Fondo per le politiche giovanili 2014: raggiunta in Conferenza unificata l'intesa sul riparto

28 July 2014

In Conferenza unificata Stato-regioni e autonomie locali è stata raggiunta l'Intesa sulla ripartizione, per l'anno 2014, del "Fondo nazionale per le politiche giovanili" (di seguito FPG) di cui all'art. 19, co. 2, del DL. 223/2016 (L. 248/2006).

L'Intesa, in particolare, ha stabilito le quote del Fondo - complessivamente pari all'80% per il 2014 - destinate, rispettivamente, a cofinanziare gli interventi in materia di politiche giovanili delle regioni e province autonome e le attività proposte dal sistema delle autonomie locali. Per queste ultime, inoltre, l'Intesa stabilisce le modalità e gli strumenti di programmazione, attuazione e monitoraggio delle iniziative. Pertanto, il restante 20% è destinato al Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale.

I criteri di riparto del FPG tra ciascuna regione e provincia autonoma sono mutuati da quelli già utilizzati per la ripartizione del Fondo nazionale per le politiche sociali. Le modalità di realizzazione e monitoraggio semestrale delle iniziative regionali e delle province autonome, da attuare con il cofinanziamento del FPG, vengono disciplinate con lo strumento dell'Accordo di collaborazione sottoscritto bilaterlamente tra il Dipartimento della Gioventù e le stesse regioni e province autonome. La percentuale di cofinanziamento per la quale si impegnano le regioni e le province autonome è di almeno il 20%.

Le quote da destinare ai comuni e alle province, sono, rispettivamente del 20 e dell'8 per cento dello stanziamento del FPG. Inoltre, per consentire una programmazione organizzata a livello territoriale e condivisa con le autonomie locali, le regioni si impegnano a stipulare specifiche Intese territoriali per le politiche giovanili con ANCI e UPI.

Il riparto della quota del FPG per il 2014 è la seguente:

Ente % Riparto Risorse
Regioni e Prov.A. 52 € 7.106.171,28
Comuni 20 € 2.733.142,80
Province 8 € 1.093.257,12
Quota del Dipartimento giovanili 20 € 2.733.142,80
€ 13.665.714,00

Servizio Studi della Camera dei deputati

La documentazione dei servizi e degli uffici della Camera è destinata alle esigenze di documentazione interna per l'attività degli organi parlamentari e dei parlamentari. La Camera dei deputati declina orgni responsabilità per la loro eventuale utilizzazione o riproduzione per fini non consentiti dalla legge.
I contenuti originali possono essere riprodotti nel rispetto della legge, a condizione che sia citata la fonte.