D'Orso, Ascari, Giuliano.

  Al comma 1, lettera a), premettere la seguente:

   0a) all'articolo 28, è aggiunto, in fine, il seguente comma: «Particolare cura è altresì dedicata a coltivare i rapporti affettivi. A tale fine i detenuti e gli internati hanno diritto a una visita al mese della durata minima di sei ore con le persone autorizzate ai colloqui. Le visite si svolgono in unità abitative appositamente attrezzate all'interno degli istituti penitenziari senza controlli visivi e auditivi».

  Conseguentemente, dopo l'articolo 1, aggiungere il seguente:

Art. 1-bis.

  1. Al fine di garantire il diritto alle visite affettive in tutti gli istituti penitenziari presenti nel territorio nazionale, entro tre mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, con regolamento adottato ai sensi dell'articolo 17, commi 1 e 4, della legge 23 agosto 1988, n. 400, il Governo provvede ad apportare le modifiche necessarie al regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 30 giugno 2000, n. 230, al fine di prevedere che:

   a) all'articolo 37, comma 5, dopo il primo periodo sia previsto che per i detenuti con figli minori di quattordici anni, i colloqui devono svolgersi in locali distinti, dotati preferibilmente di spazi all'aperto e con possibilità di attività ludiche e ricreative, a sostegno dell'infanzia e dell'accoglienza dei minori;

   b) all'articolo 37, comma 8, il secondo periodo sia soppresso;

   c) all'articolo 37, comma 9, le parole: «a dieci anni» siano sostituite dalle seguenti: «a quattordici anni» e sia previsto, in fine, che i colloqui si svolgono in locali distinti, adeguatamente allestiti, preferibilmente con un'area verde attrezzata, dotati di spazi all'aperto, con possibilità di consumazione di un pasto;

   d) dopo il comma 13 sia aggiunto il comma 13-bis al fine di prevedere che ferme restando le modalità previste dall'articolo 18, terzo comma, della legge 26 luglio 1975, n. 354 per le persone ammesse ai colloqui, è consentito ai detenuti e agli internati effettuare una volta al mese, con priorità per le famiglie con i figli minori di quattordici anni, nei giorni festivi, un colloquio di durata non inferiore a tre ore, in locali appositi o all'aperto, per consumare un pasto o effettuare un'attività all'aperto con i propri figli e familiari;

   e) all'articolo 39, comma 2, al primo periodo, dopo le parole: «alla corrispondenza telefonica» sia inserita la seguente: «quotidiana» e le parole: «, una volta alla settimana» siano soppresse;

   f) all'articolo 39, comma 2, sia soppresso il secondo periodo;

   g) all'articolo 39, comma 6, secondo periodo, la parola: «dieci» sia sostituita dalla seguente: «venti»;

   h) all'articolo 61, comma 2, sia sostituita la lettera b) al fine di prevedere che il direttore dell'istituto può promuovere progetti interistituzionali e protocolli d'intesa volti alla creazione di sportelli della famiglia per il ripristino e il rinforzo delle funzioni genitoriali e il superamento delle situazioni di disagio familiare.
1.17. Magi.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, alla lettera a), premettere la seguente:

   0a) all'articolo 28, è aggiunto, in fine, il seguente comma: «Particolare cura è altresì dedicata a coltivare i rapporti affettivi. A tale fine i detenuti e gli internati hanno diritto a una visita al mese della durata minima di sei ore con le persone autorizzate ai colloqui. Le visite si svolgono in unità abitative appositamente attrezzate all'interno degli istituti penitenziari senza controlli visivi e auditivi».
1.16. Magi.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, alla lettera a), premettere la seguente:

   «0a) il comma 1 dell'articolo 32 è sostituito dal seguente:

   “1. I detenuti e gli internati, all'atto del loro ingresso negli istituti sono informati delle detrazioni previste dall'articolo 54, della possibilità della sua revoca e della misura massima di riduzione dell'entità della pena complessiva da scontare. Sono altresì informati, se necessario anche successivamente, delle disposizioni generali e particolari attinenti ai loro diritti e doveri, alla disciplina e al trattamento.”»;

  Conseguentemente:

   al medesimo comma:

    alla lettera a):

     al numero 1), sostituire il capoverso con il seguente:

   «1. Al condannato a pena detentiva è riconosciuta una detrazione di sessanta giorni per ogni singolo semestre di pena scontata. A tal fine è valutato anche il periodo trascorso in stato di custodia cautelare o di detenzione domiciliare. La detrazione di cui al primo periodo non si applica al condannato per uno dei reati di cui agli articoli 270-bis, 280, 289-bis, 416-bis, 416-ter, 600, 600-bis, 601, 602, 609-bis, 609-ter, 609-quater e 609-octies, 74 del decreto del Presidente della Repubblica 9 ottobre 1990, n. 309 e per i delitti aggravati ai sensi dell'articolo 416-bis.1 del codice penale.»;

     al numero 2), sostituire il capoverso con il seguente:

   «2-bis. Ove il condannato sia incorso in una sanzione disciplinare che possa pregiudicare la partecipazione all'opera di rieducazione, il direttore dell'istituto trasmette gli atti al magistrato di sorveglianza competente per territorio per la revoca della riduzione di pena riconosciuta ai sensi del comma 1»;

    alla lettera b), sostituire il capoverso con il seguente:

   «8. Al fine di garantire l'immediato riconoscimento delle detrazioni previste dall'articolo 54 con decreto comunicato all'interessato, al suo difensore e al pubblico ministero determina la riduzione complessivamente prevista, provvede con ordinanza sulla revoca delle detrazioni ai sensi dell'articolo 54, comma 2-bis, sulla remissione del debito, nonché sui ricoveri previsti dall'articolo 148 del codice penale».

   dopo il comma 1, aggiungere, il seguente:

  2. All'articolo 656, comma 4-bis, del codice di procedura penale la parola: «eventuale» è soppressa.
1.1005. Pittalis.

  Al comma 1, alla lettera a) premettere le seguenti:

   0a) dopo l'articolo 47-bis, è aggiunto il seguente:

   «Art. 47-bis.1 – (Assegnazione alle case territoriali di reinserimento sociale) – 1. I condannati che debbono espiare una pena detentiva non superiore a dodici mesi, anche se costituente parte residua di maggior pena, i condannati ammessi al regime di semilibertà di cui all'articolo 50 nonché i detenuti e gli internati assegnati al lavoro all'esterno secondo le modalità previste dall'articolo 21 sono ammessi a scontare la pena presso le case territoriali di reinserimento sociale».

   0b) all'articolo 48, secondo comma, le parole: «in appositi istituti o», sono sostituite dalle seguenti: «nelle case territoriali di reinserimento sociale di cui all'articolo 47-bis.1, oppure, se queste ultime non sono istituite, in».

  Conseguentemente, dopo l'articolo 1, aggiungere il seguente:

Art. 1-bis.

  1. I soggetti che debbono espiare una pena detentiva non superiore a dodici mesi, anche se costituente parte residua di maggior pena, nonché i detenuti e gli internati assegnati al lavoro all'esterno e i condannati ammessi al regime di semilibertà, di cui, rispettivamente, agli articoli 21 e 50 della legge 26 luglio 1975, n. 354, sono ammessi a scontare la pena presso le case territoriali di reinserimento sociale di cui all'articolo 47-bis.1 della legge 26 luglio 1975, n. 354.
  2. Le case territoriali di reinserimento sociale di cui al comma 1 sono istituite con decreto del Ministro della giustizia, da adottare ai sensi dell'articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400, di concerto con il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, previa intesa in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano, sentiti i comuni interessati, da emanare entro sei mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge.
  3. L'intesa sancita nella Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano, formulata sentiti i comuni interessati, determina le sedi presso cui sono istituite le case territoriali di reinserimento sociale, in numero tale da garantire una capienza minima complessiva non inferiore a quella necessaria ad accogliere i soggetti di cui al comma 1, nonché le modalità di realizzazione delle case e le risorse organizzative necessarie per la loro gestione.
  4. I detenuti e gli internati che debbono espiare una pena residua non superiore a dodici mesi sono assegnati alle case territoriali di reinserimento sociale dal competente provveditore regionale dell'amministrazione penitenziaria.
  5. Il direttore della casa territoriale di reinserimento sociale è il sindaco del comune competente o un soggetto da esso delegato. Presso le case territoriali opera personale dipendente dal comune, assunto mediante concorso pubblico, sulla base di disposizioni stabilite con legge regionale, che regolano anche la determinazione delle piante organiche, lo stato giuridico ed economico e la disciplina del rapporto di lavoro del personale medesimo.
  6. Presso le case territoriali di reinserimento sociale svolgono la propria attività operatori specializzati che curano la realizzazione dei programmi di reinserimento sociale. Il reclutamento, lo stato giuridico ed economico e il rapporto di lavoro di tali operatori sono disciplinati con la legge regionale di cui al comma 5. In caso di necessità, è consentito di ricorrere, per tempi limitati, all'impiego di educatori operanti presso gli istituti penitenziari ordinari. Gli operatori dei centri di servizio sociale per adulti svolgono le funzioni di loro competenza presso le case territoriali nell'ambito degli interventi previsti sulla base della normativa vigente.
  7. I programmi di reinserimento sociale espressamente finalizzati alla ricollocazione sociale del reo, per i detenuti e gli internati che non siano già assegnati al lavoro esterno né ammessi al regime di semilibertà, possono comprendere lavori di pubblica utilità, progetti con la partecipazione di educatori, psicologi e assistenti sociali nonché attività cogestite con enti del Terzo settore di cui all'articolo 4 del codice di cui al decreto legislativo 3 luglio 2017, n. 117. I programmi di reinserimento sociale di cui al primo periodo sono predisposti dalla direzione e dagli operatori della casa territoriale, che li trasmettono al magistrato di sorveglianza per l'approvazione. L'esecuzione dei programmi di reinserimento sociale è di competenza della direzione e degli operatori della casa territoriale. Per i detenuti che debbono espiare una pena detentiva non superiore a dodici mesi è favorito un regime esecutivo orientato verso l'ammissione a misure alternative alla detenzione, ivi compreso il lavoro all'esterno.
  8. Le spese occorrenti per l'istituzione e la gestione delle case territoriali sono a carico dello Stato, che provvede ai corrispondenti trasferimenti ai comuni secondo i seguenti criteri:

   a) le spese sostenute dai comuni per l'istituzione delle case territoriali sono ristorate dallo Stato, a conclusione delle opere necessarie per la realizzazione delle stesse, sulla base di specifico rendiconto verificato dall'organo di revisione economico-finanziaria del comune e approvato dalla giunta comunale;

   b) i finanziamenti necessari per la gestione delle case territoriali sono anticipati dallo Stato in base al bilancio di previsione approvato dal consiglio comunale e sono liquidati definitivamente in base al rendiconto della gestione, trasmesso al Ministero della giustizia unitamente alla documentazione relativa.

  9. La ripartizione degli oneri finanziari di cui al comma 8 tra lo Stato e i comuni può essere modificata, anche per periodi di tempo limitati, mediante convenzione stipulata tra la regione competente e il Ministero della giustizia.
  10. La forma di espiazione della pena prevista dal presente articolo non si applica ai condannati minorenni nei cui confronti sia stata disposta una delle misure penali di comunità di cui agli articoli 4, 5 e 6 del decreto legislativo 2 ottobre 2018, n. 121.
1.15. Magi.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, lettera a), dopo il numero 1) aggiungere il seguente:

   1-bis) dopo il comma 1 è inserito il seguente: «1-bis. Al momento dell'ingresso in carcere, il condannato è informato del meccanismo premiale di cui al comma 1 e delle relative conseguenze sull'entità della pena da scontare».
1.7. Gianassi, Serracchiani, Di Biase, Zan.

  Al comma 1, lettera a), sopprimere il numero 2).

  Conseguentemente, sopprimere la lettera b).
*1.9. Gianassi, Serracchiani, Di Biase, Zan.

  Al comma 1, lettera a), sopprimere il numero 2).

  Conseguentemente, sopprimere la lettera b).
*1.1000. Giachetti.

  Al comma 1, lettera a), numero 2), sostituire il capoverso 2-bis con il seguente: «2-bis. Sulla concessione della liberazione anticipata provvede il pubblico ministero competente per l'esecuzione».
1.10. D'Orso, Ascari, Cafiero De Raho, Giuliano.

  Al comma 1, dopo la lettera a), aggiungere la seguente: a-bis) all'articolo 67, primo comma, lettera b), dopo le parole: «i membri del Parlamento», sono inserite le seguenti: «, il sindaco del comune presso cui è ubicata la struttura».
1.14. Magi.

  Al comma 1, sopprimere la lettera b).
1.12. Giuliano, D'Orso, Ascari, Cafiero De Raho.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, alla lettera b), capoverso comma 8, aggiungere in fine il seguente periodo: «Avverso l'ordinanza di cui al presente comma, è possibile proporre reclamo»

  Conseguentemente, al medesimo comma, dopo la lettera b), aggiungere la seguente:

   «c) all'articolo 70, dopo il comma 2, aggiungere il seguente:

   “2-bis. Il tribunale di sorveglianza decide altresì in sede di reclamo avverso le ordinanze di cui al comma 8 dell'articolo 69, ai sensi dell'articolo 678 del codice di procedura penale. Il magistrato che ha emesso il provvedimento non fa parte del collegio.”»
1.1006. Gianassi, Serracchiani, Di Biase, Zan.

(Votazione dell'articolo 1)

  Dopo l'articolo 1, aggiungere il seguente:

Art. 1-bis.
(Modifica alla legge 26 luglio 1975, n. 354)

  1. All'articolo 54 della legge 26 luglio 1975, n. 354, dopo il comma 1, è aggiunto il seguente:

   «1-bis. In caso di violazione della ragionevole durata del processo, al condannato a pena detentiva è sempre concessa una detrazione di sessanta giorni dalla pena da espiare per ogni semestre eccedente i termini di cui all'articolo 2, comma 2-bis, della legge 24 marzo 2001 n. 89.»;
1.01002. Del Barba.

  Dopo l'articolo 1, aggiungere il seguente:

Art. 1-bis.
(Modifica alla legge 26 luglio 1975, n. 354)

  1. All'articolo 54 della legge 26 luglio 1975, n. 354, dopo il comma 1, è aggiunto il seguente:

   «1-bis. In caso di violazione della ragionevole durata del processo, al condannato a pena detentiva è sempre concessa una detrazione di quarantacinque giorni dalla pena da espiare per ogni semestre eccedente i termini di cui all'articolo 2, comma 2-bis, della legge 24 marzo 2001 n. 89.»;
1.01003. Del Barba.

NON SEGNALATO

ART. 2.

  Sopprimerlo.
2.1. Giuliano, D'Orso, Ascari, Cafiero De Raho.

  Sostituirlo con il seguente:

Art. 2.

  1. La detrazione di pena prevista dall'articolo 54 della legge 26 luglio 1975, n. 354, come modificato dall'articolo 1 della presente legge si applica anche ai semestri di pena successivi alla data del 1° gennaio 2016, nonché al semestre in corso a tale data.
  2. Per i semestri rispetto ai quali la detrazione di pena è stata già riconosciuta, l'incremento di quindici giorni è disposto d'ufficio dal pubblico ministero competente per l'esecuzione.
2.1000. Giachetti.

  Sostituire il comma 2 con il seguente:

  2. La detrazione di pena di settantacinque giorni, prevista dall'articolo 54 della legge 26 luglio 1975, n. 354, come modificato dall'articolo 1 della presente legge, si applica anche ai semestri di pena successivi alla data del 1° marzo 2020, nonché al semestre in corso a tale data.
2.4. Gianassi, Serracchiani, Di Biase, Zan.

  Sostituire il comma 3 con il seguente:

  3. Per i semestri rispetto ai quali è stata già concessa la liberazione anticipata, l'incremento di quindici giorni è disposto d'ufficio dal pubblico ministero competente per l'esecuzione.
2.5. Gianassi, Serracchiani, Di Biase, Zan.

  Dopo il comma 3, aggiungere il seguente:

  3-bis. Sono esclusi dall'applicazione della detrazione di pena prevista dall'articolo 54, comma 1, della legge 26 luglio 1975, n. 354, come modificato dall'articolo 1 della presente legge, i soggetti condannati per taluno dei reati contemplati dall'articolo 4-bis della legge 26 luglio 1975, n. 354.
2.6. Ascari, D'Orso, Cafiero De Raho, Giuliano.

(Votazione dell'articolo 2)

  Dopo l'articolo 2, aggiungere il seguente:

Art. 2-bis.

  1. Per le finalità di cui alla presente legge il Ministero della giustizia, per il triennio 2024-2026, è autorizzato:

   a) a bandire nuovi concorsi per esami da magistrato ordinario al fine di reclutare non meno di 500 nuovi magistrati, eventualmente anche mediante lo scorrimento di graduatorie in corso di validità alla data di entrata in vigore della presente legge.

   b) ad autorizzare assunzioni di personale addetto all'Ufficio per il processo da istituire presso i tribunali di sorveglianza, ai sensi dell'articolo 1, comma 1, del decreto legislativo 10 ottobre 2022, n. 151;

   c) ad autorizzare assunzioni straordinarie del Corpo della Polizia penitenziaria mediante il bando di nuovi concorsi nonché mediante scorrimento lo scorrimento di graduatorie in corso di validità alla data di entrata in vigore della presente legge.
2.01. Gianassi, Serracchiani, Di Biase, Zan.

  Dopo l'articolo 2, aggiungere il seguente:

Art. 2-bis.
(Rifinanziamento Fondo di cui alla legge 29 dicembre 2022, n. 197)

  1. Il Fondo di cui all'articolo 1, comma 856, della legge 29 dicembre 2022, n. 197, è rifinanziato di euro 2 milioni per gli anni 2024 e 2025, destinando specificatamente tali risorse all'assistenza ai detenuti, agli internati e alle persone sottoposte a misure alternative alla detenzione o soggette a sanzioni di comunità e alle loro famiglie, contenenti, in particolare, iniziative educative, culturali e ricreative.
  2. Ai maggiori oneri, pari a euro 2 milioni per gli anni 2024 e 2025, si provvede mediante corrispondente riduzione del Fondo di cui all'articolo 1, comma 200, della legge 23 dicembre 2014, n. 190.
2.02. Ascari, D'Orso, Cafiero De Raho, Giuliano.

  Dopo l'articolo 2, aggiungere il seguente:

Art. 2-bis.
(Procedure concorsuali per funzionario giuridico-pedagogico e di funzionario mediatore culturale)

  1. Al fine di rafforzare l'offerta trattamentale nell'ambito degli istituti penitenziari, il Ministero della giustizia è autorizzato a bandire, nell'anno 2024, procedure concorsuali pubbliche per l'assunzione, con contratto di lavoro a tempo indeterminato e nei limiti della vigente dotazione organica, di 350 unità di personale da destinare al Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria, da inquadrare nell'Area dei funzionari, posizione di funzionario giuridico-pedagogico e di funzionario mediatore culturale. Le predette assunzioni sono autorizzate in aggiunta alle vigenti facoltà assunzionali dell'amministrazione penitenziaria. Per far fronte agli oneri assunzionali di cui al presente comma è autorizzata la spesa di euro 2.193.981 per l'anno 2024 e di euro 4.387.962 annui a decorrere dall'anno 2025. Per lo svolgimento delle relative procedure concorsuali è autorizzata la spesa di euro 100.000 per l'anno 2024.
  2. Ai maggiori oneri si provvede mediante corrispondente riduzione del Fondo di cui all'articolo 1, comma 200, della legge 23 dicembre 2014, n. 190.
2.03. D'Orso, Ascari, Cafiero De Raho, Giuliano.

  Dopo l'articolo 2, aggiungere il seguente:

Art. 2-bis.
(Assunzione di personale per gli uffici territoriali del Dipartimento per la giustizia minorile e di comunità del Ministero della giustizia, destinate ai ruoli di funzionario della professionalità pedagogica e di funzionario della professionalità di servizio sociale)

  1. Al fine di potenziare gli organici dei servizi minorili della giustizia e di rafforzare l'offerta trattamentale legata alla esecuzione penale esterna ed alle misure e sanzioni di comunità, anche in relazione alle necessità venutesi a creare in ragione delle disposizioni previste dal decreto-legge 15 settembre 2023, n. 123, il Ministero della giustizia è autorizzato a bandire, nell'anno 2024, procedure concorsuali pubbliche per l'assunzione straordinaria, con contratto di lavoro a tempo indeterminato, di 500 unità di personale per gli uffici territoriali del Dipartimento per la giustizia minorile e di comunità del Ministero della giustizia, destinate ai ruoli di funzionario della professionalità pedagogica e di funzionario della professionalità di servizio sociale, da inquadrare nell'area terza, posizione economica F1. Le assunzioni di cui al presente comma sono autorizzate in deroga ai vigenti limiti sulle facoltà assunzionali.
  2. Alle assunzioni di cui al comma precedente si provvede anche mediante scorrimento delle graduatorie.
  3. Per l'attuazione delle disposizioni di cui al comma 1 è autorizzata la spesa di 50 milioni di euro a decorrere dall'anno 2024.
  4. Per l'espletamento delle relative procedure concorsuali è autorizzata la spesa 500.000 di euro per l'anno 2024.
  5. Ai maggiori oneri derivanti dal presente articolo, pari a 50,5 milioni di euro per l'anno 2024 e 50 milioni di euro a decorrere dall'anno 2025, si provvede mediante corrispondente riduzione del Fondo di cui all'articolo 1, comma 200, della legge 23 dicembre 2014, n. 190.
2.04. D'Orso, Ascari, Cafiero De Raho, Giuliano.

  Dopo l'articolo 2, aggiungere il seguente:

Art. 2-bis.
(Disposizioni per il personale del dipartimento dell'amministrazione penitenziaria e del dipartimento per la giustizia minorile e di comunità)

  1. Al fine di garantire la piena operatività degli uffici territoriali del Dipartimento per la giustizia minorile e di comunità del Ministero della giustizia, in ragione del probabile aumento della popolazione carceraria dovuto alle disposizioni previste dal decreto-legge 15 settembre 2023, n. 123, la dotazione organica del Dipartimento per la giustizia minorile e di comunità è aumentata di 300 unità di personale del comparto funzioni centrali, di cui 250 unità dell'Area III, posizione economica F1 e 50 unità dell'Area II, posizione economica F2. In attuazione di quanto disposto dal presente comma, il Ministero della giustizia è autorizzato a bandire nell'anno 2024, in deroga a quanto previsto dall'articolo 35, comma 4, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, le procedure concorsuali finalizzate all'assunzione, con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, in aggiunta alle ordinarie facoltà assunzionali, anche tramite scorrimento delle graduatorie in corso di validità alla data di entrata in vigore della presente legge.
  2. Al comma 1 dell'articolo 13 del decreto-legge 17 febbraio 2017, n. 13, convertito, con modificazioni, dalla legge 13 aprile 2017, n. 46, le parole: «triennio 2017-2019» sono sostituite dalle seguenti: «triennio 2024-2026» e le parole: «296 unità» sono sostituite dalle seguenti: «850 unità».
  3. Per le finalità di cui al presente articolo è autorizzata una spesa di 50 milioni di euro a decorrere dall'anno 2024.
  4. Ai maggiori oneri derivanti dal presente articolo si provvede mediante corrispondente riduzione del Fondo di cui all'articolo 1, comma 200, della legge 23 dicembre 2014, n. 190.
2.05. D'Orso, Ascari, Cafiero De Raho, Giuliano.

NON SEGNALATO

  Dopo l'articolo 2, aggiungere il seguente:

Art. 2-bis.
(Rifinanziamento del Fondo relativo all'accoglienza di genitori detenuti con bambini al seguito in case-famiglia protette)

  1. Al fine di contribuire all'accoglienza di genitori detenuti con bambini al seguito in case-famiglia protette ai sensi dell'articolo 4 della legge 21 aprile 2011, n. 62, e in case-alloggio per l'accoglienza residenziale dei nuclei mamma-bambino, la dotazione del Fondo di cui all'articolo 1, comma 322, della legge 30 dicembre 2020, n. 178, è incrementata di 5 milioni di euro per l'anno 2024.
  2. Ai maggiori oneri derivanti dal presente articolo, pari a euro 5 milioni di euro per l'anno 2024, si provvede mediante corrispondente riduzione del Fondo di cui all'articolo 1, comma 200, della legge 23 dicembre 2014, n. 190.
2.06. Ascari, D'Orso, Cafiero De Raho, Giuliano.

NON SEGNALATO

  Dopo l'articolo 2, aggiungere il seguente:

Art. 2-bis.
(Incremento risorse per gli uffici e le strutture di esecuzione penale esterna e per la messa alla prova)

  1. Al fine di garantire e implementare la funzionalità e l'organizzazione degli uffici e delle strutture di esecuzione penale esterna e per la messa alla prova, anche al fine di favorire il decremento della popolazione penitenziaria e concorrere così a determinare positivi effetti anche in termini di complessiva sicurezza sociale in ragione della conseguente riduzione della recidiva, è autorizzata la spesa di 30 milioni di euro per ciascuno degli anni 2024, 2025 e 2026.
  2. Ai maggiori oneri del presente articolo, pari a 30 milioni di euro per ciascuno degli anni 2024, 2025 e 2026, si provvede mediante corrispondente riduzione del Fondo di cui all'articolo 1, comma 200, della legge 23 dicembre 2014, n. 190.
2.07. Ascari, D'Orso, Cafiero De Raho, Giuliano.

NON SEGNALATO

  Dopo l'articolo 2, aggiungere il seguente:

Art. 2-bis.
(Norme per il personale medico specialistico e il personale sanitario che fornisce un servizio psichiatrico di diagnosi e cura, svolge compiti di prevenzione, cura e riabilitazione a favore di soggetti affetti da problematiche psichiatriche in esecuzione penale)

  1. Al personale medico specialistico e al personale sanitario che fornisce un servizio psichiatrico di diagnosi e cura, svolge compiti di prevenzione, cura e riabilitazione a favore di soggetti affetti da problematiche psichiatriche in esecuzione penale, attraverso i competenti dipartimenti e servizi di salute mentale delle proprie aziende sanitarie, presso gli istituti penitenziari per adulti e nelle strutture minorili, presso le residenze per l'esecuzione delle misure di sicurezza (R.E.M.S.) di cui alla legge 30 maggio 2014, n. 81, e presso gli Uffici di esecuzione penale esterna, è riconosciuto un ulteriore trattamento accessorio della retribuzione, pari ad euro 250, a titolo di indennità correlato e proporzionato alle particolari condizioni di lavoro.
  2. Il Ministero della salute, previa acquisizione dell'intesa in sede di Conferenza Stato, regioni e province autonome di Trento e di Bolzano, con proprio decreto, entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge definisce le modalità di attuazione di cui al comma 1.
  3. Per le finalità di cui al presente articolo è autorizzata una spesa di 300 mila euro a decorrere dall'anno 2024.
2.08. D'Orso, Ascari, Cafiero De Raho, Giuliano.

  Dopo l'articolo 2, aggiungere il seguente:

Art. 2-bis.
(Disposizioni in materia di promozione e sostegno delle attività teatrali negli istituti penitenziari)

  1. Al fine di riconoscere il teatro in carcere come opportunità di cambiamento per i detenuti-attori e come mutamento delle modalità relazionali di chi vive l'esperienza carceraria, è istituito nello stato di previsione del Ministero della giustizia un «Fondo per la promozione e il sostegno delle attività teatrali negli istituti penitenziari», con una dotazione pari a 2 milioni di euro annui a decorrere dall'anno 2024.
  2. Il Fondo di cui al comma 1 è destinato allo sviluppo di attività teatrali laboratoriali e produttive, alla realizzazione – anche all'esterno degli istituiti penitenziari – di spettacoli teatrali e alla partecipazione di professionisti dello spettacolo e delle imprese sociali, degli enti e delle associazioni presenti sul territorio, nonché all'erogazione di benefìci economici in favore del personale interno degli istituti penitenziari – compresi gli istituti penali per minorenni – che collabora alla realizzazione degli spettacoli. Con regolamento adottato mediante decreto del Ministro della giustizia, entro due mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, sono stabilite le modalità di attuazione del presente comma.
  3. Agli oneri di cui al comma 1, pari a 2 milioni di euro annui a decorrere dall'anno 2024, si provvede mediante corrispondente riduzione del Fondo di cui all'articolo 1, comma 200, della legge 23 dicembre 2014, n. 190.
2.09. Bruno, D'Orso, Ascari, Cafiero De Raho, Giuliano.

NON SEGNALATO

  Dopo l'articolo 2, aggiungere il seguente:

Art. 2-bis.
(Fondo per la realizzazione di impianti sportivi presso gli istituti penitenziari)

  1. Allo scopo di promuovere la salute e il benessere psico-fisico, facilitando il recupero dei detenuti e minori e giovani adulti sottoposti a provvedimenti penali in area penale esterna attraverso lo sport quale strumento educativo e di prevenzione del disagio sociale e psicofisico, di sviluppo e di inclusione sociale, di recupero e di socializzazione, di integrazione dei gruppi a rischio di emarginazione e delle minoranze, presso il Ministro per lo sport e i giovani, è istituito un fondo per la realizzazione di impianti sportivi presso gli istituti penitenziari per adulti, gli istituti penali per minori e le comunità di accoglienza per minori, pari a 20 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2024 al 2026.
  2. Per la progettazione e la costruzione dei relativi impianti è competente il Dipartimento per lo Sport – Presidenza del Consiglio dei ministri e per la realizzazione è competente Sport e Salute S.p.a. in collaborazione con il Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria e il Dipartimento di giustizia minorile e di comunità.
  3. Agli oneri di cui al comma 1, pari a 20 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2024 al 2026 si provvede mediante corrispondente riduzione del Fondo di cui all'articolo 1, comma 200, della legge 23 dicembre 2014, n. 190.
2.010. D'Orso, Ascari, Cafiero De Raho, Giuliano.

NON SEGNALATO

  Dopo l'articolo 2, aggiungere il seguente:

Art. 2-bis.
(Incremento delle risorse per l'edilizia penitenziaria)

  1. Al fine di garantire la sicurezza, il miglioramento della vivibilità, l'adeguamento funzionale degli istituti penitenziari di adulti e minori è autorizzata la spesa di 30 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2024 al 2026 per la ristrutturazione e il miglioramento di padiglioni e spazi interni ed esterni delle strutture penitenziarie.
  2. Agli oneri di cui al comma 1, pari a 30 milioni di euro annui per ciascuno degli anni dal 2024 al 2026, si provvede mediante corrispondente riduzione del Fondo di cui all'articolo 1, comma 200, della legge 23 dicembre 2014, n. 190.
2.011. Ascari, D'Orso, Cafiero De Raho, Giuliano.

NON SEGNALATO

  Dopo l'articolo 2, aggiungere il seguente:

Art. 2-bis.
(Nuove residenze R.E.M.S)

  1. È autorizzata la spesa per ciascuno degli anni 2024, 2025 e 2026 di ulteriori 20 milioni di euro, al fine di realizzare nuove residenze per l'esecuzione delle misure di sicurezza (R.E.M.S.) di cui al decreto-legge 31 marzo 2014, n. 52, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 maggio 2014, n. 81.
  2. Ai maggiori oneri del presente articolo, pari a 20 milioni di euro per ciascuno degli anni 2024, 2025 e 2026, si provvede mediante corrispondente riduzione del Fondo di cui all'articolo 1, comma 200, della legge 23 dicembre 2014, n. 190.
2.013. Ascari, D'Orso, Cafiero De Raho, Giuliano.

  Dopo l'articolo 2, aggiungere il seguente:

Art. 2-bis.
(Centri diurni interni agli istituti penitenziari)

  1. Al fine di promuovere e incrementare in tutti gli istituti penitenziari il progetto dei centri diurni rivolti a persone in situazioni di fragilità finanziati da Casse delle ammende ai sensi del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 10 aprile 2017, n. 102, si provvede a un finanziamento di 10 milioni di euro per l'anno 2024 e 20 milioni di euro a decorrere dall'anno 2025 mediante riduzione del fondo speciale di parte corrente iscritto, ai fini del bilancio triennale 2024-2026, nell'ambito del programma «Fondi di riserva e speciali» della missione «Fondi speciali per la copertura di nuove leggi di spesa» dello stato di previsione del Ministero dell'economia e delle finanze.
  2. Con decreto del Ministro della giustizia, previo parere della Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano, sono definite le modalità e le procedure per la realizzazione degli interventi dei Centri diurni di cui al comma 1, finalizzati a:

   a) creare spazi osservativi e riabilitativi preliminari per consentire l'avvio di percorsi individualizzati, integrando efficacemente i diversi interventi effettuati dagli attori che a vario titolo operano all'interno degli Istituti Penali;

   b) intercettare precocemente i soggetti in situazioni di fragilità, individuando i loro bisogni a livello concreto, psicologico, relazionale ed esperienziale idoneo al recupero delle energie residue e alla valorizzazione delle risorse personali;

   c) realizzare interventi risocializzanti e riabilitativi ad integrazione delle attività trattamentali e terapeutiche già in essere;

   d) intervenire sulla dimensione emotiva e relazionale dei partecipanti alle attività, utilizzando il gruppo come spazio protetto di condivisione e scambio di esperienze connotate positivamente, al fine di riattivare le competenze relazionali e di base necessarie per accedere a percorsi di inclusione sociale con un ruolo attivo;

   e) facilitare l'accesso alle attività trattamentali e alle risorse riabilitative già presenti in Istituto, agendo sulla rete di supporto tra pari nelle sezioni che vedono una maggior incidenza di problematiche psichiatriche e di particolari condizioni di fragilità;

   f) favorire l'accesso alle misure alternative e costruire percorsi che accompagnino le persone con problematiche sanitarie per le quali non è indicata la permanenza in istituto, potenziando la rete di opportunità del territorio e seguendole nell'attuazione del progetto individualizzato di reinserimento;

   g) rafforzare e migliorare la capacità del sistema di definire interventi personalizzati in grado di offrire una risposta proporzionata all'intensità del bisogno identificato, superando le logiche settoriali;

   h) realizzare le opportunità di accesso ai percorsi di accoglienza abitativa temporanea funzionali all'acquisizione di una autonomia sostenibile, attraverso una strategia integrata che affianchi l'intervento di accoglienza temporanea a interventi specialistici mirati.
2.014. Dori.

A.C. 1691
QUESTIONI PREGIUDIZIALI
S. 924 – Istituzione della filiera formativa tecnologico-professionale (Approvato dal Senato).

N. 1.

Seduta del 24 luglio 2024
QUESTIONE PREGIUDIZIALE
DI MERITO

   La Camera,

   premesso che:

    il disegno di legge in esame presentato dal Ministro dell'istruzione e del merito, recante «Istituzione della filiera formativa tecnologico-professionale» è composto di quattro articoli ed è stato inserito nella Nota di aggiornamento del documento di economia e finanza 2023 tra i provvedimenti collegati alla decisione di bilancio;

    inizialmente il provvedimento si componeva di tre articoli, ma la Presidenza del Senato ha disposto lo stralcio dell'originario Capo II (articolo 3), ai sensi dell'articolo 126-bis, comma 2-bis, del Regolamento del Senato, poiché conteneva disposizioni estranee all'oggetto del disegno di legge, inerenti alla revisione della disciplina in materia di valutazione del comportamento delle studentesse e degli studenti;

    era dunque chiaro fin dall'inizio che la finalità di questo provvedimento non fosse soltanto quella di agganciare la riforma degli istituti tecnici e professionali prevista dal PNRR (Missione 4, Componente 1 – Riforma 1.1) all'istituzione della filiera formativa tecnologico-professionale, ma soprattutto quella di anticipare una più ampia e poco condivisa riforma del sistema scolastico;

   in ordine al testo sottoposto si rileva che:

    la parte sostanziale del provvedimento è quella operata dall'articolo 1 del testo, composto da 9 commi, che istituisce la filiera formativa tecnologico-professionale vera e propria, finalizzata a valorizzare le esigenze dei territori e a connettere i mondi dell'istruzione e della formazione professionale e del lavoro;

    in realtà, il disegno di legge voluto dal Ministro Giuseppe Valditara ha l'obiettivo di reinterpretare compiti e funzioni dell'intero sistema scolastico, subordinandone le finalità educative e i relativi processi di insegnamento ai bisogni contingenti provenienti esclusivamente dal mondo produttivo, generando un'interdipendenza tra il mondo della scuola e il grado di sviluppo del mercato del lavoro;

    tali finalità si possono rinvenire nel lessico utilizzato nel provvedimento, in quanto ovunque ricorrono parole come «filiera», «addestramento», in riferimento alle attività laboratoriali e ai percorsi per le competenze trasversali e per l'orientamento da parte di soggetti provenienti dal sistema delle imprese e delle professioni, o periodi quali «percorsi funzionali alle esigenze specifiche dei territori» e «percorsi didattici per rispondere alle esigenze del settore produttivo nazionale», un linguaggio che richiama in maniera inequivocabile il mondo dell'impresa e che sembra voglia trasmettere l'idea di formare gli studenti «su commissione» a seconda del numero di imprese presenti su un territorio e in relazione alle loro specifiche esigenze;

    l'esigenza di subordinare i desideri educativi e professionali delle giovani generazioni alle necessità del settore produttivo nazionale si evince anche dalla mancanza di finanziamenti per la quasi totalità delle disposizioni, ad eccezione dell'articolo 4, che istituisce un fondo per la promozione dei campus, ovvero reti di soggetti che erogano i percorsi di istruzione e formazione professionale, con una dotazione, invero, largamente insufficiente per la realizzazione dell'obiettivo;

    tale scarsità di fondi pubblici pone un secondo problema: secondo questo modello, il contesto per lo sviluppo della filiera dovrà poggiarsi necessariamente su finanziamenti privati, i quali legittimamente agiscono in funzione dell'interesse e del proprio profitto personale, in quanto in assenza di una regolamentazione omogenea, il processo educativo-didattico sarà demandato a forme di partenariato che seguiranno formule basate, indubbiamente, sulle esigenze di chi stanzierà le risorse;

    questo creerà incontrovertibilmente un'iper-specializzazione e un iper-settorializzazione della funzione educativa e didattica, in quanto se si dovesse capovolgere il sistema per cui dapprima si impiega il tempo per studiare e acquisire conoscenze che poi, successivamente, serviranno per immettersi nel mondo del lavoro, si andrebbe incontro al rischio di assimilare soltanto le competenze utili e specifiche per il territorio di riferimento, le quali, laddove detta professione venisse sostituita da una tecnologia alternativa o l'azienda chiudesse, precluderebbero la possibilità per i giovani di utilizzare il proprio know-how per diversificare le opportunità di lavoro;

    a questo quadro si aggiunge l'attivazione di percorsi quadriennali sperimentali di istruzione secondaria di secondo grado, con una riduzione del percorso educativo che genererà inevitabilmente un impoverimento dell'offerta formativa del sistema d'istruzione, in quanto non è chiaro come si potrà assicurare «il conseguimento delle competenze di cui al profilo educativo, culturale e professionale, delle conoscenze e delle abilità previste dall'indirizzo di studi di riferimento» prevedendo una riduzione del tempo scuola;

    la giustificazione del legame tra l'istituzione della sperimentazione e le riforme del PNRR non è fondata nel merito, in quanto la Missione 4, Componente 1, Riforma 1.1 già richiamata, prevede un allineamento dei curricula degli istituti tecnici e professionali già esistenti, e quindi di durata quinquennale, alle innovazioni digitali previste dal Piano Industria 4.0, in particolare il rafforzamento delle materie STEM e non viene dunque citata la previsione di ridurre da cinque a quattro gli anni scolastici del sistema d'istruzione secondaria;

    dappiù, i percorsi quadriennali proposti renderebbero ancora più complesso l'accesso ai percorsi universitari o di formazione superiore, se non strettamente legati al percorso previsto dal provvedimento stesso, il cosiddetto 4+2, con l'accesso diretto ai percorsi di istruzione offerti dagli ITS Academy, generando una discriminazione peculiare tra studenti frequentanti lo stesso percorso d'istruzione;

    mantenere gli attuali percorsi quinquennali si rivela fondamentale per acquisire in maniera approfondita conoscenze che permetteranno ai futuri lavoratori e lavoratrici di confrontarsi con la complessità e la rapidità delle trasformazioni tecnologiche;

    a ciò si aggiunge la previsione del comma 4 del nuovo articolo 25-bis del decreto-legge 23 settembre 2022, n. 144, istituito da questo provvedimento, la quale deroga a quanto previsto dall'articolo 1, comma 2, della legge 15 luglio 2022, n. 99, che disciplina l'accesso ai percorsi di istruzione superiore offerti dagli ITS Academy sia per coloro che possiedono un diploma di scuola secondaria di secondo grado sia per coloro che, invece, hanno ottenuto il diploma quadriennale di istruzione e formazione professionale e hanno conseguito un certificato di specializzazione tecnica superiore all'esito di corsi di istruzione e formazione tecnica superiore della durata di almeno 800 ore;

    infatti, per coloro che conseguiranno il diploma professionale al termine dei percorsi di istruzione e formazione professionale di cui all'articolo 17, comma 1, lettera b) del decreto legislativo 17 ottobre 2005, n. 226, sarà garantito l'accesso diretto ai percorsi di ITS Academy, in deroga dunque a quanto sopracitato, in caso di adesione alla filiera formativa tecnologico-professionale da parte delle istituzioni regionali che erogano i suddetti percorsi e a seguito di validazione attraverso il sistema dell'INVALSI;

    inoltre, a seguito di tale validazione, gli studenti potranno sostenere l'esame di Stato senza frequentare l'apposito corso annuale, così come previsto attualmente per gli stessi studenti dall'articolo 15, comma 6, del sopracitato decreto legislativo 17 ottobre 2005, n. 226;

    tale previsione sconvolgerà il complesso equilibrio esistente tra i diversi settori del sistema di istruzione e formazione, in quanto delegittima il ruolo del corpo docente e del consiglio di classe nel valutare il percorso di ogni singolo studente, una facoltà che verrebbe dunque demandata ad un test che dovrà accertare il raggiungimento o meno delle competenze richieste per il quinto anno;

    al comma 6 del medesimo articolo 25-bis, lettera e), si prevede che, fermo restando che le sperimentazioni quadriennali devono essere attuate «ad invarianza delle dotazioni organiche» e, dunque, senza maggiori oneri a carico della finanza pubblica per finanziare la didattica, le istituzioni scolastiche che aderiranno alla sperimentazione potranno stipulare contratti di prestazione d'opera per attività di insegnamento e formazione, nonché di «addestramento» con soggetti del sistema delle imprese e delle professioni, senza dare indicazioni sul numero complessivo di ore da dedicare a queste «attività» e sulla percentuale di presenza dei professionisti rispetto al personale docente curriculare;

    tale disposizione mira ad alimentare una delegittimazione dei docenti già menzionata nei paragrafi precedenti, in quanto, se per i professori curriculari i percorsi di formazione e valutazione diventano sempre più complicati e onerosi con le modifiche normative attualmente previste, per coloro che invece provengono dal sistema delle imprese e delle professioni, a cui, però, viene affidata un'attività di insegnamento, basterà semplicemente far valere la propria esperienza professionale;

    una delegittimazione del corpo docente avviata proprio dal Ministero che dovrebbe, invero, tutelarne la professione;

    agli articoli 2 e 3 del provvedimento in esame si prevede l'istituzione, rispettivamente, di una struttura tecnica per la promozione della filiera formativa tecnologico-professionale e di un comitato di monitoraggio nazionale per la stessa filiera all'interno del Ministero dell'istruzione e del merito, in deroga ai limiti stabiliti per la dotazione organica dei dirigenti dall'articolo 19, comma 6, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165;

    tale struttura tecnica avrebbe il compito di promuovere le sinergie tra i vari soggetti che aderiscono alla filiera, nonché migliorare e ampliare la progettazione dei percorsi didattici e favorire una progressiva adesione del sistema di istruzione e formazione professionale al sistema INVALSI, mentre il Comitato dovrebbe monitorare l'andamento della filiera e, sulla base degli esiti raccolti, proporne l'aggiornamento alla struttura tecnica istituita;

    fermo restando l'eccedenza di strutture onerose che contrasta con la clausola di invarianza finanziaria applicata all'istituzione della filiera, la quale avrebbe bisogno, invero, di finanziamenti pubblici, non si comprende la necessità di istituire un Comitato di monitoraggio con compiti e composizione pressoché equivalenti a quelle dell'Osservatorio nazionale per l'istruzione tecnica e professionale, istituito dall'articolo 28 dello stesso decreto-legge 23 settembre 2022, n. 144 che si va in questa sede ad emendare con l'articolo aggiuntivo istitutivo della filiera;

    infatti, l'articolo 28 recita la composizione dell'Osservatorio, costituito da: «rappresentanti delle organizzazioni datoriali e sindacali maggiormente rappresentative, delle regioni, degli enti locali, dell'INVALSI e dell'INDIRE», gli stessi componenti elencati dall'articolo 3 del provvedimento in esame per la composizione del Comitato di monitoraggio;

    infine, si ritiene utile menzionare le conseguenze negative che si genereranno in futuro dall'urgenza ingiustificata nell'adozione del provvedimento istitutivo della filiera tecnologico-professionale, in quanto mentre lo stesso era ancora all'esame del Senato, il Ministro ha deciso di anticipare molti contenuti discussi finora adottando un decreto ministeriale, il n. 240 del 7 dicembre 2023, al fine di avviare la sperimentazione già dal prossimo anno scolastico e dando dunque la possibilità agli studenti di scegliere questo percorso nel mese di gennaio, senza aver adeguatamente informato gli stessi studenti e le loro famiglie, costretti a fare una scelta così importante per il proprio futuro «al buio»;

    elementi che sono stati sottolineati anche dal Consiglio superiore della pubblica istruzione, che ha bocciato la sperimentazione, evidenziando come «i tempi di attuazione della sperimentazione non consentirebbero l'indispensabile informazione alle famiglie, le dovute azioni di orientamento per le studentesse e per gli studenti, i necessari confronti tra i molti soggetti coinvolti nelle reti per costruire relazioni significative», pertanto: «le inevitabili ripercussioni su tutto il sistema dell'istruzione secondaria rendono necessaria, a parere del CSPI, una riflessione più ampia sull'impatto del piano sperimentale nazionale, con un consapevole coinvolgimento del mondo della scuola, in tempi conseguentemente più adeguati»;

    l'adozione di un decreto ministeriale che, di fatto, anticipa molti contenuti oggetto del provvedimento all'esame, rappresenta una grave mancanza di correttezza istituzionale che rischia di danneggiare il rapporto fiduciario tra Parlamento e Governo, in quanto il primo si trova ad oggi ad avallare a posteriori contenuti già decisi a monte dal Ministero per garantire l'attivazione del progetto nazionale di sperimentazione relativo all'istituzione della filiera formativa tecnologico-professionale già a partire dall'anno scolastico 2024/2025, relegando l'organo costituzionale titolare della funzione legislativa ad un mero esecutore di atti emanati dal potere esecutivo;

    in generale, l'istituzione di una filiera tecnologico-professionale e della relativa sperimentazione appare non solo erroneamente collegata all'attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza e, in particolare alla Missione 4, Componente 1, Riforma 1.1, ma del tutto illogica nella modifica del complesso sistema d'istruzione e formazione professionale e nell'urgenza di avviare la suddetta sperimentazione già a partire dall'anno scolastico 2024/2025;

    per tutte le summenzionate ragioni,

delibera

di non procedere all'esame del disegno di legge n. 1691.
N. 1. Caso, Amato, Orrico, Francesco Silvestri.

A.C. 1691
EMENDAMENTI
S. 924. – Istituzione della filiera formativa tecnologico-professionale (Approvato dal Senato)

Relatore: ROSCANI

N. 1.

Seduta del 24 luglio 2024

EMENDAMENTI SEGNALATI
PER LA VOTAZIONE

ART. 1.
(Istituzione della filiera formativa tecnologico-professionale)

  Sopprimerlo.
1.1. (ex 1.1.) Caso, Amato, Orrico.

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, primo periodo, sopprimere le parole: e alle esigenze del settore produttivo nazionale.
1.11. (ex 1.13.) Caso, Amato, Orrico.

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, primo periodo, sostituire le parole: e formativo 2024/2025 con le seguenti: 2025/2026.
1.14. (ex 1.17.) Orrico, Caso, Amato.

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, primo periodo, sostituire le parole: 2024/2025 con le seguenti: 2026/2027.
1.19. (ex 1.22.) Caso, Amato, Orrico.

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, primo periodo, sostituire le parole: 2024/2025 con le seguenti 2025/2026.
1.20. (ex 1.23.) Manzi, Orfini, Berruto, Iacono, Ascani.

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, secondo periodo, sopprimere le parole da: assicurando fino a: modalità realizzative,
1.33. (ex 1.36.) Manzi, Orfini, Berruto, Iacono, Ascani.

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, secondo periodo, sopprimere le parole: , assicurando la programmazione dei percorsi della filiera medesima,.
1.35. (ex 1.38.) Orrico, Caso, Amato.

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, secondo periodo, sostituire le parole da: assicurando la programmazione dei percorsi fino alla fine del periodo, con le seguenti: solo dopo che la programmazione dei percorsi della filiera medesima sia stata individuata dalle istituzioni scolastiche, a cui spetta il governo delle modalità realizzative, nel rispetto delle competenze statali in materia di istruzione di cui all'articolo 117 della Costituzione e a garanzia della governabilità del processo di riforma del sistema di istruzione tecnica e professionale.
1.32. (ex 1.35.) Manzi, Orfini, Berruto, Iacono, Ascani.

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, secondo periodo, sostituire le parole: operando nell'ambito delle con le seguenti: reperendo adeguate.
1.54. (ex 1.57.) Orrico, Caso, Amato.

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, secondo periodo, aggiungere, in fine, le parole: e nel rispetto dell'autonomia degli istituti scolastici.
1.56. (ex 1.59.) Manzi, Orfini, Berruto, Iacono, Ascani.

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 2, primo periodo, sopprimere la parola: quadriennali.

  Conseguentemente, al medesimo comma, medesimo capoverso, comma 6, sopprimere la lettera c).
*1.64. (ex 1.67.) Piccolotti.

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 2, primo periodo, sopprimere la parola: quadriennali.

  Conseguentemente, al medesimo comma, medesimo capoverso, comma 6, sopprimere la lettera c).
*1.65. (ex 1.68.) Caso, Amato, Orrico.

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 2, primo periodo, sostituire la parola: quadriennali con la seguente: quinquennali.

  Conseguentemente, al medesimo comma, medesimo capoverso, comma 6, sostituire la lettera c) con la seguente:

   c) la quinquennalità dei percorsi sperimentali di istruzione secondaria di secondo grado.
1.67. (ex 1.70.) Caso, Amato, Orrico.

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 2, primo periodo, sostituire le parole: di istruzione secondaria di secondo grado con le seguenti: di istruzione tecnica e professionale.
1.68. (ex 1.71.) Manzi, Orfini, Berruto, Iacono, Ascani.

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 2, primo periodo, dopo le parole: di secondo grado aggiungere le seguenti: , inclusi percorsi sperimentali che comprendono altresì attività formative in materia di competenze digitali, con particolare attenzione alle tecnologie emergenti,.
1.69. (ex 1.72.) Caso, Amato, Orrico.

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 2, secondo periodo, sopprimere le parole: Salvo quanto previsto dal comma 5 del presente articolo,.
1.95. (ex 1.99.) Caso, Amato, Orrico.

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 2, terzo periodo, dopo le parole: del percorso quinquennale, aggiungere le seguenti: a livello di singola istituzione scolastica.
1.97. (ex 1.103.) Manzi, Orfini, Berruto, Iacono, Ascani.

  Al comma 2, capoverso «Art. 25-bis», terzo periodo, aggiungere, in fine, le parole: e tenendo conto della dotazione dell'organico dell'autonomia.
1.103. (ex 1.109.) Manzi, Orfini, Berruto, Iacono, Ascani.

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 3, primo periodo, dopo le parole: gli uffici scolastici regionali possono aggiungere le seguenti: , nel rispetto di linee guida nazionali stabilite dal Ministro dell'istruzione e del merito,.
1.111. (ex 1.121.) Manzi, Orfini, Berruto, Iacono, Ascani.

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 3, primo periodo, dopo le parole: gli uffici scolastici regionali possono stipulare accordi aggiungere le seguenti: nel rispetto dei criteri nazionali individuati con il decreto del Ministro dell'istruzione e del merito di cui al comma 8,.
1.112. (ex 1.122.) Piccolotti.

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», sopprimere il comma 4.
1.146. (ex 1.156.) Manzi, Orfini, Berruto, Iacono, Ascani.

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 4, sopprimere la lettera b).
1.155. (ex 1.166.) Manzi, Orfini, Berruto, Iacono, Ascani.

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 4, lettera b), sostituire le parole da: , basato sugli esiti fino alla fine della lettera con le seguenti: , da attuare in fase di adesione alla filiera da parte degli Ispettori tecnici del Ministero dell'istruzione e del merito.
1.157. (ex 1.168.) Manzi, Orfini, Berruto, Iacono, Ascani.

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», sopprimere il comma 5.
1.160. (ex 1.171.) Manzi, Orfini, Berruto, Iacono, Ascani.

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 5, sopprimere le parole:, e alla previa frequenza dell'apposito corso annuale di cui all'articolo 15, comma 6, del decreto legislativo 17 ottobre 2005, n. 226.
1.169. (ex 1.181.) Manzi, Orfini, Berruto, Iacono, Ascani.

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 5, aggiungere, in fine, le parole: , nel rispetto di linee guida nazionali stabilite dal Ministro dell'istruzione e del merito.
1.171. (ex 1.183.) Manzi, Orfini, Berruto, Iacono, Ascani.

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera a), sostituire le parole: funzionali alle esigenze specifiche dei territori, anche attraverso gli accordi di partenariato di cui al comma 7, lettera b) con le seguenti: nel rispetto dei criteri nazionali individuati con il decreto del Ministro dell'istruzione e del merito di cui al comma 8,.
*1.193. (ex 1.208.) Piccolotti.

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», al comma 6, lettera a), sostituire le parole: funzionali alle esigenze specifiche dei territori, anche attraverso gli accordi di partenariato di cui al comma 7, lettera b), con le seguenti: nel rispetto dei criteri nazionali individuati con il decreto del Ministro dell'istruzione e del merito di cui al comma 8,.
*1.194. (ex 1.209.) Manzi, Orfini, Berruto, Iacono, Ascani.

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera b), sostituire la parola: individualizzato con la seguente: finalizzato al raggiungimento di una scelta consapevole da parte.
1.207. (ex 1.226.) Caso, Amato, Orrico.

  Al comma 1, capoverso Art. 25-bis, comma 6, lettera d), premettere le parole: nell'ambito dell'organico dell'autonomia,.
1.218. (ex 1.239.) Manzi, Orfini, Berruto, Iacono, Ascani.

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, sostituire la lettera e) con la seguente:

   e) l'accurata programmazione di attività di insegnamento nell'ambito delle attività laboratoriali e di orientamento con la collaborazione di soggetti del mondo del lavoro e delle professioni;.
1.234. (ex 1.256.) Caso, Amato, Orrico.

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», al comma 6, sostituire la lettera e) con la seguente:

   e) l'accurata programmazione di attività aggiuntive di insegnamento anche con la collaborazione di soggetti del mondo del lavoro e delle professioni;.
1.235. (ex 1.257.) Manzi, Orfini, Berruto, Iacono, Ascani.

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera e), premettere le parole: in subordine all'individuazione di personale docente attinto previa convocazione da graduatorie GAE, GPS, GI, è consentita.
1.237. (ex 1.259.) Manzi, Orfini, Berruto, Iacono, Ascani.

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera e), sopprimere le parole: di prestazione d'opera.
1.238. (ex 1.260.) Amato, Caso, Orrico.

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera e), sopprimere le parole: di addestramento.
1.241. (ex 1.263.) Amato, Caso, Orrico.

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 7, sopprimere la lettera b).
1.286. (ex 1.315.) Caso, Amato, Orrico.

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 7, lettera b), sopprimere le parole: coprogettazione per la.
1.292. (ex 1.323.) Manzi, Orfini, Berruto, Iacono, Ascani.

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 8, sostituire le parole: istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado, con le seguenti: classi attivabili per ciascuna istituzione scolastica secondaria di secondo grado e l'equivalente numero di.
1.339. (ex 1.372.) Manzi, Orfini, Berruto, Iacono, Ascani.

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», sostituire il comma 9 con il seguente:

  9. Per l'attuazione del presente articolo, è autorizzata una spesa di 30 milioni di euro a decorrere dall'anno 2024. Agli oneri derivanti dal presente comma, pari a 30 milioni a decorrere dall'anno 2024, si provvede mediante corrispondente riduzione del Fondo di cui all'articolo 1, comma 200, della legge 23 dicembre 2014, n. 190.
1.352. (ex 1.388.) Caso, Amato, Orrico.

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 9, aggiungere, in fine, il seguente periodo: Al termine dei percorsi sperimentali, la dotazione organica del percorso quinquennale rimane in servizio presso le istituzioni scolastiche.
1.354. (ex 1.390.) Manzi, Orfini, Berruto, Iacono, Ascani.

  Al comma 3, dopo le parole: introdotto dal comma 1 del presente articolo, aggiungere la seguente: non.

  Conseguentemente, al medesimo comma:

   dopo le parole: del decreto legislativo 17 ottobre 2005, n. 226, aggiungere la seguente: perché;

   dopo le parole: dal Ministero dell'istruzione e del merito aggiungere le seguenti: e perciò ricadenti nell'ambito della vigente normativa di riferimento.
1.366. (ex 1.403.) Manzi, Orfini, Berruto, Iacono, Ascani.

(Votazione dell'articolo 1)

  Dopo l'articolo 1, aggiungere il seguente:

Art. 1-bis.
(Formazione professionale)

  1. Al fine di rendere la formazione professionale coerente con i bisogni dell'offerta formativa, è autorizzata la spesa di 10 milioni di euro per ciascuno degli anni 2024, 2025 e 2026.
  2. Con decreto del Ministro dell'istruzione e del merito, di concerto con Ministro dell'università e della ricerca, previa intesa in sede di Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, sono definiti i criteri e le modalità di ripartizione delle risorse di cui al comma 1.
  3. Agli oneri derivanti dal presente articolo, pari a 10 milioni di euro a decorrere dall'anno 2024, si provvede mediante corrispondente riduzione del Fondo di cui all'articolo 1, comma 200, della legge 23 dicembre 2014, n. 190.
1.01. (ex 1.01.) Manzi, Orfini, Berruto, Iacono, Ascani.

ART. 2.
(Struttura tecnica per la promozione della filiera formativa tecnologico-professionale)

  Sopprimerlo.
2.1. (ex 2.1.) Caso, Amato, Orrico.

  Al comma 1, alinea, sostituire le parole: una struttura tecnica di missione di livello dirigenziale generale, denominata «Struttura tecnica per la promozione della filiera formativa tecnologico-professionale», con le seguenti: la Direzione generale dell'Istruzione tecnica, professionale e tecnologico superiore con compiti di coordinamento estesi all'istruzione e formazione professionale,.

  Conseguentemente:

   al medesimo comma, medesimo alinea, dopo le parole: le seguenti funzioni aggiungere le seguenti: per la promozione della filiera formativa tecnologico-professionale.

   all'articolo 3, comma 2, sostituire le parole: coordinatore della Struttura tecnica con le seguenti: direttore generale dell'istruzione tecnica, professionale e tecnologico superiore.
2.15. (ex 2.15.) Manzi, Orfini, Berruto, Iacono, Ascani.

  Al comma 1, dopo la lettera c) aggiungere le seguenti:

   c-bis) rivedere le linee guida degli istituti tecnici e professionali per adeguarli al percorso quadriennale;

   c-ter) avviare un'attività di monitoraggio sullo stato di realizzazione della sperimentazione da inviare annualmente alle Commissioni competenti di Camera e Senato.
2.48. (ex 2.54.) Manzi, Orfini, Berruto, Iacono, Ascani.

  Al comma 2, primo periodo, dopo le parole: su proposta del Ministero dell'istruzione e del merito aggiungere le seguenti: e della Conferenza unificata di cui all'articolo 8, del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281;

  Conseguentemente, al medesimo comma, secondo periodo:

   dopo le parole: presso il Ministero dell'istruzione e del merito aggiungere le seguenti: o dei competenti assessorati regionali;

   sostituire le parole da: spettano compensi omnicomprensivi fino alla fine del periodo, con le seguenti: spetta un rimborso spese.
2.60. (ex 2.66.) Manzi, Orfini, Berruto, Iacono, Ascani.

(Votazione dell'articolo 2)

ART. 3.
(Comitato di monitoraggio nazionale per la filiera formativa tecnologico-professionale)

  Sopprimerlo.
3.1. (ex 3.1.) Caso, Amato, Orrico.

  Al comma 1, aggiungere, in fine, il seguente periodo: Il Comitato, anche mediante il supporto della Struttura tecnica, redige una relazione annuale per l'illustrazione dei risultati del monitoraggio e la trasmette alle Camere.
3.20. (ex 3.20.) Caso, Amato, Orrico.

  Al comma 2, sostituire le parole da: è composto da fino alla fine del comma, con le seguenti: è composto da:

   a) due rappresentanti del Ministero dell'istruzione e del merito;

   b) due rappresentanti della Conferenza delle regioni e delle province autonome;

   c) due rappresentanti delle organizzazioni datoriali e sindacali maggiormente rappresentative;

   d) due rappresentanti dell'Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione (INVALSI);

   e) due rappresentanti dell'Istituto nazionale di documentazione, innovazione e ricerca educativa (INDIRE).
3.26. (ex 3.27.) Caso, Amato, Orrico.

  Al comma 2, sostituire le parole: e sindacali con le seguenti: , sindacali e studentesche.
3.27. (ex 3.28.) Piccolotti.

  Al comma 3, sostituire la parola: proporre con la seguente: disporre.
3.31. (ex 3.35.) Manzi, Orfini, Berruto, Iacono, Ascani.

(Votazione dell'articolo 3)

ART. 4.
(Ulteriori misure per la promozione della filiera formativa tecnologico-professionale)

  Al comma 1, dopo le parole: interventi infrastrutturali aggiungere le seguenti: idonei a favorire e sostenere prioritariamente, in una dimensione multiregionale e multisettoriale, lo sviluppo dei percorsi di istruzione tecnologica superiore degli ITS Academy nel Mezzogiorno e nelle aree con elevati tassi di disoccupazione giovanile.
4.24. (ex 4.30.) Grippo.

(Votazione dell'articolo 4)

EMENDAMENTI NON SEGNALATI
PER LA VOTAZIONE

ART. 1.

  Sopprimerlo.
1.2. (ex 1.2.) Piccolotti.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», sopprimere i commi 1, 2 e 3.
1.3. (ex 1.3.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», sopprimere il comma 1.
*1.4. (ex 1.4.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», sopprimere il comma 1.
*1.5. (ex 1.5.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, sopprimere il primo periodo.
1.6. (ex 1.7.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, primo periodo, dopo la parola: culturali inserire la seguente: , formative.
1.7. (ex 1.9.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, primo periodo, sostituire la parola: professionali con la seguente: formative.
1.8. (ex 1.10.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, al primo periodo, sostituire la parola: professionali con la seguente: tecniche.
1.9. (ex 1.11.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, primo periodo, sopprimere le parole: e alle esigenze del settore produttivo nazionale secondo gli obiettivi del Piano nazionale «Industria 4.0».
1.10. (ex 1.12.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, al primo periodo, sopprimere le parole: secondo gli obiettivi del Piano nazionale «Industria 4.0».
1.12. (ex 1.15.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, primo periodo, sopprimere le parole: e formativo.
1.13. (ex 1.16.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, primo periodo, sostituire le parole: e formativo 2024/2025 con le seguenti: 2027/2028.
1.15. (ex 1.18.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, primo periodo, sostituire le parole: e formativo 2024/2025 con le seguenti: 2026/2027.
*1.16. (ex 1.19.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, primo periodo, sostituire le parole: e formativo 2024/2025 con le seguenti: 2026/2027.
*1.17. (ex 1.20.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, primo periodo, sostituire le parole: 2024/2025 con le seguenti: 2027/2028.
1.18. (ex 1.21.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, primo periodo, sostituire le parole: 2024/2025 con le seguenti 2025/2026.
*1.21. (ex 1.24.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, primo periodo, sostituire le parole: 2024/2025 con le seguenti 2025/2026.
*1.22. (ex 1.25.) Piccolotti.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, al primo periodo, sopprimere le seguenti parole: dai percorsi formativi degli Istituti tecnologici superiori (ITS Academy), di cui alla legge 15 luglio 2022, n. 99,.
1.23. (ex 1.26.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, al primo periodo, sopprimere le parole: e dai percorsi di istruzione e formazione tecnica superiore (IFTS), di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 25 gennaio 2008, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 86 dell'11 aprile 2008.
1.24. (ex 1.27.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, sopprimere il secondo periodo.
1.25. (ex 1.28.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, secondo periodo, dopo le parole: Le regioni inserire le seguenti: previa intesa in sede di Conferenza unificata Stato regioni e province autonome di Trento e di Bolzano.
1.26. (ex 1.29.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, secondo periodo, dopo le parole: Le regioni inserire le seguenti: e gli uffici scolastici regionali.
1.27. (ex 1.30.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, secondo periodo, sopprimere le parole: , attraverso gli accordi di cui al comma 3,.
1.28. (ex 1.31.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, al secondo periodo, sostituire le parole: , attraverso gli accordi di cui al comma 3, con le seguenti: previa autorizzazione del Ministero dell'istruzione e del merito.
1.29. (ex 1.32.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, secondo periodo, sostituire le parole: , attraverso gli accordi di cui al comma 3, con le seguenti: d'intesa con gli Uffici scolastici regionali.
1.30. (ex 1.33.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, secondo periodo, sostituire le parole: possono aderire con le seguenti: aderiscono.
1.31. (ex 1.34.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, secondo periodo, sostituire le parole: assicurando la programmazione dei percorsi della filiera medesima, e ne definiscono le modalità realizzative con le seguenti: fermo restando quanto disposto dall'articolo 1, commi 12-17 della legge 13 luglio 2015, n. 107.
1.34. (ex 1.37.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, secondo periodo, sostituire la parola: assicurando con la seguente: prevedendo.
1.36. (ex 1.39.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, secondo periodo, dopo le parole: dei percorsi inserire la seguente: educativi
1.37. (ex 1.40.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, secondo periodo, dopo le parole: dei percorsi inserire la seguente: formativi
1.38. (ex 1.41.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, secondo periodo, sopprimere le parole: e ne definiscono le modalità realizzative,.
*1.39. (ex 1.42.) Manzi, Orfini, Berruto, Iacono, Ascani.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, secondo periodo, sopprimere le parole: e ne definiscono le modalità realizzative
*1.40. (ex 1.43.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, secondo periodo, sostituire le parole: e ne definiscono con le seguenti: e demandando al Ministero dell'istruzione e del merito, di concerto con il Ministero dell'economia e delle finanze e il Ministero dell'università e della ricerca, la definizione delle
1.41. (ex 1.44.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, secondo periodo, sostituire le parole: e ne definiscono con le seguenti: e demandando al Ministero dell'istruzione e del merito, di concerto con il Ministero dell'università e della ricerca e il Ministero della cultura, la definizione delle
1.42. (ex 1.45.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, al secondo periodo, sostituire le parole: e ne definiscono con le seguenti: e demandando al Ministero dell'istruzione e del merito, di concerto con il Ministero dell'economia e delle finanze e il Ministero del made in Italy, la definizione delle
1.43. (ex 1.46.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, secondo periodo, sostituire le parole: e ne definiscono con le seguenti: e demandando al Ministero dell'istruzione e del merito, di concerto con il Ministero dell'economia e delle finanze e il Ministero della cultura, la definizione delle
1.44. (ex 1.47.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, secondo periodo, sostituire le parole: e ne definiscono con le seguenti: e demandando al Ministero dell'istruzione e del merito, di concerto con il Ministero dell'università e della ricerca, la definizione delle
1.45. (ex 1.48.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, al secondo periodo, sostituire le parole: e ne definiscono le con le seguenti: e demandando al Ministero dell'istruzione e del merito, di concerto con il Ministero dell'economia e delle finanze, la definizione delle
1.46. (ex 1.49.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, secondo periodo, sostituire le parole: e ne definiscono con le seguenti: e demandando al Ministero dell'istruzione e del merito, la definizione delle
1.47. (ex 1.50.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, secondo periodo, dopo le parole: modalità realizzative inserire le seguenti: previa comunicazione al Ministero dell'istruzione e del merito.
1.48. (ex 1.51.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, secondo periodo, dopo le parole: modalità realizzative inserire le seguenti: previa intesa con il Ministero dell'istruzione e del merito
1.49. (ex 1.52.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, secondo periodo, dopo le parole: modalità realizzative inserire le seguenti: sentito il Ministero dell'istruzione e del merito
1.50. (ex 1.53.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, secondo periodo, dopo le parole: modalità realizzative inserire le seguenti: sentiti gli uffici scolastici regionali
1.51. (ex 1.54.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, secondo periodo, sopprimere le parole: operando nell'ambito delle risorse umane, finanziarie e strumentali previste a legislazione vigente,
1.52. (ex 1.55.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, secondo periodo, sostituire le parole: operando nell'ambito delle risorse umane, finanziarie con le seguenti: reperendo le indispensabili risorse economiche
1.53. (ex 1.56.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 1, secondo periodo, sostituire le parole: operando nell'ambito con le seguenti: reperendo le necessarie
1.55. (ex 1.58.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», sopprimere il comma 2
1.57. (ex 1.60.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 2, sopprimere il primo periodo
1.58. (ex 1.61.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 2, primo periodo, sopprimere le parole: Nell'ambito della filiera formativa tecnologico-professionale di cui al comma 1 del presente articolo,
1.59. (ex 1.62.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 2, primo periodo, sostituire le parole: della filiera formativa con le seguenti: del percorso educativo e formativo
1.60. (ex 1.63.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 2, primo periodo, sostituire le parole: filiera formativa con le seguenti: filiera educativa
1.61. (ex 1.64.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 2, primo periodo, sopprimere le parole: tecnologico professionale
1.62. (ex 1.65.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 2, primo periodo, dopo le parole: sono attivati inserire le seguenti: , a campione,
1.63. (ex 1.66.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 2, primo periodo, sostituire la parola: quadriennali con la seguente: periodici
1.66. (ex 1.69.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 2, primo periodo, sopprimere le parole: e nel rispetto delle funzioni delle regioni ai sensi dell'articolo 138 del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112, in materia di programmazione dell'offerta formativa integrata tra istruzione e formazione professionale,
1.70. (ex 1.74.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 2, primo periodo, sostituire le parole: e nel rispetto delle funzioni con le seguenti: nell'ambito delle prerogative
1.71. (ex 1.75.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 2, primo periodo, dopo le parole: dell'articolo 138 inserire le seguenti: comma 1, lettere a), b), c) ed f)
1.72. (ex 1.76.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 2, primo periodo, dopo le parole: dell'articolo 138 inserire le seguenti: comma 1, lettere a), b) e c)
1.73. (ex 1.77.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 2, primo periodo, dopo le parole: dell'articolo 138 inserire le seguenti: comma 1, lettere a), b) ed f)
1.74. (ex 1.78.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 2, primo periodo, dopo le parole: dell'articolo 138 inserire le seguenti: comma 1, lettere a), c) ed f)
1.75. (ex 1.79.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 2, primo periodo, dopo le parole: dell'articolo 138 inserire le seguenti: comma 1, lettere a) e b),
1.76. (ex 1.80.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 2, primo periodo, dopo le parole: dell'articolo 138 inserire le seguenti: comma 1, lettere a) ed f)
1.77. (ex 1.81.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 2, primo periodo, dopo le parole: dell'articolo 138 inserire le seguenti: comma 1, lettera a)
1.78. (ex 1.82.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 2, primo periodo, dopo le parole: istruzione e formazione professionale, inserire le seguenti: nonché in materia di suddivisione, sulla base anche delle proposte degli enti locali interessati, del territorio regionale in ambiti funzionali al miglioramento dell'offerta formativa,
1.79. (ex 1.83.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 2, primo periodo, dopo le parole: istruzione e formazione professionale, inserire le seguenti: nonché in materia di programmazione, sul piano regionale, nei limiti delle disponibilità di risorse umane e finanziarie, della rete scolastica, sulla base dei piani provinciali,
1.80. (ex 1.84.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 2, primo periodo, dopo le parole: istruzione e formazione professionale, inserire le seguenti: nonché in materia delle iniziative e delle attività di promozione relative all'ambito delle funzioni conferite,
1.81. (ex 1.85.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 2, primo periodo, sopprimere le parole da: delle competenze fino a: delle conoscenze e
1.82. (ex 1.86.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 2, primo periodo, sopprimere le parole da: delle competenze fino a: nonché
1.83. (ex 1.87.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 2, primo periodo, sopprimere le parole da: di cui al profilo educativo fino a: nonché delle conoscenze e delle abilità
1.84. (ex 1.88.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 2, primo periodo, sopprimere la parola: , culturale
1.85. (ex 1.89.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 2, primo periodo, dopo le parole: educativo, culturale inserire la seguente: , formativo
1.86. (ex 1.90.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 2, primo periodo, sopprimere le parole: dei percorsi di istruzione secondaria di secondo grado, nonché delle conoscenze e delle abilità
1.87. (ex 1.91.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 2, primo periodo, sopprimere le parole: nonché delle conoscenze e delle abilità previste dall'indirizzo di studi di riferimento
1.88. (ex 1.92.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 2, primo periodo, sopprimere le parole: delle conoscenze e
1.89. (ex 1.93.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 2, primo periodo, sopprimere le parole: delle abilità
1.90. (ex 1.94.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 2, primo periodo, sostituire le parole: delle abilità con le seguenti: delle competenze
1.91. (ex 1.95.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 2, primo periodo, aggiungere, in fine, le seguenti parole:, e sostenendo la possibilità di seguire i percorsi formativi al di fuori del proprio perimetro regionale di residenza.
1.92. (ex 1.96.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 2, dopo il primo periodo, inserire il seguente: Con decreto del Ministro dell'istruzione e del merito, da adottare entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore delle presenti disposizioni, è individuato il campione di sperimentazione nonché sono altresì definite le caratteristiche didattico-metodologiche della proposta.
1.93. (ex 1.97.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 2, secondo periodo, sopprimere le parole: Salvo quanto previsto dal comma 5 del presente articolo,
*1.94. (ex 1.98.) Piccolotti.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 2, secondo periodo, sopprimere le parole: Salvo quanto previsto dal comma 5 del presente articolo,.
*1.96. (ex 1.100.) Manzi, Orfini, Berruto, Iacono, Ascani.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 2, terzo periodo, sopprimere le seguenti parole: e, comunque, in assenza di esuberi del personale.
1.98. (ex 1.104.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 2, terzo periodo, sopprimere le seguenti parole: e, comunque
1.99. (ex 1.105.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 2, terzo periodo, aggiungere in fine le seguenti parole: docente, amministrativo, ausiliario e tecnico.
1.100. (ex 1.106.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 2, terzo periodo, aggiungere in fine le seguenti parole: docente e amministrativo.
1.101. (ex 1.107.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 2, terzo periodo, aggiungere in fine la seguente parola: docente.
1.102. (ex 1.108.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», sopprimere il comma 3.
*1.104. (ex 1.111.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», sopprimere il comma 3.
*1.105. (ex 1.112.) Piccolotti.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 3, primo periodo, sopprimere le parole: nell'ambito della filiera formativa tecnologico-professionale di cui al comma 1,
1.106. (ex 1.115.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 3, dopo le parole: gli uffici scolastici regionali inserire le seguenti: , nel pieno rispetto dell'autonomia amministrativa, organizzativa, didattica, di ricerca e progettazione educativa, ovvero nel rispetto dei criteri d'ordine generale, relativi a tutto il territorio nazionale, come individuati con decreto del Ministro dell'istruzione e del merito di cui al comma 8,
1.107. (ex 1.116.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 3, primo periodo, dopo le parole: gli uffici scolastici regionali inserire le seguenti: , previa intesa in sede di conferenza unificata Stato, regioni e province autonome di Trento e di Bolzano
1.108. (ex 1.117.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 3, primo periodo, dopo le parole: gli uffici scolastici regionali inserire le seguenti: , sentiti il Ministero dell'istruzione e del merito e il Ministero dell'università e della ricerca,
1.109. (ex 1.118.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 3, primo periodo, dopo le parole: gli uffici scolastici regionali inserire le seguenti: , sentito il Ministero dell'istruzione e del merito,
1.110. (ex 1.119.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 3, primo periodo, sopprimere le parole: , anche con la partecipazione degli ITS Academy, delle università, delle istituzioni dell'alta formazione artistica, musicale e coreutica e di altri soggetti pubblici e privati, individuati con il decreto di cui al comma 8,
1.113. (ex 1.123.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 3, primo periodo, sopprimere la parola: anche
1.114. (ex 1.124.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 3, primo periodo, sopprimere le parole: degli ITS Academy,
1.115. (ex 1.125.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 3, primo periodo, sostituire le parole: degli ITS Academy, delle università, delle istituzioni dell'alta formazione artistica, musicale e coreutica e di altri soggetti pubblici e privati, individuati con il decreto di cui al comma 8, con le seguenti: delle università
1.116. (ex 1.126.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 3, primo periodo, sopprimere le parole: , delle università,
1.117. (ex 1.127.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 3, primo periodo, sopprimere le parole: , delle istituzioni dell'alta formazione artistica, musicale e coreutica
1.118. (ex 1.128.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 3, primo periodo, sopprimere le seguenti parole: e di altri soggetti pubblici e privati, individuati con il decreto di cui al comma 8,
1.119. (ex 1.129.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 3, primo periodo, sopprimere le seguenti parole: per integrare e ampliare l'offerta formativa dei percorsi sperimentali di cui al comma 2 e dei percorsi di istruzione e formazione professionale, di cui al capo III del decreto legislativo 17 ottobre 2005, n. 226, in funzione delle esigenze specifiche dei territori.
1.120. (ex 1.130.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 3, primo periodo, sopprimere le seguenti parole: dei percorsi sperimentali di cui al comma 2
1.121. (ex 1.131.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 3, primo periodo, sopprimere le seguenti parole: e dei percorsi di istruzione e formazione professionale, di cui al capo III del decreto legislativo 17 ottobre 2005, n. 226, in funzione delle esigenze specifiche dei territori.
1.122. (ex 1.132.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 3, sopprimere le parole: in funzione delle esigenze specifiche dei territori.
1.123. (ex 1.133.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 3, primo periodo, sostituire le parole: in funzione delle esigenze specifiche dei territori con le seguenti: al fine di assicurare agli studenti il conseguimento delle competenze di cui al profilo educativo, culturale e professionale dei percorsi di istruzione secondaria di secondo grado, nonché delle conoscenze e delle abilità previste dall'indirizzo di studi di riferimento.
1.124. (ex 1.134.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 3, primo periodo, sostituire le parole: in funzione delle esigenze specifiche dei territori con le seguenti: al fine di assicurare agli studenti il conseguimento delle competenze di cui al profilo educativo, culturale e professionale dei percorsi di istruzione secondaria di secondo grado.
1.125. (ex 1.135.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 3, primo periodo, sostituire le parole: in funzione delle esigenze specifiche dei territori con le seguenti: al fine di assicurare agli studenti il conseguimento delle competenze specifiche necessarie
1.126. (ex 1.136.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 3, primo periodo, sostituire le parole: specifiche dei territori con le seguenti: formative ed educative degli studenti
1.127. (ex 1.137.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 3, secondo periodo, sostituire le parole: possono prevedere con la seguente: prevedono
1.128. (ex 1.138.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 3, secondo periodo, sopprimere le parole: , denominate «campus»
1.129. (ex 1.139.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 3, secondo periodo, sopprimere le parole: , eventualmente afferenti ai poli tecnico-professionali, laddove presenti sul territorio,
1.130. (ex 1.140.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 3, secondo periodo, sopprimere la parola: eventualmente
1.131. (ex 1.141.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 3, secondo periodo, sopprimere le parole: laddove presenti sul territorio,
1.132. (ex 1.142.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 3, secondo periodo, sopprimere le parole: i soggetti che erogano percorsi di istruzione e formazione professionale e percorsi di IFTS,
1.133. (ex 1.143.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 3, secondo periodo, sopprimere le parole: gli istituti che erogano i percorsi sperimentali di cui al comma 2,
1.134. (ex 1.144.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 3, secondo periodo, sopprimere la parola: altre
1.135. (ex 1.145.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 3, secondo periodo, sopprimere le parole: e i predetti altri soggetti pubblici e privati,
1.136. (ex 1.146.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 3, secondo periodo, sopprimere le parole: e privati
1.137. (ex 1.147.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 3, secondo periodo, sopprimere le parole da: nonché le modalità fino alla fine del comma
1.138. (ex 1.148.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 3, secondo periodo, sopprimere le parole: , condivisa e integrata,
1.139. (ex 1.149.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 3, secondo periodo, sopprimere le parole: dai campus stessi, anche
1.140. (ex 1.150.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 3, secondo periodo, sopprimere le parole da: anche in raccordo fino alla fine del comma.
1.141. (ex 1.151.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 3, secondo periodo, sopprimere le parole: multiregionali e
1.142. (ex 1.152.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 3, secondo periodo, sopprimere le parole: e multisettoriali
1.143. (ex 1.153.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 3, aggiungere, in fine, il seguente periodo: Qualora nella filiera formativa tecnologico-professionale siano presenti Poli Tecnico Professionali (PTP), costituiti ai sensi del decreto interministeriale 7 febbraio 2013, la rete Campus può essere rappresentata dal Polo di riferimento.
1.144. (ex 1.154.) Manzi, Orfini, Berruto, Iacono, Ascani.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», sopprimere i commi 4, 5 e 6
1.145. (ex 1.155.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», sopprimere il comma 4.
*1.147. (ex 1.157.) Piccolotti.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», sopprimere il comma 4.
*1.148. (ex 1.158.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 4, alinea, sopprimere le parole: di cui all'articolo 17, comma 1, lettera b), del decreto legislativo 17 ottobre 2005, n. 226
1.149. (ex 1.159.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 4, alinea, sostituire le parole: di cui all'articolo 17, comma 1, lettera b), del decreto legislativo 17 ottobre 2005, n. 226 con le seguenti: di durata almeno quinquennale
1.150. (ex 1.161.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 4, alinea, dopo le parole: ITS Academy, inserire la seguente: anche
1.151. (ex 1.162.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 4, alinea, sopprimere le parole: in deroga a quanto previsto all'articolo 1, comma 2, della legge 15 luglio 2022, n. 99,
1.152. (ex 1.163.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 4, sopprimere la lettera a)
1.153. (ex 1.164.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 4, lettera a), sopprimere la parola: formative
1.154. (ex 1.165.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 4, sopprimere la lettera b)
1.156. (ex 1.167.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 4, lettera b), sopprimere le parole: basato sugli esiti delle rilevazioni degli apprendimenti predisposte dall'Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione (INVALSI),
1.158. (ex 1.169.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 4, lettera b), dopo le parole: di concerto inserire le seguenti: con il Ministro dell'università e della ricerca e
1.159. (ex 1.170.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», sopprimere il comma 5.
*1.161. (ex 1.172.) Piccolotti.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», sopprimere il comma 5.
*1.162. (ex 1.173.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 5, sostituire le parole: I soggetti con le seguenti: Le studentesse e gli studenti
1.163. (ex 1.174.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 5, sostituire le parole: quadriennali di cui all'articolo 17, comma 1, lettera b), del decreto legislativo 17 ottobre 2005, n. 226 con le seguenti: almeno quinquennali
1.164. (ex 1.175.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 5, sostituire le parole: possono sostenere con la seguente: sostengono
1.165. (ex 1.176.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 5, sopprimere le parole: o paritario
1.166. (ex 1.177.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 5, sopprimere le parole da: in deroga fino alla fine del comma.
1.167. (ex 1.179.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 5, sopprimere le parole: al sostenimento dell'esame preliminare di cui all'articolo 14, comma 2, del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 62, e
1.168. (ex 1.180.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 5, sopprimere le parole:, e alla previa frequenza dell'apposito corso annuale di cui all'articolo 15, comma 6, del decreto legislativo 17 ottobre 2005, n. 226.
1.170. (ex 1.182.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», sopprimere il comma 6
1.172. (ex 1.184.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, alinea, dopo le parole: delle regioni inserire le seguenti: e degli uffici scolastici regionali
1.173. (ex 1.186.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, alinea, dopo le parole: istruzione e formazione professionale inserire le seguenti: e le competenze statali in materia di istruzione di cui all'articolo 117 della Costituzione
1.174. (ex 1.187.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, alinea, sopprimere le parole: le sperimentazioni di cui al comma 2
1.175. (ex 1.188.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, alinea, sostituire le parole: le sperimentazioni di cui al comma 2 con le seguenti: i percorsi quinquennali sperimentali di istruzione secondaria di secondo grado
1.176. (ex 1.189.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, alinea, sostituire le parole: le sperimentazioni di cui al comma 2 con le seguenti: i percorsi quadriennali sperimentali di istruzione secondaria di secondo grado
1.177. (ex 1.190.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, alinea, sopprimere le parole: e gli accordi di cui al comma 3, ove stipulati
1.178. (ex 1.191.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, alinea, sostituire le parole: e gli accordi di cui al comma 3, ove stipulati, con le seguenti: e gli accordi stipulati con i poli tecnico-professionali presenti sul territorio
*1.179. (ex 1.192.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, alinea, sostituire le parole: e gli accordi di cui al comma 3, ove stipulati, con le seguenti: e gli accordi stipulati con i poli tecnico-professionali presenti sul territorio
*1.180. (ex 1.193.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, alinea, sopprimere le parole: ove stipulati
1.181. (ex 1.195.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, alinea, aggiungere, in fine, le seguenti parole: i seguenti obiettivi
1.182. (ex 1.196.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, sopprimere le lettere a) e b)
1.183. (ex 1.197.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, sopprimere le lettere a) e c)
1.184. (ex 1.198.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, sopprimere la lettera a)
1.185. (ex 1.199.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera a), sopprimere le parole: l'adeguamento e
1.186. (ex 1.200.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera a), sostituire la parola: l'adeguamento con la seguente: l'aggiornamento
1.187. (ex 1.201.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera a), sostituire la parola: linguistiche con la seguente: verbali
1.188. (ex 1.203.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera a), dopo la parola: linguistiche inserire le seguenti: , non cognitive
1.189. (ex 1.204.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera a), sopprimere le parole: ai nuovi percorsi sperimentali
1.190. (ex 1.205.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera a), sostituire le parole: ai nuovi percorsi sperimentali con le seguenti: ai percorsi quinquennali sperimentali di istruzione secondaria di secondo grado,
1.191. (ex 1.206.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera a), sostituire le parole: , funzionali alle esigenze specifiche dei territori, anche attraverso gli accordi di partenariato di cui al comma 7, lettera b), con le seguenti: , nel pieno rispetto dell'autonomia amministrativa, organizzativa, didattica, di ricerca e progettazione educativa, ovvero nel rispetto dei criteri d'ordine generale, relativi a tutto il territorio nazionale, come individuati con decreto del Ministro dell'istruzione e del merito di cui al comma 8,.
1.192. (ex 1.207.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera a), dopo le parole: comma 7, lettera b), inserire le seguenti: sentite le regioni
1.195. (ex 1.210.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera a), dopo le parole: comma 7, lettera b), inserire le seguenti: sentiti gli uffici scolastici regionali
1.196. (ex 1.211.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera a), sopprimere le seguenti parole: nei limiti della quota di flessibilità didattica e organizzativa dei soggetti partecipanti alla filiera
1.197. (ex 1.212.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera a), sostituire le parole: dei soggetti partecipanti alla filiera con le seguenti: delle istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado
1.198. (ex 1.213.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, sopprimere le lettere b) ed e).
1.199. (ex 1.215.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, sopprimere la lettera b).
1.200. (ex 1.216.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera b), sostituire le parole: la promozione dei con le seguenti: l'orientamento individualizzato di studentesse e studenti nelle eventuali fasi di.
1.201. (ex 1.217.) Piccolotti.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera b), sostituire la parola: promozione con la seguente: diffusione
1.202. (ex 1.218.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera b), dopo la parola: percorsi inserire la seguente: formativi
1.203. (ex 1.220.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera b), dopo le parole: percorsi diversi inserire le seguenti: all'interno delle comunità educanti presenti sul territorio,
1.204. (ex 1.222.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera b), sopprimere le parole: anche attraverso l'orientamento individualizzato di studentesse e studenti
1.205. (ex 1.223.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera b), dopo la parola: l'orientamento inserire le seguenti: e formazione
1.206. (ex 1.224.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera b), sostituire la parola: individualizzato con la seguente: consapevole.
1.208. (ex 1.228.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera b), sostituire la parola: individualizzato con la seguente: formativo.
1.209. (ex 1.229.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, sopprimere le lettere c) e d).
1.210. (ex 1.230.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, sopprimere le lettere c) e f).
1.211. (ex 1.231.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, sopprimere la lettera c).
*1.212. (ex 1.232.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, sopprimere la lettera c).
*1.213. (ex 1.233.) Piccolotti.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera c), sostituire la parola: quadriennalità con la seguente: quinquennalità.
1.215. (ex 1.236.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera c), dopo le parole: secondo grado inserire le seguenti: secondo quanto già previsto dai percorsi di istruzione e formazione professionale di cui al capo III del decreto legislativo 17 ottobre 2005, n. 226
1.216. (ex 1.237.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, sopprimere la lettera d)
1.217. (ex 1.238.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera d), sopprimere le parole: flessibilità didattica e organizzativa
1.219. (ex 1.241.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera d), sostituire la parola: organizzativa con la seguente: ordinamentale
1.220. (ex 1.242.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera d), sopprimere le parole: alla didattica laboratoriale
1.221. (ex 1.243.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera d), dopo le parole: didattica laboratoriale inserire le seguenti: e tecnica
1.222. (ex 1.244.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera d), dopo le parole: didattica laboratoriale inserire le seguenti: e pratica
1.223. (ex 1.245.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera d), sopprimere le parole: all'adozione di metodologie innovative
1.224. (ex 1.246.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera d), sostituire la parola: innovative con la seguente: recenti
1.225. (ex 1.247.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera d), dopo le parole: metodologie innovative inserire le seguenti: , con particolare attenzione alle tecnologie emergenti,
1.226. (ex 1.248.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera d), sopprimere le parole: e al rafforzamento dell'utilizzo in rete di
1.227. (ex 1.249.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera d), sostituire le parole: in rete con le seguenti: in collaborazione
1.228. (ex 1.250.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera d), sopprimere le parole: di tutte le risorse professionali, logistiche e strumentali disponibili
1.229. (ex 1.251.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera d), dopo le parole: disponibili inserire le seguenti: previa comunicazione al Comitato di cui all'articolo 3 del presente disegno di legge
1.230. (ex 1.252.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, sopprimere le lettere e) e f).
1.231. (ex 1.253.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, sopprimere la lettera e).
*1.232. (ex 1.254.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, sopprimere la lettera e).
*1.233. (ex 1.255.) Piccolotti.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», al comma 6, sostituire la lettera e) con la seguente:

   e) l'accurata programmazione di attività aggiuntive di insegnamento anche con la collaborazione di soggetti del mondo del lavoro e delle professioni;
1.236. (ex 1.258.) Piccolotti.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera e), sostituire le parole: la stipula di contratti di prestazione d'opera con le seguenti: il reclutamento di docenti esperti nelle materie previste dal piano formativo di ogni istituzione scolastica
1.239. (ex 1.261.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera e), sostituire le parole: di insegnamento con le seguenti: di apprendimento
1.240. (ex 1.262.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera e), sopprimere le parole: di addestramento
1.242. Manzi, Orfini, Berruto, Iacono, Ascani.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera e), sostituire le parole: di addestramento con le seguenti: di orientamento
1.243. (ex 1.264.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera e), sostituire la parola: addestramento con la seguente: avviamento
1.244. (ex 1.265.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera e), sopprimere le seguenti parole: e dei percorsi per le competenze trasversali e per l'orientamento (PCTO)
1.245. (ex 1.266.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera e), sopprimere le seguenti parole: con soggetti del sistema delle imprese e delle professioni
1.246. (ex 1.267.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera e), sostituire le parole: con soggetti del sistema delle imprese e delle professioni con le seguenti: con i soggetti di cui al comma 3 del presente articolo
1.247. (ex 1.268.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera e), sostituire la parola: soggetti con la seguente: professionisti
1.248. (ex 1.269.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera e), sostituire le parole: sistema delle imprese con le seguenti: mondo del lavoro.
1.249. (ex 1.270.) Manzi, Orfini, Berruto, Iacono, Ascani.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera e), dopo la parola: imprese inserire la seguente: locali
1.250. (ex 1.271.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera e), dopo la parola: professioni inserire la seguente: territoriali
1.251. (ex 1.272.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera e), inserire, in fine, le seguenti parole: previa comunicazione al Ministero dell'istruzione e del merito
1.252. (ex 1.273.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera e), inserire, in fine, le seguenti parole: previo accordo in sede di Conferenza unificata
1.253. (ex 1.274.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera e), inserire, in fine, le seguenti parole: previa intesa in sede di Conferenza unificata
1.254. (ex 1.275.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera e), inserire, in fine, le seguenti parole: sentita la Conferenza unificata
1.255. (ex 1.276.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, sopprimere la lettera f).
1.256. (ex 1.277.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera f), sostituire la parola: certificazione con la seguente: valutazione
1.257. (ex 1.278.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera f), dopo la parola: trasversali inserire le seguenti: , sociali ed emotive
1.258. (ex 1.279.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera f), sostituire le parole: e tecniche con le seguenti: e pratiche
1.259. (ex 1.280.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera f), sostituire le parole: al fine di con le seguenti: finalizzate a
1.260. (ex 1.281.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera f), sopprimere le seguenti parole: nei percorsi sperimentali
1.261. (ex 1.283.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera f), dopo la parola: sperimentali inserire la seguente: quinquennali
1.262. (ex 1.284.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera f), sostituire la parola: contesti con la seguente: ambienti
1.263. (ex 1.285.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera f), sostituire la parola: lavorativi con la seguente: professionali
1.264. (ex 1.286.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 6, lettera f), sopprimere le seguenti parole: anche attraverso i servizi di collocamento mirato
1.265. (ex 1.287.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», sopprimere il comma 7
1.266. (ex 1.290.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 7, alinea, sopprimere le seguenti parole: le sperimentazioni di cui al comma 2
1.267. (ex 1.291.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 7, alinea, sostituire le parole: le sperimentazioni di cui al comma 2 con le seguenti: i percorsi quinquennali sperimentali di istruzione secondaria di secondo grado
1.268. (ex 1.292.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 7, alinea, sopprimere le seguenti parole: e gli accordi di cui al comma 3
1.269. (ex 1.293.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 7, alinea, sostituire le parole: e gli accordi di cui al comma 3 con le seguenti: e gli accordi stipulati con i poli tecnico-professionali presenti sul territorio
1.270. (ex 1.294.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 7, alinea, sopprimere le parole: ove stipulati
1.271. (ex 1.295.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 7, alinea dopo le parole: possono, altresì, prevedere inserire le seguenti: i seguenti obiettivi
1.272. (ex 1.296.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 7, sopprimere le lettere a) e b)
1.273. (ex 1.297.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 7, sopprimere le lettere a) e c).
1.274. (ex 1.298.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 7, sopprimere la lettera a).
1.275. (ex 1.299.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 7, lettera a), dopo le parole: delle attività inserire le seguenti: formative, di orientamento e
1.276. (ex 1.301.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 7, lettera a), dopo le parole: delle attività inserire le seguenti: formative ed educative
1.277. (ex 1.302.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 7, lettera a), sopprimere le parole: e ferma restando la possibilità di finanziamenti da parte di soggetti pubblici e privati
1.278. (ex 1.307.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 7, lettera a), sostituire la parola: finanziamenti con la seguente: investimenti
1.279. (ex 1.308.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 7, lettera a), sostituire le parole: di soggetti pubblici e privati con le seguenti: dei soggetti di cui al comma 3
1.280. (ex 1.309.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 7, lettera a), sopprimere le parole: e privati
1.281. (ex 1.310.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 7, lettera a), aggiungere, in fine, le seguenti parole: previa comunicazione al Ministero dell'istruzione e del merito
1.282. (ex 1.311.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 7, lettera a), aggiungere, in fine, le seguenti parole: previa intesa con il Ministero dell'istruzione e del merito
1.283. (ex 1.312.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 7, lettera a), aggiungere, in fine, le seguenti parole: sentito il Ministero dell'istruzione e del merito
1.284. (ex 1.313.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 7, sopprimere le lettere b) e c).
1.285. (ex 1.314.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 7, sopprimere la lettera b).
1.287. (ex 1.316.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 7, lettera b), sostituire le parole: la promozione con le seguenti: lo sviluppo
1.288. (ex 1.317.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 7, lettera b), sopprimere le parole: le modalità di coprogettazione per
1.289. (ex 1.319.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 7, lettera b), dopo le parole: le modalità inserire le seguenti: e i criteri
1.290. (ex 1.320.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 7, lettera b), sostituire la parola: coprogettazione con la seguente: programmazione
1.291. (ex 1.322.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 7, lettera b), sopprimere le parole: coprogettazione per la
1.293. (ex 1.324.) Piccolotti.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 7, lettera b), dopo le parole: offerta formativa inserire le seguenti: fermo restando quanto disposto dall'articolo 1, commi 12-17 della legge 13 luglio 2015, n. 107
1.294. (ex 1.325.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 7, lettera b), dopo le parole: offerta formativa inserire le seguenti: delle attività laboratoriali
1.295. (ex 1.326.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 7, lettera b), sopprimere le parole: di attuazione dei PCTO nel rispetto delle norme di sicurezza previste dalla normativa vigente
1.296. (ex 1.327.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 7, lettera b), sopprimere le parole: di attuazione dei PCTO
1.297. (ex 1.328.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 7, lettera b), sostituire le parole: previste dalla normativa vigente con le seguenti: secondo quanto disposto dal decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81
1.298. (ex 1.330.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 7, lettera b), sopprimere le parole da: e di stipula fino alla fine della lettera
1.299. (ex 1.331.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 7, sopprimere la lettera c).
1.300. (ex 1.332.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 7, lettera c), sopprimere le parole: delle opere dell'ingegno
1.301. (ex 1.334.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 7, lettera c), sopprimere le parole: e dei prodotti oggetto
1.302. (ex 1.335.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 7, lettera c), sopprimere la parola: rispettivamente
1.303. (ex 1.336.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 7, lettera c), sostituire le parole: rispettivamente, di diritto d'autore e di proprietà industriale con le seguenti: di proprietà industriale
1.304. (ex 1.337.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 7, lettera c), sostituire le parole: rispettivamente, di diritto d'autore e di proprietà industriale con le seguenti: di diritto d'autore
1.305. (ex 1.338.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 7, lettera c), sostituire la parola: realizzati con la seguente: sviluppati
1.306. (ex 1.339.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 7, lettera c), dopo la parola: formativi inserire le seguenti: ed educativi
1.307. (ex 1.340.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 7, lettera c), dopo la parola: filiera inserire la seguente: educativa
1.308. (ex 1.341.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 7, lettera c), sopprimere le parole: nonché il trasferimento tecnologico verso le imprese
1.309. (ex 1.342.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», sopprimere il comma 8
1.310. (ex 1.343.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 8, sopprimere le parole: dell'economia e delle finanze
1.311. (ex 1.344.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 8, sopprimere le parole: del lavoro e delle politiche sociali
1.312. (ex 1.345.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 8, sostituire le parole: del lavoro e delle politiche sociali con le seguenti: per gli affari regionali e le autonomie
1.313. (ex 1.346.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 8, sopprimere le parole: e dell'università e della ricerca
1.314. (ex 1.347.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 8, dopo le parole: dell'università e della ricerca inserire le seguenti: per gli affari europei, il sud, le politiche di coesione e il PNRR
1.315. (ex 1.348.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 8, dopo le parole: dell'università e della ricerca inserire le seguenti: per gli affari regionali e le autonomie
1.316. (ex 1.349.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 8, dopo le parole: dell'università e della ricerca inserire le seguenti: delle imprese e del made in Italy
1.317. (ex 1.350.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 8, dopo le parole: dell'università e della ricerca inserire le seguenti: per lo sport e giovani
1.318. (ex 1.351.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 8, dopo le parole: dell'università e della ricerca inserire le seguenti: , della cultura
1.319. (ex 1.352.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 8, sopprimere le parole: previa intesa in sede di Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281
1.320. (ex 1.353.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 8, sostituire le parole: previa intesa con le seguenti: previo accordo
1.321. (ex 1.354.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 8, sostituire le parole: previa intesa con la seguente: sentita
1.322. (ex 1.355.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 8, sopprimere le parole: i criteri di stipula degli accordi
1.323. (ex 1.356.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 8, dopo le parole: i criteri sono inserite le seguenti: e le modalità
1.324. (ex 1.357.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 8, sostituire le parole: di stipula con le seguenti: di individuazione
1.325. (ex 1.358.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 8, sopprimere le parole: le modalità di adesione alle reti di cui al comma 3 del presente articolo
1.326. (ex 1.359.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 8, sostituire le parole: adesione alle con le seguenti: collaborazione con le
1.327. (ex 1.360.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 8, sopprimere le parole: e le relative condizioni di avvio
1.328. (ex 1.361.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 8, sostituire la parola: condizioni con la seguente: modalità
1.329. (ex 1.362.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 8, sopprimere le parole: le modalità di integrazione e di ampliamento dell'offerta formativa di cui agli accordi del medesimo comma 3
1.330. (ex 1.363.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 8, sostituire la parola: ampliamento con la seguente: sviluppo
1.331. (ex 1.364.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 8, dopo la parola: formativa inserire le seguenti: ed educative
1.332. (ex 1.365.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 8, sopprimere le parole: e le relative attività di monitoraggio e valutazione
1.333. (ex 1.366.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 8, dopo le parole: monitoraggio e valutazione inserire le seguenti: nonché la regolamentazione degli investimenti da parte dei soggetti partecipanti alla filiera
1.334. (ex 1.367.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 8, dopo le parole: monitoraggio e valutazione inserire le seguenti: nonché la regolamentazione dei finanziamenti da parte dei soggetti partecipanti alla filiera
1.335. (ex 1.368.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 8, dopo le parole: monitoraggio e valutazione inserire le seguenti: d'intesa con il Comitato di cui all'articolo 3 della presente legge
1.336. (ex 1.369.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 8, dopo le parole: monitoraggio e valutazione inserire le seguenti: sentito il Comitato di cui all'articolo 3 della presente legge
1.337. (ex 1.370.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 8, sopprimere le parole: l'individuazione del numero massimo di istituzioni scolastiche di secondo grado
1.338. (ex 1.371.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 8, sopprimere la parola: massimo
1.340. (ex 1.373.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 8, sostituire la parola: massimo con la seguente: minimo
1.341. (ex 1.374.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 8, sostituire la parola: erogano con la seguente: prevedono
1.342. (ex 1.375.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 8, dopo la parola: percorsi inserire la seguente: formativi
1.343. (ex 1.376.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 8, sopprimere le parole: rispetto a quelle attive sul territorio regionale
1.344. (ex 1.377.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 8, sostituire la parola: attive con la seguente: istituite
1.345. (ex 1.378.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 8, dopo le parole: sul territorio regionale inserire le seguenti: sentiti gli uffici scolastici regionali
1.346. (ex 1.379.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 8, sopprimere le parole: coinvolte nella sperimentazione di cui al comma 2
1.347. (ex 1.380.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 8, sostituire le parole: nella sperimentazione di cui al comma 2 con le seguenti: nei percorsi quinquennali sperimentali di istruzione secondaria di secondo grado
1.348. (ex 1.381.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 8, sopprimere le parole: ovvero negli accordi di cui al comma 3
1.349. (ex 1.382.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 8, dopo le parole: ovvero negli accordi di cui al comma 3 inserire le seguenti: o nei PTP
1.350. (ex 1.383.) Manzi, Orfini, Berruto, Iacono, Ascani.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 8, dopo le parole: filiera formativa inserire le seguenti: ed educativa
1.351. (ex 1.384.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», comma 9, sostituire le parole: All'attuazione delle disposizioni del presente articolo si provvede con le seguenti: Le amministrazioni competenti provvedono all'attuazione
1.353. (ex 1.389.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, capoverso «Art. 25-bis», alla rubrica, sostituire la parola: formativa con la seguente: educativa
1.355. (ex 1.6.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Sopprimere il comma 2.
1.356. (ex 1.391.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, sostituire la parola: trenta con la seguente: novanta.
1.357. (ex 1.392.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, sostituire la parola: trenta con la seguente: sessanta.
1.358. (ex 1.393.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, aggiungere, in fine, il seguente periodo: Il Ministero dell'istruzione e del merito informa la struttura tecnica e il Comitato di monitoraggio di cui agli articoli 2 e 3 della presente legge dell'adozione del decreto di cui al presente comma.
1.359. (ex 1.394.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, aggiungere, in fine, il seguente periodo: Il Ministero dell'istruzione e del merito informa la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281 dell'adozione del decreto di cui al presente comma.
1.360. (ex 1.395.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 2 aggiungere, in fine, il seguente periodo: Il Ministero dell'istruzione e del merito informa le Commissioni parlamentari competenti per materia dell'adozione del decreto di cui al presente comma.
1.361. (ex 1.396.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, aggiungere, in fine, il seguente periodo: Il Ministero dell'istruzione e del merito informa gli uffici scolastici regionali dell'adozione del decreto di cui al presente comma.
1.362. (ex 1.397.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, aggiungere, in fine, il seguente periodo: Il Ministero dell'istruzione e del merito informa le regioni dell'adozione del decreto di cui al presente comma.
1.363. (ex 1.398.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Sopprimere il comma 3.
1.364. (ex 1.401.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 3, dopo le parole: 4 e 5 aggiungere le seguenti: , 6 e 7
1.365. (ex 1.402.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 3, sostituire le parole: percorsi quadriennali con le seguenti: percorsi quinquennali
1.367. (ex 1.404.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 3, sopprimere le parole: di cui all'articolo 17, comma 1, lettera b), del decreto legislativo 17 ottobre 2005, n. 226,
1.368. (ex 1.405.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 3, sopprimere le parole: già attivati nell'ambito del progetto nazionale di sperimentazione relativo all'istituzione della filiera formativa tecnologico-professionale attivato per l'anno scolastico 2024/2025 dal Ministero dell'istruzione e del merito.
1.369. (ex 1.406.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 3, sostituire le parole: già attivati nell'ambito del progetto nazionale di sperimentazione relativo all'istituzione della filiera formativa tecnologico-professionale attivato per l'anno scolastico 2024/2025 dal Ministero dell'istruzione e del merito con le seguenti: dalle regioni.
1.370. (ex 1.407.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 3, sopprimere le parole: già attivati
1.371. (ex 1.408.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 3, sopprimere le parole: relativo all'istituzione della filiera formativa tecnologico-professionale attivato per l'anno scolastico 2024/2025 dal Ministero dell'istruzione e del merito.
1.372. (ex 1.409.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 3, sostituire la parola: formativa con la seguente: educativa
1.373. (ex 1.410.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 3, dopo la parola: formativa aggiungere le seguenti: ed educativa
1.374. (ex 1.411.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 3, sopprimere le seguenti parole: attivato per l'anno scolastico 2024/2025 dal Ministero dell'istruzione e del merito.
1.375. (ex 1.412.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 3, sostituire le parole: 2024/2025 con le seguenti: 2027/2028
1.376. (ex 1.413.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 3, sostituire le parole: 2024/2025 con le seguenti: 2026/2027
1.377. (ex 1.414.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 3, sostituire le parole: 2024/2025 con le seguenti: 2025/2026
1.378. (ex 1.415.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Dopo l'articolo 1, inserire il seguente:

Art. 1-bis.
(Formazione professionale)

  1. Al fine di rendere la formazione professionale coerente con i bisogni dell'offerta formativa, è autorizzata la spesa di 10 milioni di euro per ciascuno degli anni 2024, 2025 e 2026.
  2. Con decreto del Ministro dell'istruzione e del merito, di concerto con Ministro dell'università e della ricerca, previa intesa in sede di Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, sono definiti i criteri e le modalità di ripartizione delle risorse di cui al comma 1.
  3. Agli oneri derivanti dal presente articolo, pari a 10 milioni di euro a decorrere dall'anno 2024, si provvede mediante corrispondente riduzione del Fondo di cui all'articolo 1, comma 200, della legge 23 dicembre 2014, n. 190.
1.02. (ex 1.02.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

ART. 2.

  Sopprimere il comma 1.
2.2. (ex 2.2.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, sostituire l'alinea, con il seguente:

  1. È istituita, a decorrere dal 1° gennaio 2024, presso il Ministero dell'istruzione e del merito, la Direzione generale dell'Istruzione tecnica, professionale e tecnologica superiore con compiti di coordinamento estesi all'Istruzione e formazione professionale, che svolge le seguenti funzioni per la promozione della filiera formativa tecnologico-professionale:
2.3. (ex 2.3.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, alinea, sostituire le parole: 1° gennaio con le seguenti: 31 dicembre.
2.4. (ex 2.4.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, alinea, sostituire le parole: 1° gennaio con le seguenti: 30 novembre.
2.5. (ex 2.5.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, alinea, sostituire le parole: 1° gennaio con le seguenti: 30 settembre.
2.6. (ex 2.6.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, alinea, sostituire le parole: 1° gennaio con le seguenti: 31 luglio.
2.7. (ex 2.7.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, alinea, sostituire le parole: 1° gennaio con le seguenti: 30 giugno.
2.8. (ex 2.8.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, alinea, sostituire la parola: 2024 con la seguente: 2027.
*2.9. (ex 2.9.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, alinea, sostituire la parola: 2024 con la seguente: 2027.
*2.10. (ex 2.10.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, alinea, sostituire la parola: 2024 con la seguente: 2026.
**2.11. (ex 2.11.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, alinea, sostituire la parola: 2024 con la seguente: 2026.
**2.12. (ex 2.12.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, alinea, sostituire la parola: 2024 con la seguente: 2025.
*2.13. (ex 2.13.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, alinea, sostituire la parola: 2024 con la seguente: 2025.
*2.14. (ex 2.14.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, alinea, sostituire le parole: una struttura tecnica di missione di livello dirigenziale generale, denominata «Struttura tecnica per la promozione della filiera formativa tecnologico-professionale», con le seguenti: la Direzione generale dell'Istruzione tecnica, professionale e tecnologico superiore con compiti di coordinamento estesi all'istruzione e formazione professionale.

  Conseguentemente, dopo le parole: le seguenti funzioni, aggiungere le seguenti: per la promozione della filiera formativa tecnologico-professionale
2.16. (ex 2.16.) Piccolotti.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, alinea, dopo le parole: del merito, inserire le seguenti: di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, il Ministro del lavoro e delle politiche sociali e il Ministro dell'università e della ricerca, previa intesa in sede di Conferenza unificata di cui all'articolo 8, del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281,
2.17. (ex 2.17.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, alinea, sopprimere le parole: di livello dirigenziale generale
2.18. (ex 2.18.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, alinea, sostituire le parole: che svolge le seguenti funzioni con le seguenti: incaricata di
2.19. (ex 2.19.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, sopprimere le lettere a) e b)
2.20. (ex 2.21.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, sopprimere le lettere a) e c)
2.21. (ex 2.22.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, sopprimere la lettera a)
2.22. (ex 2.23.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, lettera a) sostituire le parole: promuovere le con le seguenti: valutare l'esistenza di.
2.23. (ex 2.24.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, lettera a), sostituire la parola: promuovere con la seguente: agevolare.
2.24. (ex 2.25.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, lettera a), sostituire le parole: le sinergie con le seguenti: la collaborazione.
2.25. (ex 2.27.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, lettera a) sopprimere le parole: costituita dagli istituti tecnici, dagli istituti professionali e dagli Istituti tecnologici superiori (ITS Academy),
2.26. (ex 2.28.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, lettera a), dopo le parole: istituti tecnici, aggiungere le seguenti: dai percorsi di istruzione e formazione professionale, di cui al capo III del decreto legislativo 17 ottobre 2005, n. 226, dai percorsi di istruzione e formazione tecnica superiore (IFTS), di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 25 gennaio 2008, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 86 dell'11 aprile 2008.
2.27. (ex 2.29.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, lettera a) sopprimere le parole: , dagli istituti professionali
2.28. (ex 2.30.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, lettera a), sopprimere le parole: e dagli Istituti tecnologici superiori (ITS Academy)
2.29. (ex 2.31.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, lettera a), dopo le parole: gli istituti professionali aggiungere le seguenti: , i Poli tecnico professionali.
2.30. (ex 2.32.) Manzi, Orfini, Berruto, Iacono, Ascani.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, lettera a), sopprimere le parole: , industriale e scientifico-tecnologico.
2.31. (ex 2.33.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, lettera a), sopprimere la parola: industriale
2.32. (ex 2.34.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, lettera a) sostituire le parole: , industriale e scientifico-tecnologico con le seguenti: ed industriale.
2.33. (ex 2.35.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, sopprimere le lettere b) e c).
2.34. (ex 2.36.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, sopprimere la lettera b).
2.35. (ex 2.37.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, lettera b), sopprimere le parole: migliorare e.
2.36. (ex 2.38.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, lettera b), sopprimere le parole: e ampliare.
2.37. (ex 2.39.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, lettera b), sopprimere le parole da: alla formazione delle professionalità innovative fino a: filiera formativa tecnologico-professionale, e.
2.38. (ex 2.43.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, lettera b), sopprimere le parole da: e connesse alla valorizzazione fino a: e di proprietà industriale
2.39. (ex 2.44.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, lettera b), sopprimere le parole da: , realizzati all'interno, fino a: tecnologico-professionale,
2.40. (ex 2.45.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, lettera b), sopprimere le parole da: e al trasferimento tecnologico fino a: e per l'orientamento (PCTO),
2.41. (ex 2.46.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, lettera b) sopprimere le parole da: , nonché agevolare, fino alla fine del periodo.
2.42. (ex 2.47.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, lettera b), sostituire la parola: agevolare con la seguente: promuovere
2.43. (ex 2.48.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, dopo la lettera b), aggiungere la seguente:

   b-bis) sostenere le attività delle «Rete nazionale delle scuole professionali» di cui all'articolo 7, comma 3, del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 61, istituita con il decreto del Ministro dell'istruzione 23 dicembre 2001, di concerto con il Ministro del lavoro e delle politiche sociali, di cui fanno parte, nel pieno rispetto della diversa identità e della pari dignità, le istituzioni scolastiche che offrono percorsi di istruzione professionale e le istituzioni formative accreditate dalle regioni a norma del Capo III del decreto legislativo 17 ottobre 2005, n. 226.
2.44. (ex 2.49.) Manzi, Orfini, Berruto, Iacono, Ascani.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, sopprimere la lettera c)
2.45. (ex 2.50.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, lettera c), sostituire la parola: favorire con le seguenti: valutare la possibilità di.
2.46. (ex 2.51.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, lettera c), sostituire le parole: una progressiva adesione con la seguente: l'adesione
2.47. (ex 2.53.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Sopprimere il comma 2.
*2.49. (ex 2.55.) Manzi, Orfini, Berruto, Iacono, Ascani.

NON SEGNALATO

  Sopprimere il comma 2.
*2.50. (ex 2.56.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Sopprimere il comma 2.
*2.51. (ex 2.57.) Piccolotti.

NON SEGNALATO

  Sostituire il comma 2 con il seguente: 2. Alla struttura tecnica, di cui al comma 1, è assegnato un contingente costituito da personale in servizio presso il Ministero dell'istruzione e del merito, la cui organizzazione è demandata con decreto del Ministro dell'istruzione e del merito da adottare entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge.
2.52. (ex 2.58.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, sopprimere il primo periodo.
2.53. (ex 2.59.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, primo periodo, dopo le parole: di livello generale aggiungere la seguente: non
2.54. (ex 2.60.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, primo periodo, dopo le parole: di livello generale, aggiungere le seguenti: in possesso della specifica ed elevata qualificazione professionale richiesta per lo svolgimento dell'incarico,
2.55. (ex 2.61.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, primo periodo, dopo le parole: con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, aggiungere le seguenti: da adottare entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge,
2.56. (ex 2.62.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, primo periodo, dopo le parole: con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, aggiungere le seguenti: da adottare entro quarantacinque giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge.
2.57. (ex 2.63.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, primo periodo, dopo le parole: con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, aggiungere le seguenti: da adottare entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge,.
2.58. (ex 2.64.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, primo periodo, dopo le parole: con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, aggiungere le seguenti: previa deliberazione del Consiglio dei ministri,.
2.59. (ex 2.65.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, primo periodo, dopo le parole: su proposta del Ministro dell'istruzione e del merito, aggiungere le seguenti: acquisiti i pareri delle competenti Commissioni parlamentari competenti
2.61. (ex 2.67.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, primo periodo, dopo le parole: su proposta del Ministro dell'istruzione e del merito, aggiungere le seguenti: sentiti il Ministro del lavoro e delle politiche sociali e il Ministro delle imprese e del made in Italy,.
2.62. (ex 2.68.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, primo periodo, dopo le parole: su proposta del Ministro dell'istruzione e del merito, aggiungere le seguenti: sentito il Ministro del lavoro e delle politiche sociali,.
2.63. (ex 2.69.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, primo periodo, dopo le parole: su proposta del Ministro dell'istruzione e del merito, aggiungere le seguenti: sentito il Ministro dell'economia e delle finanze,.
2.64. (ex 2.70.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, primo periodo, dopo le parole: su proposta del Ministro dell'istruzione e del merito aggiungere le seguenti: e del Ministro dell'università e della ricerca.
2.65. (ex 2.71.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, sopprimere il secondo periodo.
2.66. (ex 2.72.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, secondo periodo, dopo le parole: presso il Ministero dell'istruzione e del merito, aggiungere le seguenti: in tale contingente è compreso anche il coordinatore della Struttura di cui al primo periodo.
2.67. (ex 2.73.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, secondo periodo, sostituire la parola: otto con la seguente: due;

  Conseguentemente, sostituire la parola: 400.000 con la seguente: 100.000.
2.68. (ex 2.74.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, secondo periodo, sostituire la parola: otto con la seguente: tre;

  Conseguentemente, sostituire la parola: 400.000 con la seguente: 150.000.
2.69. (ex 2.75.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, secondo periodo, sostituire la parola: otto con la seguente: quattro;

  Conseguentemente, sostituire la parola: 400.000 con la seguente: 200.000.
2.70. (ex 2.76.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, secondo periodo, sostituire la parola: otto con la seguente: cinque;

  Conseguentemente:

   sostituire la parola: 400.000 con la seguente: 200.000;

   sostituire la parola: 50.000 con la seguente: 40.000.
2.71. (ex 2.77.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, secondo periodo, sostituire la parola: otto con la seguente: sei;

  Conseguentemente, sostituire la parola: 400.000 con la seguente: 300.000.
2.72. (ex 2.78.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, secondo periodo, sostituire la parola: 400.000 con la seguente: 300.000 e la parola: 50.000 con la seguente: 37.500.
2.73. (ex 2.79.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, secondo periodo, sostituire la parola: 400.000 con la seguente: 350.000 e la parola: 50.000 con la seguente: 43.750.
2.74. (ex 2.80.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, secondo periodo, sostituire la parola: 400.000 con la seguente: 380.000 e la parola: 50.000 con la seguente: 47.500.
2.75. (ex 2.81.) Amato, Caso, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 3, al primo periodo premettere il seguente: I costi della struttura tecnica di missione, compresi quelli di funzionamento, sono posti a carico del Ministero dell'istruzione e del merito, che vi provvede nell'ambito delle risorse annualmente destinate a tale scopo con decreto del Ministro dell'istruzione e del merito, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze.
2.76. (ex 2.84.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 3, primo periodo, sostituire le parole: Per l'attuazione delle disposizioni di cui al presente articolo con le seguenti: Per il funzionamento della struttura di missione, inclusi i costi per le consulenze di esperti di cui al comma 2.
2.77. (ex 2.85.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 3, primo periodo, sostituire le parole: Per l'attuazione delle disposizioni di cui al presente articolo con le seguenti: In relazione ai costi di funzionamento della struttura di missione di cui al comma 2.
2.78. (ex 2.86.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 3, primo periodo, sostituire le parole: Per l'attuazione delle disposizioni di cui al presente articolo con le seguenti: Per il funzionamento della struttura tecnica di cui al presente articolo.
2.79. (ex 2.87.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 3, primo periodo, sostituire le parole: Per l'attuazione delle disposizioni di cui al presente articolo con le seguenti: Per il sostenimento dei costi di cui al comma 2.
2.80. (ex 2.88.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 3, primo periodo, dopo le parole: la spesa aggiungere le seguenti: entro il limite massimo;

  Conseguentemente, al secondo periodo, dopo le parole: ai relativi oneri aggiungere le seguenti: entro il limite massimo di cui al primo periodo.
2.81. (ex 2.89.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 3, primo periodo, dopo le parole: la spesa aggiungere le seguenti: entro il limite massimo;

  Conseguentemente, aggiungere, in fine, il seguente periodo: I costi della struttura tecnica di missione, compresi quelli di funzionamento, sono definiti con decreto del Ministro dell'istruzione e del merito, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, entro il limite massimo di spesa di cui al primo periodo.
2.82. (ex 2.90.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 3, secondo periodo, dopo le parole: Ai relativi oneri si provvede aggiungere le seguenti: , entro il limite di spesa di cui al primo periodo.
2.83. (ex 2.91.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 3, aggiungere, in fine, il seguente periodo: Il coordinatore della struttura provvede al rendiconto delle attività al fine di assicurare il limite di spesa di cui al presente comma.
2.84. (ex 2.92.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 3, aggiungere, in fine, il seguente periodo: Il coordinatore della struttura provvede al rendiconto delle attività.
2.85. (ex 2.93.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

ART. 3.

  Sopprimere il comma 1.
3.2. (ex 3.2.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, dopo le parole: e del merito, aggiungere le seguenti: di concerto con il Ministro del lavoro e delle politiche sociali e con il Ministro delle imprese e del made in Italy,.
3.3. (ex 3.3.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, dopo le parole: e del merito, aggiungere le seguenti: sentita la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281,.
3.4. (ex 3.4.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, dopo le parole: e del merito, aggiungere le seguenti: previa consultazione dei soggetti di cui al comma 2,.
3.5. (ex 3.5.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, dopo le parole: e del merito, aggiungere le seguenti: previa consultazione pubblica,.
3.6. (ex 3.6.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, sostituire la parola: novanta con la seguente: sessanta.
3.7. (ex 3.7.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1 sostituire le parole: è istituito, presso la con le seguenti: può essere istituito, ove necessario per il supporto della.
3.8. (ex 3.8.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, sostituire le parole: presso la con le seguenti: nell'ambito della.
3.9. (ex 3.9.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, sostituire le parole: presso la con le seguenti: a supporto della.
3.10. (ex 3.10.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, sostituire le parole: il Comitato di monitoraggio nazionale per la filiera formativa tecnologico-professionale con le seguenti: un Comitato tecnico per il monitoraggio, a livello nazionale, della filiera formativa tecnologico-professionale.
3.11. (ex 3.11.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, sostituire le parole: monitoraggio nazionale con le seguenti: monitoraggio, su tutto il territorio nazionale,.
3.12. (ex 3.12.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, sostituire le parole: monitoraggio nazionale con le seguenti: monitoraggio, a livello nazionale,.
3.13. (ex 3.13.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, aggiungere, in fine, le seguenti parole: , al fine di consentire alla medesima Struttura tecnica di assumere le iniziative riguardanti le funzioni ad essa attribuite.
3.14. (ex 3.14.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, aggiungere, in fine, le seguenti parole: , nell'ambito delle funzioni attribuite alla Struttura tecnica.
3.15. (ex 3.15.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, aggiungere, in fine, le seguenti parole: con funzione di promozione, aggiornamento e di indirizzo.
3.16. (ex 3.16.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, aggiungere, in fine, le seguenti parole: con funzione di supporto della Struttura tecnica.
3.17. (ex 3.17.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, aggiungere, in fine, le seguenti parole: con funzione consultiva e di indirizzo.
3.18. (ex 3.18.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, aggiungere, in fine, le seguenti parole: con funzione di indirizzo.
3.19. (ex 3.19.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, aggiungere, in fine, il seguente periodo: I risultati del monitoraggio sono trasmessi alle Camere.
3.21. (ex 3.21.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, aggiungere, in fine, il seguente periodo: I risultati del monitoraggio sono trasmessi altresì alla Presidenza del Consiglio dei ministri per la promozione di iniziative di formazione tecnologico-professionale.
3.22. (ex 3.22.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, aggiungere, in fine, il seguente periodo: Il Comitato, anche attraverso la Struttura tecnica, assicura l'informazione sui risultati del monitoraggio.
3.23. (ex 3.23.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Sopprimere il comma 2.
3.24. (ex 3.24.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Sopprimere il comma 3.
3.28. (ex 3.29.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 3, sostituire le parole: sulla base degli esiti con le seguenti: conformemente agli esiti.
3.29. (ex 3.30.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 3, sostituire le parole: può proporre con la seguente: propone.
3.30. (ex 3.34.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 3, sopprimere le seguenti parole: anche in relazione ai mutamenti del sistema delle imprese e in funzione delle esigenze specifiche dei territori.
3.32. (ex 3.36.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 3, sopprimere la parola: anche.
3.33. (ex 3.37.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 3, sostituire le parole: anche in relazione ai con le seguenti: tenuto conto dei.
3.34. (ex 3.38.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 3, sostituire le parole: in funzione con le seguenti: tenuto conto.
3.35. (ex 3.41.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 3, aggiungere, in fine, la seguente parola: interessati.
3.36. (ex 3.42.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 3, aggiungere, in fine, la seguente parola: coinvolti.
3.37. (ex 3.43.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Dopo il comma 3, aggiungere il seguente:

  3-bis. Il Comitato di cui al comma 1 può riferire sull'andamento del monitoraggio e delle proprie attività almeno due volte l'anno alle Commissioni parlamentari competenti per materia.
3.38. (ex 3.45.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

ART. 4.

  Sopprimerlo.
4.1. (ex 4.1.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Sopprimere il comma 1.
4.2. (ex 4.2.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, dopo la parola: promuovere aggiungere le seguenti: e agevolare.
4.3. (ex 4.3.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, dopo la parola: promuovere aggiungere le seguenti: e favorire.
4.4. (ex 4.4.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, sostituire le parole: dei campus con le seguenti: degli Atenei.

  Conseguentemente, ovunque ricorra, sostituire la parola: campus con la seguente: Ateneo
4.5. (ex 4.5.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, dopo le parole: dei campus aggiungere la seguente: universitari.

  Conseguentemente, ovunque ricorra, dopo la parola: campus aggiungere la seguente: universitario
4.6. (ex 4.6.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, sopprimere le parole: , anche infrastrutturale,.
4.7. (ex 4.7.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, sostituire le parole: per la progettazione di fattibilità tecnico-professionale volta con le seguenti: per la redazione di progetti di fattibilità tecnica ed economica volti
4.8. (ex 4.8.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, dopo la parola: progettazione aggiungere le seguenti: e l'analisi.
4.9. (ex 4.9.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, sostituire le parole: fattibilità tecnico-economica con le seguenti: fattibilità tecnica, sociale, ambientale ed economica.
4.10. (ex 4.10.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, dopo le parole: fattibilità tecnico-economica aggiungere le seguenti: , anche mediante concorsi di progettazione ai sensi dell'articolo 46 del decreto legislativo 31 marzo 2023, n. 36,.
4.11. (ex 4.11.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, dopo le parole: fattibilità tecnico-economica aggiungere le seguenti: , anche mediante concorsi di progettazione,.
4.12. (ex 4.12.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, dopo le parole: fattibilità tecnico-economica aggiungere le seguenti: contenente l'alternativa di progetto a consumo zero del suolo ai fini della rigenerazione urbana,.
4.13. (ex 4.13.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, dopo le parole: fattibilità tecnico-economica aggiungere le seguenti: contenente l'alternativa di progetto a consumo zero del suolo,.
4.14. (ex 4.14.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, dopo le parole: fattibilità tecnico-economica aggiungere le seguenti: contenente l'analisi di fattibilità delle alternative progettuali,.
4.15. (ex 4.15.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, dopo le parole: fattibilità tecnico-economica aggiungere le seguenti: , dando priorità al completamento delle opere incompiute,.
4.16. (ex 4.16.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, dopo le parole: fattibilità tecnico-economica aggiungere le seguenti: , dando priorità al riuso,.
4.17. (ex 4.17.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, dopo le parole: fattibilità tecnico-economica aggiungere le seguenti: , anche corredata da uno studio di impatto ambientale,.
4.18. (ex 4.18.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, dopo le parole: fattibilità tecnico-economica aggiungere le seguenti: , nel rispetto del quadro delle necessità,.
4.19. (ex 4.19.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, dopo le parole: fattibilità tecnico-economica aggiungere le seguenti: , nei limiti delle risorse disponibili,.
4.20. (ex 4.20.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, dopo le parole: fattibilità tecnico-economica aggiungere le seguenti: e localizzativa.
4.21. (ex 4.21.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, dopo le parole: fattibilità tecnico-economica aggiungere le seguenti: e finanziaria.
4.22. (ex 4.22.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, dopo le parole: fattibilità tecnico-economica aggiungere le seguenti: ed esecutiva.
4.23. (ex 4.23.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, dopo le parole: interventi infrastrutturali aggiungere le seguenti: previa verifica di conformità urbanistica,
4.25. (ex 4.31.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, dopo le parole: interventi infrastrutturali aggiungere le seguenti: afferenti ai poli tecnico-professionali.
4.26. (ex 4.32.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 1, dopo le parole: interventi infrastrutturali aggiungere le seguenti: e adeguate misure di monitoraggio.
4.27. (ex 4.33.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Sopprimere il comma 2.
4.28. (ex 4.44.) Caso, Amato, Orrico.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, dopo le parole: Ministro del lavoro e delle politiche sociali aggiungere le seguenti: e il Ministro dell'ambiente e della sicurezza energetica.
4.29. (ex 4.45.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, dopo le parole: Ministro del lavoro e delle politiche sociali aggiungere le seguenti: e il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti.
4.30. (ex 4.46.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, dopo le parole: del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, aggiungere le seguenti: acquisito il parere del Consiglio superiore dei lavori pubblici,.
4.31. (ex 4.47.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, sostituire le parole da: sono stabiliti fino a: progettuali con le seguenti: sono definite le procedure e i criteri di valutazione delle proposte progettuali presentate.
4.32. (ex 4.48.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, dopo le parole: sono stabiliti aggiungere le seguenti: i princìpi e.
4.33. (ex 4.50.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, dopo le parole: di valutazione aggiungere le seguenti: e la congruenza.
4.34. (ex 4.51.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, dopo le parole: di valutazione aggiungere le seguenti: e l'adeguatezza.
4.35. (ex 4.52.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, dopo le parole: di valutazione aggiungere le seguenti: e la congruità.
4.36. (ex 4.54.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, dopo le parole: di valutazione aggiungere le seguenti: dell'adeguatezza, anche in ordine ai profili di bancabilità,.
4.37. (ex 4.55.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, dopo le parole: proposte progettuali aggiungere le seguenti: finalizzate alla realizzazione degli interventi infrastrutturali.
4.38. (ex 4.62.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, dopo le parole: del presente articolo, aggiungere le seguenti: tenuto conto della sostenibilità economica, territoriale, ambientale e sociale degli interventi, incentivando il recupero, il riuso e la valorizzazione del patrimonio edilizio esistente e dei tessuti urbani.
4.39. (ex 4.63.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, dopo le parole: del presente articolo, aggiungere le seguenti: tenuto conto dei principi di sostenibilità economica, territoriale, ambientale e sociale degli interventi, anche per contrastare il consumo del suolo,.
4.40. (ex 4.64.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, dopo le parole: del presente articolo, aggiungere le seguenti: tenuto conto dei principio del recupero e del riuso del patrimonio edilizio esistente e dei tessuti urbani,.
4.41. (ex 4.65.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, dopo le parole: del presente articolo, aggiungere le seguenti: tenuto conto dei principi della sostenibilità economica, territoriale, ambientale e sociale degli interventi,.
4.42. (ex 4.66.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, dopo le parole: del presente articolo, aggiungere le seguenti: tenuto conto dei criteri riequilibrio socio-economico fra le aree del territorio nazionale,.
4.43. (ex 4.67.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, dopo le parole: del presente articolo, aggiungere le seguenti: tenuto conto dei principio del recupero e del riuso del patrimonio edilizio esistente,.
4.44. (ex 4.69.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, dopo le parole: del presente articolo, aggiungere le seguenti: tenuto conto dei criteri di sostenibilità ambientale,.
4.45. (ex 4.70.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, dopo le parole: del presente articolo, aggiungere le seguenti: in conformità alle norme ambientali, urbanistiche e di tutela dei beni culturali e paesaggistici, nonché alla normativa in materia di tutela della salute e della sicurezza delle costruzioni,.
4.46. (ex 4.71.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, dopo le parole: del presente articolo, aggiungere le seguenti: in conformità alla normativa in materia di tutela della salute e della sicurezza delle costruzioni,
4.47. (ex 4.72.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, dopo le parole: del presente articolo, aggiungere le seguenti: in conformità alle norme ambientali, urbanistiche e di tutela dei beni culturali e paesaggistici,.
4.48. (ex 4.73.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, dopo le parole: del presente articolo, aggiungere le seguenti: in conformità alla normativa in materia di sicurezza delle costruzioni,.
4.49. (ex 4.74.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, dopo le parole: del presente articolo, aggiungere le seguenti: prevedendo l'inserimento, nella documentazione progettuale e di gara, delle specifiche tecniche e delle clausole contrattuali contenute nei criteri ambientali minimi applicabili,.
4.50. (ex 4.75.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, dopo le parole: del presente articolo, aggiungere le seguenti: nel rispetto dei requisiti di efficientamento energetico e minimizzazione dell'impiego di risorse materiali non rinnovabili nell'intero ciclo di vita delle opere,.
4.51. (ex 4.77.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, dopo le parole: del presente articolo, aggiungere le seguenti: nel rispetto delle disposizioni ambientali in materia di economia sostenibile, nonché dei pertinenti criteri ambientali minimi,.
4.52. (ex 4.79.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, dopo le parole: del presente articolo, aggiungere le seguenti: nel rispetto dei requisiti di efficientamento energetico e minimizzazione dell'impiego di risorse materiali non rinnovabili,.
4.53. (ex 4.80.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, dopo le parole: del presente articolo, aggiungere le seguenti: nel rispetto dei requisiti di qualità architettonica e tecnico-funzionale, nonché dei tempi e dei costi previsti,.
4.54. (ex 4.81.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, dopo le parole: del presente articolo, aggiungere le seguenti: dando priorità alle alternative di progetto a consumo zero del suolo ai fini della rigenerazione urbana,.
4.55. (ex 4.82.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, dopo le parole: del presente articolo, aggiungere le seguenti: che contemplino il perseguimento di elevati standard di sostenibilità ambientale,.
4.56. (ex 4.83.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, dopo le parole: del presente articolo, aggiungere le seguenti: nel rispetto dei requisiti di qualità architettonica e tecnico-funzionale,.
4.57. (ex 4.84.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, dopo le parole: del presente articolo, aggiungere le seguenti: nel rispetto dei requisiti di sostenibilità energetica e ambientale,.
4.58. (ex 4.85.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, dopo le parole: del presente articolo, aggiungere le seguenti: che coinvolgano almeno sette poli tecnico-professionali,.
4.59. (ex 4.86.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, dopo le parole: del presente articolo, aggiungere le seguenti: che coinvolgano almeno tre poli tecnico-professionali,.
4.60. (ex 4.87.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, dopo le parole: del presente articolo, aggiungere le seguenti: dando priorità al completamento delle opere incompiute,.
4.61. (ex 4.88.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, dopo le parole: del presente articolo, aggiungere le seguenti: dando priorità a interventi a consumo di suolo zero,.
4.62. (ex 4.89.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, dopo le parole: del presente articolo, aggiungere le seguenti: comprensivi di un piano per la mobilità sostenibile,.
4.63. (ex 4.90.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, dopo le parole: del presente articolo, aggiungere le seguenti: nel rispetto dei tempi e dei costi previsti,.
4.64. (ex 4.91.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, dopo le parole: del presente articolo, aggiungere le seguenti: nel rispetto del quadro delle necessità,.
4.65. (ex 4.92.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, dopo le parole: del presente articolo, aggiungere le seguenti: all'esito dei concorsi di progettazione,.
4.66. (ex 4.93.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, dopo le parole: presente articolo, aggiungere le seguenti: nel rispetto del principio del do not significant harm (DNSH),.
4.67. (ex 4.94.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, dopo le parole: presente articolo, aggiungere le seguenti: dando priorità al riuso,.
4.68. (ex 4.95.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, dopo le parole: presente articolo, aggiungere le seguenti: anche sotto il profilo dell'efficienza e dell'efficacia della formazione in relazione agli obiettivi,.
4.69. (ex 4.96.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, dopo le parole: presente articolo, aggiungere le seguenti: nonché le modalità per l'erogazione delle risorse e per il monitoraggio dell'impiego delle stesse.
4.70. (ex 4.97.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, dopo le parole: presente articolo, aggiungere le seguenti: nonché le modalità per l'erogazione delle risorse.
4.71. (ex 4.98.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, dopo le parole: presente articolo aggiungere le seguenti: e le modalità di assegnazione delle risorse.
4.72. (ex 4.99.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, dopo le parole: ai fini aggiungere le seguenti: dell'accesso al fondo e.
4.73. (ex 4.100.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, aggiungere, in fine, le seguenti parole: , nei limiti delle risorse disponibili.
4.74. (ex 4.101.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, aggiungere, in fine, le seguenti parole: delle risorse finanziarie nel limite massimo della dotazione finanziaria prevista dal comma 1.
4.75. (ex 4.102.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, aggiungere, in fine, le seguenti parole: delle risorse di cui al medesimo comma 1.
4.76. (ex 4.103.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, aggiungere, in fine, le seguenti parole: economico delle risorse di cui al comma 1.
4.77. (ex 4.104.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

  Al comma 2, aggiungere, in fine, le seguenti parole: tra gli aventi diritto.
4.78. (ex 4.105.) Orrico, Caso, Amato.

NON SEGNALATO

A.C. 695-A
EMENDAMENTI
Modifica all'articolo 133 del codice delle assicurazioni private, di cui al decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209, in materia di applicazione del premio minimo su base nazionale, ai fini dell'assicurazione obbligatoria per la responsabilità civile derivante dalla circolazione di veicoli, in mancanza di sinistri negli ultimi dieci anni.

Relatore: DE BERTOLDI.

N. 1.

Seduta del 25 giugno 2024

ART. 1.

  Sopprimerlo.
1.1. Congedo, Bagnai, De Palma.

  Sostituirlo con il seguente:

  1. Al decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209, recante il Codice delle assicurazioni private, sono apportate le seguenti modificazioni:

   a) all'articolo 132-ter:

    1) al comma 3, al primo periodo, sono aggiunte, in fine, le parole: «rispetto alla media nazionale» e al secondo periodo le parole: «almeno biennale» sono sostituite dalla seguente: «annuale»;

    2) il comma 4 è sostituito dal seguente:

   «4. Ai fini della progressiva riduzione delle differenze dei premi applicati sul territorio nazionale nei confronti di assicurati con le medesime caratteristiche soggettive e collocati nella medesima classe di merito, per i contraenti residenti nelle province individuate ai sensi del comma 3, che non abbiano effettuato sinistri con responsabilità esclusiva o concorrente per un periodo pari ad almeno quattro anni e che abbiano installato il dispositivo di cui all'articolo 132-ter, comma 1, lettera b), con il regolamento di cui al comma 2, l'IVASS stabilisce una percentuale di sconto minima tale da commisurare la tariffa loro applicata a quella media applicabile a un assicurato, con le medesime caratteristiche soggettive e collocato nella medesima classe di merito, residente nelle province diverse da quelle individuate ai sensi del comma 3 con un premio medio inferiore alla media nazionale, riferito allo stesso periodo. L'impresa applica la percentuale di sconto di cui al presente comma in modo che eventuali differenziali di premio siano giustificati solo dalla effettiva sussistenza di differenziali di rischio, individuati sulla base di dati tecnici e di specifiche informazioni in possesso della impresa stessa e stabiliti dall'IVASS con il regolamento di cui al comma 2.»;

    3) il comma 10 è abrogato;

   b) all'articolo 135, dopo il comma 3-quater è aggiunto il seguente:

   «3-quinquies. L'IVASS provvede alla verifica trimestrale dei dati relativi ai sinistri che le imprese di assicurazione sono tenute a inserire nella banca dati sinistri di cui al comma 1, al fine di assicurare l'omogenea e oggettiva definizione dei criteri di trattamento dei dati medesimi. All'esito delle verifiche periodiche, l'IVASS redige apposita relazione le cui risultanze sono considerate anche al fine della definizione della significatività degli sconti di cui all'articolo 132-ter, commi 1 e 4.».
1.100. Fenu, Lovecchio, Raffa, Gubitosa.

  Sostituirlo con il seguente:

  1. Al decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209, recante il Codice delle assicurazioni private, sono apportate le seguenti modificazioni:

   a) all'articolo 132-ter:

    1) al comma 3, al primo periodo, sono aggiunte, in fine, le parole: «rispetto alla media nazionale»;

    2) il comma 4 è sostituito dal seguente:

   «4. Per i contraenti residenti nelle province individuate ai sensi del comma 3, che non abbiano effettuato sinistri con responsabilità esclusiva o concorrente per un periodo pari ad almeno quattro anni e che abbiano installato il dispositivo di cui all'articolo 132-ter, comma 1, lettera b), l'IVASS stabilisce una percentuale di sconto minima tale da commisurare la tariffa loro applicata a quella media applicabile a un assicurato, con le medesime caratteristiche soggettive e collocato nella medesima classe di merito, residente nelle province diverse da quelle individuate ai sensi del comma 3 con un premio medio inferiore alla media nazionale, riferito allo stesso periodo.»;

   b) all'articolo 135, dopo il comma 3-quater è aggiunto il seguente:

   «3-quinquies. L'IVASS provvede alla verifica trimestrale dei dati relativi ai sinistri che le imprese di assicurazione sono tenute a inserire nella banca dati sinistri di cui al comma 1, al fine di assicurare l'omogenea e oggettiva definizione dei criteri di trattamento dei dati medesimi. All'esito delle verifiche periodiche, l'IVASS redige apposita relazione le cui risultanze sono considerate anche al fine della definizione della significatività degli sconti di cui all'articolo 132-ter, commi 1 e 4.».
1.2. Toni Ricciardi, Merola, Casu.

  Sostituirlo con il seguente:

  1. All'articolo 132-ter, comma 4, del decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209, recante il Codice delle assicurazioni private, sono aggiunte, in fine, le parole: «tale da commisurare la tariffa loro applicata a quella media applicabile a un assicurato, con le medesime caratteristiche soggettive e collocato nella medesima classe di merito, residente nelle province differenti da quelle individuate ai sensi del comma 3 con un premio medio inferiore alla media nazionale, riferito allo stesso periodo».
1.3. Toni Ricciardi, Merola, Casu.

  Al comma 1, sostituire le parole: l'applicazione del premio più basso con le seguenti: l'applicazione del premio in misura non superiore al premio medio.
1.101. Fenu, Lovecchio, Raffa, Gubitosa.

  Al comma 1, sostituire le parole: l'applicazione del premio più basso con le seguenti: l'applicazione del premio medio.
1.4. Toni Ricciardi, Merola, Casu.

  Al comma 1, sostituire le parole: negli ultimi dieci anni con le seguenti: negli ultimi quattro anni.
*1.5. Toni Ricciardi, Merola, Casu.

  Al comma 1, sostituire le parole: negli ultimi dieci anni con le seguenti: negli ultimi quattro anni.
*1.102. Fenu, Lovecchio, Raffa, Gubitosa.

A.C. 960-A
EMENDAMENTI
Destinazione agli uffici diplomatici e consolari di quota dei proventi derivanti dal rilascio dei passaporti all'estero.
Relatrice: GARDINI.

N. 1.

Seduta del 24 luglio 2024

ART. 1.

  Dopo il comma 2, aggiungere il seguente:

  2-bis. Il 50 per cento dei proventi di cui al comma 2 è riassegnato, con decreto del Ministro dell'economia e delle finanze, allo stato di previsione della spesa dell'esercizio in corso del Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale e trasferito ai pertinenti capitoli del medesimo per finanziare l'attuazione del riadeguamento retributivo del personale di cui all'articolo 152 del decreto del Presidente della Repubblica 5 gennaio 1967, n. 18, ai sensi dell'articolo 157 del medesimo decreto del Presidente della Repubblica.
1.7. Onori.

Per tornare alla pagina di provenienza azionare il tasto BACK del browser