COMITATO FORMA DI STATO

SEDUTA DI MERCOLEDÌ 30 APRILE 1997

Allegato n. 36

Appunto schematico ai fini di un'eventuale e successiva ipotesi di articolato.


Art. A - Composizione della Repubblica.


Comuni e Regioni. Status costituzionale differenziato per l'ente intermedio.


Art. B


Elenco delle Regioni. Fondamento costituzionale di regioni differenziate.


Art. C - Potestà legislativa regionale.


Elenco materie + clausola di chiusura. Esclusione di norme interposte, limiti solo nella Costituzione. Punti da definire meglio: ordine pubblico, ambiente, beni culturali, clausola di chiusura.


Art. D - Potestà statutaria regionale.


Indicazione di contenuti necessari: forma di governo, sistema delle fonti normative regionali, partecipazione e referendum, princìpi o procedura aggravata per la legge elettorale. Procedimento per l'approvazione e la modifica dello statuto. Nessuna approvazione con legge statale ordinaria o costituzionale. Limiti solo in Costituzione.


Art. E - Enti locali.


Garanzie in Costituzione. Identità, autonomia statutaria e regolamentare, autonomia organizzatoria, risorse proprie, norme ordinamentali con legge statale.


Art. F - Amministrazione regionale e locale.


Principio di sussidiarietà. Amministrazione essenzialmente attraverso enti locali singoli o associati.


Art. G - Controlli.


Divieto di controlli preventivi sugli atti normativi e amministrativi delle Regioni e degli enti locali.


Art. H - Federalismo fiscale.


Principio di risorse garantite e certe per livelli istituzionali regionali e locali. Tipologia delle risorse (risorse proprie, restituzioni, etc.). Perequazione esclusivamente verticale. Fondamento per politiche statali di riequilibrio territoriale e garanzia dei diritti.


Art. I - Modifiche territoriali.


Principio di iniziativa popolare e di consenso di tutte le popolazioni interessate attraverso referendum. Attuazione della modifica con legge. Soppressione o fusione delle Regioni con legge costituzionale.


Art. L - Garanzie.


Accesso alla Corte costituzionale per Regioni ed enti locali.
In altra parte: partecipazione di Regioni ed enti locali alla elezione del Capo dello Stato, delle Regioni all'elezione di una parte dei giudici della Corte costituzionale, delle Regioni al procedimento di revisione della Costituzione per la parte rilevante, attraverso l'approvazione da parte dei consigli regionali.
Amministrazione pubblica.


Art. M - Autorità indipendenti.


Solo fondamento costituzionale. Rinvio a legge per istituzione, organizzazione, funzioni.

Villone.