COMITATO FORMA DI GOVERNO

SEDUTA DI MARTEDÌ 13 MAGGIO 1997

ALLEGATO N. 4

Schema per la discussione: Ipotesi del governo del Primo Ministro.



Punto di riferimento è la variante B) del punto I dello schema sottoposto al Comitato nella seduta del 5 maggio. Per quanto qui non precisato ulteriormente, si fa espresso riferimento allo schema suddetto.


1. Dichiarazione preventiva di collegamento tra candidati al Parlamento e candidati alla carica di Primo Ministro, risultante formalmente sulla scheda elettorale. Voto unico da parte dell'elettore.


2. Alla proclamazione dei risultati elettorali, il Presidente della Repubblica nomina Primo Ministro il candidato al quale sia collegata la maggioranza dei parlamentari eletti. Ipotesi a): anche in caso di maggioranza relativa. Ipotesi b), solo in caso di maggioranza assoluta. Se si adotta l'ipotesi b), qualora nessun candidato Primo Ministro abbia ottenuto la maggioranza assoluta, si procede all'elezione del Primo Ministro da parte del Parlamento.


3. Il Primo Ministro nomina i ministri e si presenta al Parlamento per illustrare il programma. La fiducia è presunta, ma un determinato numero di parlamentari può chiederne la verifica.


4. In caso di presentazione della mozione di sfiducia, che deve contenere l'indicazione del nuovo Primo Ministro, il Primo Ministro a) può procedere allo scioglimento del Parlamento; ovvero b) può chiedere al Presidente della Repubblica lo scioglimento del Parlamento.


5. Il Presidente della Repubblica è eletto a) dal Parlamento, con quorum e procedura da definire; ovvero b) da un collegio elettorale più ampio, composto dal Parlamento e da membri aggiuntivi in rappresentanza delle Regioni e delle autonomie, in numero da definire.

SALVI, Relatore.