COMITATO PARLAMENTO E FONTI NORMATIVE

SEDUTA DI MERCOLEDÌ 23 APRILE 1997

ALLEGATO N. 16

Proposta di modificazione dell'articolato
presentato dalla relatrice Dentamaro


In generale: sostituire il termine «legge ordinaria» con «legge approvata dalla prima Camera» e il termine «legge organica» con «legge approvata da entrambe le Camere».

A)


Comma 2, lettera a), è sostituita come segue : Istituzione, disciplina e ripartizione del fondo di solidarietà nazionale.


Comma 2, lettera b) è soppresso.


Al comma 2, lettera c), sostituire con: autorizzazione e ratifica di trattati internazionali.


Al comma 2, lettera h), sostituire con: leggi costituzionali ed elettorali.


Al comma 2, lettera n), sostituire la parola: principi con la parola: leggi.


Al comma 2, lettera o), prima della parola: diritti inserire le parole: leggi generali su.


Il comma 3, è soppresso.

C)


Al comma 2 sopprimere le parole: riesaminare il disegno di legge e.


Aggiungere in fine:


3. Se una legge trasmessa dalla prima Camera ai sensi del presente articolo deve invece essere approvata da entrambe le Camere ai sensi del precedente articolo A), un terzo dei componenti della seconda Camera entro dieci giorni dalla trasmissione può proporre alla Corte costituzionale ricorso per conflitto di attribuzioni avverso l'atto di trasmissione. La Corte costituzionale si pronuncia entro dieci giorni dalla presentazione del ricorso. In caso di accoglimento del ricorso la seconda Camera procede all'approvazione ai sensi dell'articolo E). Si applicano al testo approvato i commi 3, 4 e 5 dell'articolo D).

E)


Aggiungere comma su poteri del governo su lavori parlamentari?

F)


Al comma 1, sostituire:
15 con: 5 e 60 con 30.


Il comma 2, è soppresso.

H)


Al comma 2, sostituire le parole: istitutive di tributi con: tributarie.


Al comma 2, aggiungere in fine: Non è ammesso altresì il referendum se l'esito positivo del voto popolare comporta oneri per lo Stato, per le Regioni o per gli enti locali, ovvero determina una violazione di princìpi o norme costituzionali.

N)


Si esclude un decreto riferibile all'articolo A? In caso contrario, va previsto un procedimento di formazione bicamerale.

Q)


Dopo le parole: autorizzata con legge inserire le parole: approvata da entrambe le Camere.


Conseguentemente, sopprimere l'ultimo periodo.

S)


1. I disegni di legge in materia di bilanci e rendiconti, di finanza pubblica, di tributi statali, di istituzione, disciplina e ripartizione del fondo di solidarietà nazionale sono presentati alla prima Camera.
2. Il disegno di legge sulle materie di cui al comma 1 approvato dalla prima Camera viene trasmesso alla seconda Camera, ed esaminato da una speciale commissione composta per un terzo da senatori, per un terzo dai presidenti delle regioni, e per un terzo da rappresentanti delle autonomie locali. Il testo approvato dalla commissione può essere modificato dall'assemblea della seconda camera con voto a maggioranza assoluta dei componenti. Il testo approvato dalla seconda Camera è trasmesso alla prima Camera che delibera in via definitiva.
3. Nel caso di approvazione in via definitiva di un testo difforme da quello deliberato dalla speciale commissione di cui al precedente comma, le regioni, con il voto favorevole della metà più uno dei consigli regionali, possono proporre ricorso alla corte Costituzionale, relativamente alle parti difformi, per violazione dell'ambito della potestà legislativa, amministrativa e finanziaria delle Regioni. Si applicano i termini di cui al comma secondo dell'articolo F). Il ricorso non sospende la promulgazione.

T, U, V)

Salvi, Villone, Soda, D'Alessandro Prisco, Morando, Crucianelli.